A FIUGGI LA PAR CONDICIO DELLE PORTE CHIUSE

    0
    14

    Giornalisti e sportivi stamani allontanati dopo la prima mezzora di lavori. E intanto Leonardi conferma Marino: “Abbiamo fiducia. Perché cambiare?”
    fiuggicampo1(gm) – Non sono un aficionado delle porte chiuse, provvedimento che ha poco di propositivo, tuttavia se si erano ravvisati gli estremi per serrare quelle del Centro Sportivo di Collecchio prima di Parma-Cesena, mi sarei stupito se, a 50 minuti dalla Capitale, si fosse deciso di allenarsi senza protezioni. E così puntuale come un orologio è arrivata, dopo mezzora di preliminari di lavori, l’invito agli astanti a lasciare la tribuna dello stadio di Capo i Prati di Fiuggi. Insomma è stato applicato, con coerenza, il principio della par condicio. Stessa coerenza utilizzata dall’Ad Pietro Leonardi nel confermare ulteriormente l’allenatore Pasquale Marino: riportando notizia di agenzia, gazzettadiparma.it titola così il proprio servizio: Leonardi: “Abbiamo fiducia in Marino, non vedo perché cambiare”
    All’interno le porte chiuse a Fiuggi nel racconto di Giulia Spiniello vice-direttore di http://www.vocegiallorossa.it/ e la conferma di Marino da parte di Leonardi da http://www.gazzettadiparma.it/

    IL PARMA A FIUGGI SI ALLENA A PORTE CHIUSE
    di Giulia Spiniello da www.vocegiallorossa.it
    Il Parma prossimo avversario della Roma in campionato si sta allenando nel ritiro di Fiuggi a porte chiuse: niente giornalisti e occhi indiscreti per la squadra di Pasquale Marino. Gli emiliani questa mattina hanno svolto esercizi di tecnica e possesso palla. Poi, dopo 30 minuti giornalisti e sportivi presenti sono stati invitati a lasciare le tribune.

    FIUGGI: IL PARMA CHIUDE LE PORTE – LEONARDI: “ABBIAMO FIDUCIA IN MARINO, NON VEDO PERCHE’ CAMBIARE”

    da http://www.gazzettadiparma.it/
    ALLENAMENTO A PORTE CHIUSE –  Il Parma suda nel ritiro di Fiuggi (Frosinone) e prepara la sfida in programma domenica all’Olimpico con la Roma. La squadra emiliana ha deciso di allenarsi a porte chiuse: fuori i giornalisti e i pochi sportivi giunti nel centro sportivo di Fiuggi.
    Sotto un sole gradevole e con la neve di Campocatino a far da sfondo allo stadio, gli emiliani questa mattina hanno iniziato la ‘tre giorni’ a Fiuggi alla ricerca della massima tranquillità. Il tecnico Pasquale Marino ha fatto allenare svolgere esercizi di tecnica e possesso palla. Poi, dopo mezzora l’invito rivolto a giornalisti e sportivi a lasciare le tribune.
    LEONARDI«La squadra segue l’allenatore ed è convinta nei riguardi del tecnico. Noi abbiamo fiducia in Marino e non vediamo perché dobbiamo cambiare». Il dg del Parma, Pietro Leonardi, cerca di riportare tranquillità e dal ritiro di Fiuggi (Frosinone) smentisce le voci secondo le quali Pasquale Marino avrebbe i giorni contati. La squadra è in silenzio stampa e questa mattina si è allenata a porte chiuse.
    «Questo di Fiuggi – aggiunge Leonardi è un ritiro costruttivo e non punitivo. In noi c’è tanta amarezza perché la squadra ha ottime qualità, ma le partite si vincono giocando. Serve continuità. Dobbiamo dimostrare più cattiveria agonistica e voglia di sacrificarci. Le qualità da sole non bastano».
    Il momento è difficile ma nel Parma c’è la convinzione che la squadra possa uscire dal tunnel. «Le responsabilità – dice ancora Leonardi vanno divise tra tutti: non possono essere attribuite solo all’allenatore». Sulla Roma, il prossimo avversario domenica all’Olimpico, dice: «Sulla carta – aggiunge il dg degli emiliani – è una gara proibitiva, ma forse è meglio incontrare la Roma in questo momento. I giallorossi hanno un organico di tutto rilievo e il merito va ai dirigenti, a Rosella Sensi, Conti e Pradè che hanno svolto un ottimo lavoro».

    Articolo precedenteTELEDUCATO “VEDE” LEONARDI ALLA ROMA
    Articolo successivoLEONARDI, TV PARMA IPOTIZZA IL SUO ADDIO A FINE STAGIONE
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.