GHIRARDI: “ERREA’ AZIENDA PARMIGIANA CHE INVESTE SU TERRITORIO”

    0
    15

    Il Pres, durante la conferenza per il rinnovo della partnership tecnica: “E’ un positivo esempio di parmigianità. Il Parma è dei parmigiani, il Parma è dei tifosi, il Parma è di tutti.” Intanto il VP Penocchio, a stadiotardini.com, smentisce i rumors su un incremento della sua partecipazione
    gandolfi ghirardi stretta di mano(gmajo) – Erreà ci teneva così tanto a griffare la Maglia del Centenario del Parma da riuscire a sbaragliare la concorrenza agguerrita di forti multinazionali del settore – pare appoggiate, tra l’altro, da alcune non trascurabili componenti all’interno dello stesso club – prolungando, ancor prima della naturale scadenza, il proprio accordo quale sponsor tecnico della compagine Crociata, ora riaggiornata al 2015. Per Tommaso Ghirardi si tratta di un “felice esempio di parmigianità, di aziende parmigiane che investono sul territorio, che investono sulla società della loro città. Dovrebbe essere un esempio per tanti altri imprenditori locali che io sprono sempre ad investire nel Parma perché il Parma è dei parmigiani, il Parma è dei tifosi, il Parma è di tutti. Se c’è la possibilità si prenda esempio da questa azienda, da questa famiglia che ha voluto investire proprio sul territorio dove vive e dove è presente da sempre”. Eravamo stati noi di stadiotardini.com, durante la conferenza stampa, a stimolare l’argomento, chiedendo al Pres, se Erreà e Navigare fossero piacevoli eccezioni di una imprenditoria locale non proprio generosa con la squadra di calcio del territorio. Ghirardi, nella sua risposta, giustamente ha aggiunto pure Banca Monte Parma “nonostante le difficoltà”. Intanto il VP Diego Penocchio, da noi contattato, ha smentito di aver scalato il 40% del club… Continua all’interno, anche con i filmati e le trascrizioni integrali delle dichiarazioni di Ghirardi

    SAM_3642Proprio mentre ci accingevamo a relazionare i nostri lettori sull’accordo siglato ieri tra Erreà e Parma FC, infatti, un nostro informatore di fuori piazza, di solito piuttosto attendibile, ci riferiva di rumors circolanti in ambienti industriali bresciani, di un incremento della partecipazione societaria del Vice Presidente Diego Penocchio nel Parma FC,salita addirittura al 40%. Va da sé che se la notizia fosse stata vera sarebbe stata una vera e propria bomba e avremmo accentuato enfasi e titolazione: comunque per saperne di più abbiamo contattato direttamente l’imprenditore bresciano, il quale, però, ha decisamente ghirardi gazzetta di parma 18 05 2011smentito la chiacchiera, ribadendo che la sua partecipazione nella compagine societaria Eventi Sportivi Srl è pari al 10%, più il 5% di Brixia Incipit di cui è Presidente. Abbiamo sentito il dovere di verificare subito l’indiscrezione perché nell’intervista che Tommaso Ghirardi aveva rilasciato a Paolo Emilio Pacciani della Gazzetta di Parma, uscita il 18 maggio scorso, aveva svelato: «Circa un mese fa ho incontrato alcuni imprenditori, parmigiani e no, per sottoporre loro la possibilità di entrare nell’azionariato del Parma calcio. Io e la mia famiglia vogliamo mantenere la maggioranza e la guida, ma non ci dispiacerebbe avere come soci degli imprenditori parmigiani. C’è chi ha dimostrato interesse ma purtroppo al momento non c’è ombra di parmigiani e questo non è bello per la città. La sola eccezione encomiabile è Marco Ferrari, unico parmigiano che ha messo soldi investendo in questo progetto». Chi sono, dunque, gli imprenditori non parmigiani (certificato che i nostri sono latitanti…) incontrati un mese fa che possono avere penocchio parma clunb petitotun qualche interesse a diventare soci di Ghirardi nel Parma? L’ipotesi che Diego Penocchio potesse del tutto sostituire Angelo Medeghini non solo come carica nel CdA (Vice Presidente), ma anche come numero di quote di proprietà (il primo socio aveva appunto il 40%) poteva anche non essere così campata per aria come in effetti risulta essere dopo la verifica da noi fatta direttamente alla fonte. Rimane il fatto che Ghirardi vorrebbe qualcuno con cui condividere il peso della gestione di una squadra ambiziosa di serie A, pur mantenendo e le redini societarie (“Io e la mia famiglia vogliamo mantenere la maggioranza e la guida”, aveva detto a Pep).
    gandolfi ghirardi conf stampa rinnovo partnershipMa durante la conferenza stampa di ieri non si è parlato di nuovi soci, quanto di sponsor del territorio che preferiscono pascolare altrove, come potete leggere integralmente nella trascrizione qui sotto (mi scuso per la non buona qualità della registrazione video, ma l’audio è perfettamente percepibile). A chi si riferisce Ghirardi quando accenna ad altre aziende importanti” che vede in “alcuni stadi diversi da quello di Parma e mi dispiace, perché la visibilità nostra è paritetica a quella di altri club”? Il logo di Parmacotto è uno dei più gettonati negli stadi italiani, ma un piccolo ghirardi barillaimpegno anche nel Parma ci risulterebbe esserci stato. Non mi pare di aver scorto in giro per la Penisola, invece, quello della Barilla, a parte la controllata Pavesi. Un’ultima riflessione: Erreà, spronata dal Centenario ma non solo (Angelo Gandolfi è talmente innamorato del Parma da spronare i giornalisti a sostenere sempre il club perché i loro scritti avrebbero perfino più presa dei gol di Amauri…) ha rinnovato il proprio impegno fino al 2015; Navigare, con cui lo scorso anno di questi tempi era stato rinnovato il matrimonio in essere, farà altrettanto? Come ha ricordato ieri il Pres, comunque, questa stagione è ancora coperta, dopo quel biennale. Così come ancora per un anno si vedrà il logo di Banca Monte Parma, (a noi di stadiotardini.com l’aveva già confermato giorni fa il presidente uscente Salvatori) in attesa di capire cosa intenderà fare il nuovo management della proprietà Intesa San Paolo. (Gabriele Majo)

    RISPOSTA DEL PRESIDENTE DEL PARMA FC TOMMASO GHIRARDI ALLA DOMANDA DI GABRIELE MAJO DI WWW.STADIOTARDINI.COM: “ERREA’ E NAVIGARE SONO PIACEVOLI ECCEZIONI DI UN’IMPRENDITORIA LOCALE NON GENEROSA CON IL PARMA?”

    conf erreà parma fc rinnovo“Purtroppo sì. Io non voglio mai essere frainteso, per questo ringrazio assolutamente tutti i parmigiani – imprenditori e non – che danno un contributo al Parma sia a livello di volontariato e di collaborazioni, e anche a livello economico. Per cui chi vuole investire sul Parma, dai 5 euro ai 1.000 euro ai 100.000 euro per me è uguale, lo ringrazio sempre. E’ chiaro che il mio ufficio marketing, in particolare G SPORT, mi dice che l’imprenditoria parmigiana è molto scarsa. E questo, sicuramente, avrà un significato a livello economico, perché c’è sicuramente una crisi forte, che speriamo stia passando, però questo è un dato di fatto. Io non lo dico per fare polemica, però non possiamo neanche raccontarci delle bugie. Ambisco, e continuo a gandolfi e manuela bosellisollecitarlo perché mi piacerebbe davvero, che imprenditori parmigiani dessero un contributo importante, perché più sponsor abbiamo e più forti siamo.
    Angelo (Gandolfi, nda) è un parmigiano doc che investe tantissime delle sue risorse nel Parma: con la forza che ha potrebbe andare anche lui al Milan, all’Inter o alla Juventus, non è che non ci possa andare, però sceglie di stare a Parma. Altre aziende importanti le vedo su alcuni stadi diversi da quello di Parma e mi dispiace, perché la visibilità nostra è paritetica a quella di altri club. E’ chiaro che se parliamo conf stampa rinn erreàdi main sponsor con noi c’è Navigare a cui va un ringraziamento importante, perché ha fatto un contratto pluriennale, che ci lega ancora per un anno, e poi non dimentichiamo Banca Monte Parma, che pur nelle sue difficoltà ha confermato la sua sponsorizzazione anche quest’anno e perciò per noi è importante perché sono tanti soldi.
    Queste sono tre aziende a cui io devo essere grato e devo ringraziarle, ma, ripeto, ringrazio chiunque investa sul Parma, a meno che Martino Ferrari non sia ubriaco, però la presenza delle aziende parmigiane è bassa. Però magari è ubriaco lui…”
    (Risposta del Presidente del Parma FC Tommaso Ghirardi a Gabriele Majo di www.stadiotardini.com, durante la conferenza stampa sul rinnovo della partnership fino al 2015 con Erreà)


    INTERVISTA A TOMMASO GHIRARDI DI MANUELA BOSELLI (TV PARMA)

    ghirardi microfono boselliPresidente Ghirardi, lei ha speso parole importanti per Erreà, con cui rimarrete legati per altri anni…
    “Ho detto quello che penso, ho detto quello che è giusto dire, perché è un’azienda vicina alla nostra squadra, e le è stata vicina nei momenti più difficili e lo dimostra il fatto che ancor prima che scadesse il contratto ha voluto rinnovare la collaborazione, perché così deve essere, non si tratta di una semplice sponsorizzazione, ma di una vera e propria collaborazione. Perciò devo ringraziare Gandolfi e la sua famiglia perché hanno fatto un grande sforzo a livello tommaso ghirardieconomico e anche di sopportazione, perché sopportare tutta la struttura del Parma, sopportare i giocatori, sopportare tutto quello che c’è qua intorno, vi garantisco non è semplice. E’ giusto dire, per onor di cronaca, che avevamo delle offerte molto importanti, da multinazionali del settore, ed Erreà è stata in grado, invece, di mantenere questa sua posizione. Sono molto contento, perché è un esempio di parmigianità, di aziende parmigiane che investono sul territorio, che investono sulla società della loro città. Perciò credo che questo debba essere un esempio boselli intervista ghirardiper tanti altri imprenditori che, come sanno, io sprono sempre ad investire: il Parma è dei parmigiani, il Parma è dei tifosi, il Parma è di tutti. Perciò se c’è la possibilità prendiamo esempio da questa azienda, da questa famiglia che ha voluto investire proprio sul territorio dove vive e dove è presente da sempre”.
    E’ un appello per altre aziende parmigiane e per il mondo imprenditoriale della città, affinché sostenga il Parma…
    “Sì, lei è stata chiarissima. Io l’avevo messo un po’ tra le righe, ma la ringrazio perché ha fatto ghirardi intervistaancor più luce su questa cosa che, chiaramente, è la realtà e la verità. Io sono ambizioso, vorrei rafforzare sempre la squadra e la società, ma ho bisogno de gli imprenditori che come me investono e come me credono in questo progetto. Più si uniscono le forze e più si ottengono dei risultati. E’ chiaro che veniamo da un periodo molto difficile, ma è stato difficile anche per me, perciò, auspico che tante altre famiglie imprenditoriali come la famiglia Gandolfi investa sul Parma Calcio.”

    (Risposta del Presidente del Parma FC Tommaso Ghirardi a Manuela Boselli di Tv Parma a margine della conferenza stampa di presentazione sul rinnovo della partnership fino al 2015 con Erreà. Videoregistrazione e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

    ARTICOLI  E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI
    GHIRARDI: “A PARMA NON SI RACCOLGONO 3 MILIONI DI SPONSORIZZAZIONI”
    PARMA, PROVENTI PUBBLICITARI PER QUASI 5 MILIONI DI EURO
    BANCA MONTE NEL PARMA FC, SALVATORI: “OGGI CI SIAMO. DOMANI LO DECIDERANNO ALTRI”
    L’IMPRENDITORE NEL PALLONE
    CARRA (ERREA’), VIDEORISPOSTA A UN NOSTRO LETTORE SU MAGLIA CENTENARIO
    GANDOLFI (ERREA’): “PER MAGLIA CENTENARIO APERTI A IDEE DEI TIFOSI”

    Articolo precedenteGANDOLFI (ERREA’): “PER MAGLIA CENTENARIO APERTI A IDEE DEI TIFOSI”
    Articolo successivoGALLIANI E QUELLA PROPORZIONE DIFFICILE DA CAPIRE…
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.