RAVADESE, LA’ DOVE SI PRESENTERA’ LA MAGLIA

    0
    14

    Video-reportage dalla struttura attrezzata nella periferia a Nord Est della città dove sabato sera inizieranno i festeggiamenti del 30° di fondazione del CCPC e dove domenica sera vedranno la luce le nuove casacche gara del Parma.

    (gmajo) – Chi ha già dato una occhiata alla fotogallery amatoriale che stadiotardini.com ha pubblicato in serata, avrà senza dubbio notato che i vertici del Centro di Coordinamento del Parma Club oggi erano tutti al lavoro a Ravadese, là dove sabato sera inizieranno i festeggiamenti per il Trentennale e dove domenica sera, 10 luglio, avranno i natali le divise da gioco ufficiale del Parma FC per la stagione 2011-12. Continua all’interno, anche con la videointervista al Vice Presidente Bruno Bia.
    SAM_8421L’obiettivo della “paparazza”, così potremmo simpaticamente ribattezzare la famigerata compatta di stadiotardini.com, non si è lasciato sfuggire l’istantanea con il presidente Angelo Manfredini e il suo vice Bruno Bia  mentre, a fianco di una scala, stavano sospingendo un pannello nella struttura che ospiterà il palco dove nelle due serate della Terza Festa Gialloblù ci sarà l’intrattenimento musicale (sabato con i Taro Taro Story, domenica con Dj Frambo), e soprattutto domenica sera l’attesa presentazione delle maglie gara del Parma stagione 2011-12.

    SAM_8371A Bruno Bia è stato affidato proprio il compito di curare l’allestimento della zona che ospiterà il vernissage: davanti al palco si stende un vasto prato, ove sorgerà la pista da ballo, che si spingerà fino al punto bar prospiciente, dove, al nostro arrivo, avevano appena finito di montare le spine per spillare la birra. A parere del vice presidente del CCPC su questo spiazzo possono comodamente stare ben 3.000 persone per assistere alla presentazione, senza avere nulla da invidiare alla piazza di Salsomaggiore Terme dello scorso anno, che, a occhio a me sembrava, invece, avere un’area SAM_8359maggiore a disposizione dei supporter. L’altro vice presidente, Giorgio Iotti, manco a dirlo, era stato incaricato di seguire i lavori in cucina, dove i nostri erano assai impegnati (anche in maniera piuttosto sonora, come si può ascoltare nell’audio dell’intervista che ci ha concesso Manfredini) a lavare piatti, stoviglie e pentoloni utili per accontentare le bocche fameliche dei tanti tifosi che accorreranno in quest’area, dove pure i Boys, qualche settimana prima, avevano celebrato la propria festa. Fuori dalla registrazione abbiamo accennato a Manfredini di qualche messaggio SAM_8411un po’ critico sulla scelta di questa location, che appartiene al PD, giunta sul nostro portale. Egli ci ha tenuto a precisare che la politica con questa scelta non c’entra nulla e che è stata battezzata per il secondo anno consecutivo l’area di Ravadese proprio perché è l’unica ad essere attrezzata per un evento di questo tipo. Del resto qui sono in tanti, dopo aver corrisposto l’emolumento richiesto al partito, a venire a far feste, indipendentemente dal proprio credo politico. In effetti a disposizione dei tifosi crociati ci saranno anche due ristoranti coperti, così come altri due stand – SAM_8416uno di Erreà, uno del Parma FC – daranno il benvenuto agli avventori. “Colgo l’occasione che mi offrite, e poi lo farò anche più avanti, per ringraziare la Società che ci ha dato la possibilità di ospitare per la prima volta la presentazione delle maglie – ha detto a stadiotardini.com Angelo Manfredini per noi del Coordinamento è un fiore all’occhiello: vuol dire che la Società ci è vicina così come noi siamo vicini a loro. Noi ci riteniamo parte integrante di questa società, per cui ripeto, un grazie a Ghirardi e a tutto lo staff che lo circonda”. “Tra il Parma e noi c’è una buona SAM_8356collaborazione – ha aggiunto il vice presidente Bruno Biae questo ci porta ad essere disponibili per iniziative come queste. Certo preparare il tutto è un po’ pesante, ma poi c’è la soddisfazione di avere messo in piedi qualcosa di bello. Almeno, così si spera… Qualcosa di nuovo, tra l’altro, perché difficilmente un gruppo di tifosi riesce a mettere in piedi una cosa di questo genere”. Sabato e domenica sera, dunque, a Ravadese, là dove ebbe i natali il beato Guido Maria Conforti, la famiglia del CCPC sarà in festa, con il lieto evento (domenica) della nascita delle maglie del Parma. Gabriele Majo
    Clicca sotto  per vedere la fotogallery amatoriale:

    RAVADESE, CCPC AL LAVORO PER FESTA 30° E PRESENTAZIONE MAGLIE

    Articolo precedenteLOTTOMATICA, IN VIA SAN LEONARDO EMESSO SOLO 1 TCP IN 3 GIORNI
    Articolo successivoMILANO E LA CARICA DELLE QUATTRO MAGLIE
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.