PARMA-BARI, INVITATI 10.000 BAMBINI / TUTTA LA CONFERENZA STAMPA

    0
    12

    Vignali: “Iniziativa unica in Italia”. Ghirardi: “L’attaccamento della città e delle istituzioni mi commuove”. Levati: “Speriamo che scolari e genitori accettino l’invito”
    Foto-13-DSC_5917(gm) – Comune e Parma FC a braccetto. E tanti bambini da tenere per mano. Parma-Bari, gara nella quale non si può abbassare la guardia – e il clima di euforia non piace a Ghirardi, che teme spiacevoli sorprese – vedrà una giornata di tifo sano e genuino con tanti piccoli supporter a sostenere la squadra alla ricerca di punti preziosi che valorizzino l’impresa corsara di domenica scorsa a Genova. Per ogni quattro scolari di elementari e medie potrà entrare gratis un adulto accompagnatore. A tutti le bandierine Crociate, fatte preparare dallo “specialistaFabrizio Pallini. Sono diecimila i bambini parmigiani (III, IV e V elementare, I, II e III media) che riceveranno la lettera d’invito (stampata su carta ecologica) controfirmata da Sindaco, Presidente ed Assessore ai Servizi Educativi: per loro ingressi dedicati in Centrale Petitot e (forse) nei distinti. La municipalità intende difendere così un “asset strategico per il marketing territoriale”, come ha spiegato il Sindaco, mentre Ghirardi si è detto “quasi commosso per attaccamento di città ed Istituzioni”. Levati, promotore dell’idea auspica la massima adesione di genitori e figli.
    All’interno la trascrizione dell’intera conferenza stampa

    vignaliPIETRO VIGNALI SINDACO DI PARMA
    “Ringrazio il Presidente del Parma Tommaso Ghirardi per essere con noi e ringrazio anche Mirco Levati delle relazioni esterne, tutti voi che siete presenti, i colleghi, il presidente della Commissione Cultura del Comune di Parma, oltre ad altri consiglieri comunali, il Delegato Pallini, che anche lui ha dato un contributo a questa iniziativa, poi diremo come.
    Abbiamo più volte detto, in questi anni e a più riprese, che il Parma Calcio ha un valore per la città importantissimo. Ha un valore straordinario. Noi siamo grati, e lo saremo sempre – io parlo come città, a nome della città che rappresento – al Presidente Tommaso Ghirardi, perché ha dato una proprietà a una squadra che fino a qualche anno fa non aveva una proprietà, a differenza di tutte le altre squadre italiane: questo ha consentito al Parma di tornare in serie A, di competere, di essere una squadra importante. E soprattutto questo ha un valore che va anche al di là solamente dell’aspetto sportivo. C’è sempre stato un rapporto straordinario tra la città e il Parma Calcio, da sempre, da quando se la giocava con le Sette Grandi, a quando ha lottato per la salvezza, a quando ha lottato per risalire in serie A. La città c’è sempre stata ed è sempre stata vicina al Parma Calcio, e io dico che deve essere vicina al Parma Calcio sempre di più.
    lettera vignali ghirardi berniniQuindi l’appello che io faccio è: andiamo tutti allo stadio nella prossima partita, che è una partita fondamentale con il Bari, per la salvezza, perché il Parma Calcio ha un valore che va al di là dell’aspetto solamente sportivo, ma come sappiamo è un patrimonio della città, è un asset strategico per la città di Parma, è un veicolo per la città di Parma, un veicolo di marketing territoriale straordinario, perché Parma è conosciuta nel mondo, ricordiamocelo, per i suoi prodotti alimentari e per la sua squadra di football, in tutto il mondo, dalla Cina all’America, e quindi noi dobbiamo cercare di difendere con i denti tutto ciò.
    Quindi noi, ripeto, siamo grati a quello che la Società sta facendo: rivolgo un mio appello a tutti i cittadini di Parma, di andare allo stadio e di sostenere la squadra, anche e soprattutto nei momenti di difficoltà. Io so che il calcio è uno sport che fa discutere, però bisogna cercare di sostenere la squadra, soprattutto nei momenti di difficoltà. E noi abbiamo cercato di farlo con questa iniziativa, che credo sia unica in Italia, cioè portare tutte le scuole, che fanno riferimento al Comune di Parma – quindi Scuole Elementari e Scuole Medie – allo Stadio domenica, per la partita con il Bari.
    Tutti questi ragazzi avranno una bandierina, con lo scudo Crociato: è stata una iniziativa di Pallini. Avranno una bandierina da sventolare, quindi sarà anche un momento di festa, sarà anche un momento per socializzare tra di loro, sarà un momento anche per i ragazzi per passare una bella giornata, un bel pomeriggio e sarà, però, anche un modo per vedere lo stadio pieno e per sostenere la nostra squadra che in quella giornata deve vincere, perché vincendo si garantisce la salvezza. E quindi noi dobbiamo assolutamente fare in modo che questo avvenga”.
    Foto-18-DSC_0121TOMMASO GHIRARDI, PRESIDENTE PARMA FC
    “Io ho poco da aggiungere se non ringraziare il Sindaco Pietro Vignali, che ancora, per un’altra volta, dimostra l’attaccamento dell’Amministrazione Comunale, della città, ad una Società Sportiva che sicuramente si sente un patrimonio della città, come diceva appunto il Sindaco. E’ chiaro che sono sempre molto felice, perché queste iniziative, magari, molte Società si sognano di poterle fare, ma devono supplicare i Sindaci delle loro città, per poterle mettere in piedi, magari con preavvisi di mesi, anche per via dei tanti lavori che svolgono i Consigli Comunali. Qui, invece, ci troviamo in una città, dove il Sindaco, in prima persona, con tutto il suo staff, accetta, partecipa e propone queste iniziative, e credo sia una cosa fenomenale, e soprattutto una cosa che quasi mi emoziona, perché avere dalla tua parte, in un momento anche particolare dell’economia – e non dimentichiamo anche che una squadra di calcio rispecchia anche la situazione economica di un paese che è in difficoltà, un paese che è uscito da due anni difficilissimi – sentire questo attaccamento da parte della città e dell’amministrazione pubblica, mi può solo che dare grande forza per continuare a lottare in questo mondo difficile e soprattutto mi sento partecipe di logiche ancora più grandi di quello che potrebbero essere il Parma Calcio, ma sono logiche che rispecchiano la città intera.
    ghirardiPerciò ringrazio nuovamente il Sindaco, lo ringrazio anche per tutte le innumerevoli attività che fa e che sostiene assieme al Parma Football Club, insieme alla Parma Football School, che è la divisione del nostro Settore Giovanile e delle Scuole Calcio e mi auguro di dare grosse soddisfazioni, in primis al Sindaco e in più a tutti i nostri tifosi. Lo scopo per cui ci impegniamo – io qui ho uno dei miei collaboratori al tavolo, che è Levati e tutto lo staff tecnico, di comunicazione, la dottoressa Rancati e così via – è quello di cercare di dare soddisfazione ai nostri tifosi. Questo è quello che noi cerchiamo di fare. Perciò spero che la squadra risponda con un gran risultato a queste grandi iniziative. Ripeto, non per scaramanzia, ma per realismo: teniamo i piedi per terra, non montiamoci la testa per la bella vittoria ottenuta a Genova; teniamo alta la tensione, perché domenica sarà veramente una partita fondamentale. Come ha detto il Sindaco, i tre punti di domenica metterebbero un grosso fondamento sulla permanenza in serie A: perciò stiamo concentrati, stiamo vicini non ce n’è bisogno, visto l’appello del Sindaco, quindi non c’è bisogno di dirlo. E io spero che il Tardini sia pieno e dia un supporto enorme in questa gara molto, ma molto importante.
    Fra l’altro sono state studiate iniziative anche a livello di costi, per promuovere questa manifestazione: l’ufficio stampa le divulgherà a breve termine: perciò aspettiamo tutti, con grande voglia di dimostrare, anche da parte della squadra e i giocatori, l’attaccamento a questa città, che tanto ci sta dando.
    Perciò, per concludere, do un grazie al Sindaco e a tutta l’Amministrazione Comunale per questa nuova iniziativa”.
    levatiMIRCO LEVATI, RESP. RELAZIONI ESTERNE PARMA FC
    “Devo fare qualche ringraziamento anch’io. Mi sembra doveroso ringraziare anche l’Assessore Bernini, che ha partecipato assieme a noi a questa iniziativa, che ci ha dato un contributo fondamentale. Grazie anche al nostro ufficio stampa, in particolar modo alla dottoressa Rancati, all’ufficio stampa del Comune Monguidi, al nostro responsabile della biglietteria Corrado Sani, insomma tutti quelli che hanno collaborato a questa iniziativa.
    Iniziativa, che, come ha detto prima il Sindaco, non ha precedenti: invitare tutte le scuole inferiori allo stadio, penso che sia la prima volta che succede. Inviteremo le III, IV e V elementare, la I, II e III media. Ogni 4 bambini potrà entrare anche un adulto che accompagnerà i bambini: speriamo che i genitori ed in particolar modo i bambini, accettino questo invito, perché noi abbiamo bisogno di loro. Per noi è una partita, come si è detto prima, fondamentale: dunque più si è, a dare un contributo, come persone e come incitamento, e meglio è.
    Dunque speriamo che venga accolto il più possibile questo invito: speriamo che sia una bella giornata di sport”.
    Registrazione e trascrizione a cura di Gabriele Majo – Foto a corredo di Franco Saccò Archimmagine e http://www.stadiotardini.com/2011/03/parma-bari-invitati-10000-bambini.html

    Articolo precedentePARMA-BARI, INVITATI 10.000 BAMBINI / LEVATI E VIGNALI SPIEGANO L’INIZIATIVA
    Articolo successivoRIFFA BOYS: IN BENEFICENZA IL 50% DEI PROVENTI
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.