INDISCREZIONE / MONGUIDI LASCIA DI NUOVO IL COMUNE PER IL CALCIO ?

2
12

L’ex capo ufficio stampa del Parma, un anno fa tornato in Municipio, avrebbe rassegnato le dimissioni nelle mani del Sindaco di Parma Vignali. Sarebbe pronto per lui un importante incarico nella struttura comunicazionale della Confindustria del Pallone

Alberto Monguidi(gmajo) – Prudenza vuole che ponga il punto interrogativo a conclusione del titolo di una notizia che stadiotardini.com ha raccolto stamani in città e opportunamente verificato. Per correttezza la licenziamo con il preambolo “indiscrezione”, in attesa della ufficialità, ma si tratta sostanzialmente di qualcosa di certo, per lo meno nella prima parte. Alberto Monguidi, giornalista professionista a capo dello staff comunicazionale del Sindaco, ove era tornato dopo una stagione in prestito al Parma Calcio quale capo ufficio stampa e comunicazione, sta per lasciare di nuovo la scrivania municipale per trasferirsi, con un importante incarico professionale, alla Lega Serie A. Proprio stamani avrebbe rassegnato le dimissioni nelle mani del sindaco Pietro Vignali. La decisione di interrompere con qualche mese di anticipo rispetto alla scadenza naturale l’esperienza di capo ufficio stampa del Comune di Parma potrebbe essere collegata anche alla decisione paventata dallo stesso Vignali di non ricandidarsi più quale primo cittadino dopo il deflagrare dell’inchiesta Green Money 2 che ha provocato non pochi terremoti, ma certo può aver giocato molto anche la preoccupazione di potersi trovare da un giorno all’altro senza lavoro in caso di commissariamento. E così Monguidi, abile Richelieu, potrebbe avere messo a frutto proprio l’esperienza maturata nel mondo del calcio grazie al Parma e le conoscenze fatte in quell’annata, fino a candidarsi autorevolmente per un importante posto nella struttura comunicazionale della Confindustria del Pallone Continua all’interno

monguidiAi vertici manageriali di quell’organismo vi è un altro parmigiano, il direttore Generale Marco Brunelli: insomma, se l’anticipazione verrà confermata, sarà una Lega alla Pramzàna, ci manca solo che si aggiunga Luca Baraldi presidente di Lega al posto del dimissionario Beretta (attenzione quest’ultima è solo una boutade, ma il dirigente che era arrivato fino al gradino immediatamente più basso potrebbe avere tutte le carte in regola per la poltrona più alta)… Dunque il Parma esporta i propri cervelli comunicazionali: pochi giorni fa il giovane Roberto Rodio, ex collaboratore e dipendente dell’ufficio stampa crociato si è accasato al Brescia, adesso Monguidi sta per trasferirsi alla Lega Serie A. Ovviamente le felicitazioni più sincere le porgeremo quando il gatto sarà nel sacco come dice il Trap, per il momento gli basti l’in bocca al lupo. Gabriele Majo

Articolo precedenteMARQUES, IL TERRASSA E LA GAZZETTA DI PARMA
Articolo successivoC’E’ L’UFFICIALITA’: MONGUIDI LASCIA IL COMUNE E PASSA ALLA LEGA B
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

2 Commenti

  1. Non per sparare sulla Croce Rossa, ma prima Rodio al Brescia ora Monguidi addirittura in Lega, sbaglio o Lei e' l'unico ex addetto stampa del Parma ancora senza ingaggio? Strano, dal momento che Lei e' il Maestro, il Vate, no?

  2. Il Vate o il vater non lo sono, il Maestro di Rodio sì, è acclarato. Di Monguidi non posso dirlo: anzi, lui è stato mio direttore ai tempi di Polis. La Croce Rossa sarei io? Spari pure non c'è problema. Io non ero certo in competizione né con Roberto né con Alberto. Se vuole può aggiungere pure che tra gli ex addetti stampa del Parma Calcio che hanno strappato un ingaggio, mentre io sono più o meno volontariamente al palo, c'è pure Paola Zazzali la quale pure collabora con l'ufficio stampa municipale. Detto questo se vuole sparare anche sulla Pubblica Assistenza… Cordialmente Gmajo

Comments are closed.