INTER-PARMA, SPAGHETTATA ALL’AQUILA LONGHI

0
14

Corradone (che però sarà a San Siro) nel menù di domenica sostituisce i soliti caplèt con due “spaghi” ed arrosto per chi vuol tifare a prezzi popolari davanti alla Tv

corradone al circoloPer il nuovo mezzogiorno di fuoco Corradone Marvasi ha già dato disposizioni ai suoi cuochi dell’Aquila Longhi affinché possano somministrare un menù a base di spaghetti ed arrosto a prezzi popolari ai soci del club che al circolo vogliano tifare Parma con i piedi sotto la tavola. Ma come Corradone, due spaghi anziché gli anòlen? “Avevamo già fatto i caplèt in occasione di Parma-Roma e lunedì sera per la cena del Panathlon, ogni tanto bisogna cambiare”, dice a stadiotardini.com Anche perché lui, Corradone, sarà regolarmente a San Siro, assieme ad una decina dei suoi fedelissimi, ad assistere alla partita dal vivo: “Nei giorni scorsi avevo espresso il mio parere sul divieto di trasferta ai parmigiani non tesserati. Ma qui non è una questione di tessera o non tessera, è che con queste decisioni a prenderci male sono gli sportivi veri, per colpa di poche mele marce o qualche imbecille.”
(Segue all’interno)

cucina aquila longhin realtà a San Siro, come spesse volte ricordato (anche dalla Gazzetta di Parma) i Tesserati potranno regolarmente andare. E Parma ne conta ben 10.371 (secondo il dato ministeriali). Per loro, dunque, nessuna restrizione. E tra i Tesserati non dovrebbero esserci mele marce, a meno di qualche baco nel sistema… Approfittando della cortesia di Marvasi gli abbiamo chiesto anche del telo del del Lions Valceno scomparso dal Settore Bortolon per far posto a quella di Sterilgarda: “Non posso che ringraziare il Parma Calcio per il favore che ci hanno fatto lasciandolo esposto gratis per quasi un anno. Mi avevano già avvertito un mese fa che sarebbe stato tolto per poter inserire la nuova pubblicità a pagamento. corradone all'aquila longhiDiciamo che per motivi tecnici ho pure lucrato un mese di esposizione in più. Avevamo esposto il nostro stendardo in primavera in occasione della raccolta degli occhiali usati, ed è rimasto fino ad appena prima di domenica scorsa. Dovrò parlare con il sempre gentilissimo Martino Ferrari per trovare un’altra posizione ove piazzarlo, in vista della nuova edizione di quella iniziativa, in programma ad Aprile.” (gm)

Articolo precedenteSE DZEMAILI E ZACCARDO PREFERISCONO IL GIALLOBLU’…
Articolo successivoINTER-PARMA, SETTORE CROCIATO DENUNCIA IL CAOS TESSERA
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.