“DOMANI SOGNEREMO ALTRI TRAGUARDI”

    2
    25

    La beneaugurante scritta, ispirata da Mirco Levati, campeggia nel rinnovato Emporium che domani riapre i battenti al Tardini, tra l’altro con una gigantografia della Nord su una parete. Guarda le foto
    SAM_1604(gmajo) – “Domani sogneremo altri traguardi”: la beneaugurante scritta campeggia, vergata in corsivo blu su fondo bianco, in alto sulle storiche mura che ospitano Emporium all’interno dello stadio Tardini, ed è stata ispirata da Mirco Levati, il responsabile delle relazioni esterne, presidenziali ed istituzionali del Parma FC, che oggi, verso le 17.30, ha fatto un sopralluogo nei locali intrattenendosi con Fabrizio Corica, titolare della Nitro Grafica, che ha curato il restyling grafico del punto vendita di merchandising ufficiale del club. La rinnovata struttura – da domani fruibile a tutti i tifosi, che potranno trovare abbigliamento ufficiale, gadget e accessori con le novità della stagione sportiva 2011-12 – è passata anche all’attento vaglio del direttore organizzativo Corrado Di Taranto e del responsabile dei servizi generali e sicurezza Stefano Perrone, presenti durante il summit pomeridiano. In attesa della inaugurazione ufficiale, la cui data sarà successivamente comunicata (si presume in occasione della presentazione della squadra, fissata per venerdì 12 agosto 2011, in concomitanza con la prestigiosa amichevole con il Levante, formazione militante nella prima divisione spagnola), lo store riaprirà domani, mercoledì 3 agosto, a partire dalle ore 15 e, fino a venerdì 5 agosto aprirà solo di pomeriggio (orario di chiusura le 19). Continua all’interno con l’anticipazione di come sarà il rinnovato Emporium e qualche foto

    SAM_1602Le foto, ovviamente, non sono ancora state scattate all’interno di Emporium, giustamente per non rovinare la sorpresa, ma Fabrizio Corica, titolare di Nitro Grafica che ha curato l’allestimento grafico interno del rinnovato store, ci fornisce, con le sue parole, una serie di istantanee ricche di ghiotte anticipazioni: “Nitro Grafica – ha detto a stadiotardini.com – ha curato la realizzazione di tutti i pannelli all’interno del negozio. Ci siamo occupati della produzione degli adesivi con gli scudetti del Parma e della loro applicazione, oltre che delle scritte sui muri, delle targhe in plexiglass, pannelli e totem.. I colonnotti che sostengono le Coppe hanno decorazioni con effigi di Minotti, Sensini, etc. Su una parete, a sinistra rispetto all’ingresso, c’è una gigantografia della Curva Nord lunga 5,40 mt e alta 2,50 che fa da fondale tra i mobili neri su cui stanno per essere collocati i capi di abbigliamento del Parma. Ci sono poi dei pannelli applicati al muro che SAM_1605riprendono Crespo, Colomba che incita la squadra mentre sono tutti abbracciati (la stessa immagine scelta per la campagna abbonamenti Uniti si vince sempre, nda), il presidente Ghirardi ritratto di schiena mentre applaude la Curva, Giovinco alzato al cielo dai emporiumcompagni. Sempre a nostra cura anche le scritte sui mobiletti”. Nei prossimi giorni verranno esposte le targhette di chi ha sponsorizzato e realizzato il restyling di Emporium: “Oltre a noi di Nitro Grafica si tratta di Bisante Costruzioni e Center Auto”. Non è la prima volta che Nitro Grafica cura allestimenti per conto del Parma: “Il rapporto è nato grazie ad Erreà di cui la nostra azienda segue gli allestimenti nei vari punti vendita in Italia, a partire dallo Sport Point nell’area Ex Salamini. Sono stati loro a farmi avvicinare al Parma FC. Già a Ravadese, in occasione della presentazione delle maglie, ci siamo occupati dell’allestimento, andando ad ottimizzare la controsoffittatura e realizzando la scenografia con i pannelli di Crespo & C.” Gabriele Majo

    SAM_1603
    SAM_1601
    SAM_1606

    Articolo precedenteE ORA MARCO HA LA SUA TESSERA DEL TIFOSO…
    Articolo successivoNELL’ANTISTADIO DELL’ENNIO LE PUBBLICITA’ TORNANO VISIBILI
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

    2 Commenti

    1. Majo ci può fare una parafrasi della frase inventata da Levati ci può dare una lettura dell'estro poetico di uno dei pochi dirigenti parmigiani rimasti al Parma ci può fornire una sua valutazione e interpretazione? Anche se sarebbe interessante lo intervistasse con una delle sue introspettive interviste.

      Bettino

    2. Caro bettino, oggi, come da sua richiesta avrei voluto intervistare levati, ma il medesimo ha declinato l'invito non potendo parlare del rinnovato emporium fino alla sua inaugurazione. Vabbe', amen faremo a meno del suo verbo. Circa la frase da lui ispirata, di cui mi chiede conto, penso possa essere di facile comprensione, pensando che e' stata vergata sopra i trofei in palmares. L'auspicio espresso e' di poterne aggiungere ulteriori, anche se mi pare in contraddizione con la politica del basso profilo per cui si lotta solo per salvarsi. In effetti i tempi, rispetto alla grandeur, sono un po' cambiati e se da una parte e' virtuoso ricordarlo, dall'altro poi dall'altro e' un po' contraddittorio fomentare speranze. Ma il poeta levati per sua stessa ammissione sia pure privata e non pubblica ha spiegato che era stato il tifoso che e' in lui a dettarla. Sia quella del titolo di ieri, sia quella del titolo di oggi. Saluti gmajo

    Comments are closed.