ASPRILLA INSISTE SU MALESANI: “SCALA CAPIVA UN PO’ PIU’ DI CALCIO…”

    0
    13

    Dopo la Partita del Cuore “Tino” non ritratta le dichiarazioni pepate riportate ieri dalla Gazzetta di Parma, anzi, al microfono di stadiotardini.com aggiunge: “Con Scala non avevo un buon rapporto, ma abbiamo vinto tanto. Lui non faceva di tutto per fare andar via i campioni che prendevano qui…”

    (gmajo) – Ieri avevamo chiosato le dichiarazioni pepate su Malesani che Asprilla aveva rilasciato ad Andrea Del Bue della Gazzetta di Parma (che ringrazio pubblicamente per aver gradito ed accettato i contenuti della mia critica): il cronista non aveva estorto un fuori onda o un off the record, come ci ha chiarito ieri sera, anzi aveva avvertito il Colombiano che avrebbe scritto sul giornale quelle sue esternazioni. Del resto Tino non si nasconde: alla fine della Partita del Cuore, sollecitato sul tema da stadiotardini.com, ha addirittura rincarato la dose… All’interno la trascrizione integrale della nostra video-intervista a Tino Asprilla
    Come è andata la Partita del Cuore? “Bene. Penso che la gente si sia divertita, noi in campo siamo stati bene, l’importante è che la gente oggi sia venuta, si sia divertita ed abbia riempito il Tardini”.
    Un appello per Telethon che si batte per le malattie rare – “Tutti nel mondo devono dare una mano a tutte queste persone che nel mondo hanno bisogno. La solidarietà di tutti è importante”.
    L’emozione del ritorno al Tardini – “Tantissima, perché qui credo di aver fatto le migliori partite della mia vita. Qui, in questo Stadio, ho vinto tanto col Parma: tornare al Tardini dopo tanti anni è una cosa strana, mi fa un effetto che è difficile da capire”.
    I parmigiani non hanno dimenticato Tino – “Neppure io loro: per quello torno sempre a Parma, perché qui la gente mi ha sempre voluto bene. A parte tutto quello che ho fatto mi ha sempre voluto bene e di questo sono felice”.
    La salvezza miracolo dei Crociati – “Bene così. Noi a casa siamo tutti tifosi del Parma – mio padre, mia sorella, tutti – perciò abbiamo seguito ogni domenica le partite e abbiamo tifato affinché quest’anno si salvasse. Forza Parma! Sempre…”
    La preannunciata partita d’Addio di Asprilla al Tardini si farà? “Mi piacerebbe giocarla con tutti i miei vecchi compagni del Parma: sarebbe una cosa spettacolare. Magari più avanti si potrà fare. Ora non so…”
    Quelle dichiarazioni pepate su Malesani riportate ieri dalla Gazzetta di Parma“Cosa ne penso? Quello che hai letto è così. Non c’è niente da nascondere: Malesani è stato quello che ha rovinato il Parma. Punto. Con tutte le sue idee, tutte le sue cose…”
    Ma ti eri trovato peggio con lui o con Scala? Perché anche lui lo avevi fatto un po’ dannare… “Il nostro rapporto, in effetti, non era molto buono, ma con Scala avevamo vinto tantissimo. Almeno Scala capiva un po’ di calcio. Scala non aveva fatto tutto il possibile affinché tutti i calciatori bravi che arrivavano a Parma andassero via: invece questo (Malesani, nda) ha fatto tutto il possibile perché i giocatori bravi o Nazionali li mandassero via tutti. Ha fatto tutto il contrario…”
    (Tino Asprilla, dopo la Partita del Cuore – Stadio Tardini di Parma, 30.05.2011 – Video-intervista e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

    VIDEO: OSIO SCHERZA SU NOSTRA “TELECAMERA” ED ASPRILLA…

    Articolo precedenteLA PARTITA DEL CUORE – Fotogallery dal campo di Elisa Contini
    Articolo successivoLA PARTITA DEL CUORE – Fotogallery dal campo di Franco Saccò (Archimmagine)
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.