AQUILA LONGHI, INDIGESTO SOLO IL RISULTATO

0
21

Grande successo per la spaghettata dei cuochi di Corradone. La grande illusione e poi…
Fotogallery di Elisa Contini per www.stadiotardini.com

_MG_0002-1Hernan Crespo aveva provato ad aggiungere subito un ottimo ingrediente alla spaghettata degli chef di Corradone: il gol lampo a San Siro (0-1), subito salutato da un tripudio di calici, prima ancora che sulla tavola arrivassero i due spaghi fumanti. Ma poi ci ha pensato con una doppia mazzata (2-1) Stankovic a rendere più indigesto il pranzo di chi ha voluto tifare Parma al caldo e con i piedi sotto la tavola, in uno dei luoghi cult della Parma di una volta, ancora ospitato tra le mura dell’Ospedale Vecchio, il circolo Aquila Longhi. Corradone Marvasi ed una decina dei suoi fedelissimi erano al Meazza, la grande gioia iniziale e la delusione correvano sul filo, anzi sull’etere, con le frequenti telefonate dal circolo per sapere davvero come stava andando sul campo e dagli spalti all’Oltretorrente per verificare che fosse tutto ok per le portate. Il solito Crespo – divino – ci avrebbe riprovato ancora ad illudere i tifosi crociati, dopo quello che sembrava il colpo del Ko definitivo di Cambiasso (3-1) da mani nei capelli… Sul 3-2, infatti non sono mancate le occasioni – sottolineate dagli oh di meraviglia dei commensali – per raggiungere un meritato pari (diverse le parate di Castellazzi, un palo di Angelo) prima della definitiva – troppo severa – punizione siglata da Thiago Motta e Stankovic per il definitivo 5-2. Risultato indigesto, ma non l’arrosto… (jb)
SEGUE ALL’INTERNO CON LA FOTOGALLERY DI ELISA CONTINI

_MG_0003-1_MG_0004-1

_MG_0005-1_MG_0008-1

_MG_0006-1_MG_0007-1

_MG_0009-1_MG_0011-1

_MG_0012-1_MG_0013-1

_MG_0014-1_MG_0021-1

_MG_0023-1_MG_0026-1

_MG_0016-1_MG_0027-1

_MG_0031-1_MG_0042-1

_MG_0032-1_MG_0033-1

_MG_0034-1_MG_0035-1

_MG_0036-1_MG_0039-1

_MG_0040-1_MG_0049-1

_MG_0054-1_MG_0056-1

_MG_0057-1_MG_0058-1

Articolo precedenteIL CASMS E I GEMELLAGGI
Articolo successivoSTADIOTARDINI.COM DI NUOVO SU RADIORAI
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.