JACLEROI, “FCPARMA.COM, SITO FOTOGRAFICO PER SUSCITARE EMOZIONI”

6
9

Alessandro Venè e Stefano Adorni hanno illustrato la filosofia alla base del restyling del nuovo portale  ufficiale del club  ora interfacciato su tutte le piattaforme di comunicazione del web 2.0 per trasmettere passione, agonismo e intensità, le tre emozioni basilari del calcio – GUARDA LA FOTOGALLERY AMATORIALE

 

ALL’INTERNO UNA SCHEDA  SUL NUOVO FCPARMA.COM

WWW.FCPARMA.COM, LA TUA PASSIOONE IN RETE, SEMPRE E DOVUNQUE

Parma, 7 settembre 2011 – Passione, agonismo, intensità. Il nuovo portale fcparma.com si rinnova seguendo tre emozioni basilari nel mondo del calcio. La comunicazione online dei crociati si moltiplica, portando la tradizione e la storia della squadra italiana che ha vinto di più in Europa dopo Milan, Juve e Inter su tutte le piattaforme di comunicazione del web 2.0; con una versione internazionale – in inglese – che sarà quindi fruibile dai tifosi gialloblù di tutto il mondo, dall’Indonesia all’Alaska.

ENTRA NELL’EMOZIONE PARMA: ORA ANCHE IN INGLESE

La scelta effettuata dal Parma Fc, in collaborazione con Elygiro e Jacleroi (partner principali nella realizzazione del nuovo portale fcparma.com), è stata quella di dare un messaggio forte di comunità e riconoscimento nei colori sociali da parte dei supporter crociati. Grazie alla collaborazione di un tifoso, la Splash Page dove ogni utente arriverà digitando www.fcparma.com è realizzata con uno scatto fotografico dall’alto della Curva Nord, che riprende la squadra del Parma mentre scende in campo in una vera atmosfera di festa sportiva. Nella Splash Page sarà possibile scegliere la lingua in cui si vorrà visualizzare fcparma.com. Attualmente italiano e inglese.

VIVI L’AMBIENTE CROCIATO

L’interfaccia principale del nuovo portale, da cui sarà possibile attingere a tutte le informazioni sul Parma Fc, struttura tre sfondi che cercano di riassumere tutti gli aspetti dell’ambiente crociato. Prima di tutto uno sfondo che ritrae gli spogliatoi dello stadio, cuore pulsante dove i gialloblù si preparano a scendere in campo e a onorare i colori sociali. Quindi uno scatto del Tardini, casa del Parma. Infine un particolare di gioco, dove un giocatore del Parma conquista un pallone. Un’immagine che vuole simboleggiare lo spirito di lotta e grinta che deve contraddistinguere ogni crociato quando scende in campo con la maglia del Parma.

LE NOVITA’

La nuova versione di fcparma.com intende sviluppare ulteriormente la condivisione dei contenuti. Facebook, Twitter, FC PARMA TV, e feed RSS diventano parte integrante del nuovo portale e vengono messe in evidenza nella parte alta dello stesso. Una pulsantiera permette di accedere a tutte le piattaforme di socializzazione e di seguire così il Parma su ogni network. La linea scelta è quella della condivisione totale, per la maggior visibilità del Parma.

FCPARMA.COM – LA STRUTTURA

Le notizie di maggiore interesse sul Parma sono tutte racchiuse nel riquadro NEWS. Tutte le novità di maggiore rilievo saranno inserite coordinati sempre da una foto, e corredate eventualmente da una gallery fotografica e dai contenuti video di Fc Parma TV. Le “comunicazioni”, che avevano molto spazio nella precendete versione di fcparma.com, sono state spostate nella sezione FLASH, che permette una visualizzazione rapida delle ultime informazioni sulle iniziative crociate. A destra delle NEWS è stato inoltre previsto un box che annuncia il prossimo match del Parma, oltre ad un link per visualizzare classifica e risultati.

BIGLIETTI – SETTORE GIOVANILE – PARMA FOOTBALL SCHOOL

Appena sotto, sempre visibile appena entrati nel portale, è stato ricavato uno spazio dedicato alla vendita online dei biglietti per vivere più agevolmente l’emozione di una partita al Tardini. Attraverso fcparma.com si avrà quindi accesso a Listicket.it, grazie alla collaborazione di Lottomatica, che evidenzierà il listino a disposizione dei tifosi. A fianco del box biglietti, spazio alle nuove leve gialloblù. Il Settore Giovanile oltre ad avere una lista completa dei quadri tecnici e delle rose delle varie categorie ha – come la prima squadra – una sezione dedicata alle comunicazioni simile a quella FLASH. Parma Football School infine ha il suo sito internet dedicato in cui trovare tutte le indicazioni sulle iniziative progettate e tutte le informazioni necessarie per aderire alla scuola calcio del Parma FC.

STORE ON LINE E EMORIUM

Per lo Store Online il Parma continua ad avvalersi della collaborazione con il Parma-Point Erreà, che venderà il materiale crociato anche all’estero. Non mancherà naturalmente nella barra di navigazione superiore una sezione dedicata all’Emporium dello stadio Tardini recentemente ristrutturato.

IL TEAM DEGLI SPONSOR

Il nuovo fcparma.com modifica anche la sua filosofia nella visibilità degli sponsor. I marchi di chi sostiene il Parma Fc nella sua stagione agonistica in serie A sono stati integrati nella grafica del nuovo sito. Oltre agli spazi tradizionali, a rotazione, è stato deciso di inserire anche un team di 10 sponsor, una line-up di partner che hanno scelto di posizionarsi nella home page del sito crociato. L’idea nasce in collaborazione con l’ufficio marketing e pubblicità del Parma Fc G Sport.


BARRA DI NAVIGAZIONE

Il portale del Parma Fc mantiene un sistema di navigazione semplice e immediato, tramite la barra di navigazione superiore. La fascia gialla permette di accedere ad ogni sezione di fcparma.com per una consultazione rapida e veloce.

VIVIPARMA

L’ultima sezione della barra di navigazione è VIVI PARMA. Si tratta di un’idea nata durante la costruzione del sito. Perché non offrire ai tifosi ospiti – che vengono al Tardini anche da lontano e devo trovare una sistemazione per almeno una notte – un servizio comodo di prenotazione a portata di click? La struttura scelta per fornire questo servizio è Parma Incoming, che permette di trovare hotel, alberghi, bed&breakfast, ristoranti e eventi serali che potrebbero interessare i tifosi giunti a Parma per andare a vedere una partita di campionato al Tardini.

COMING SOON

All’interno del nuovo pacchetto di comunicazione previsto dal Parma Fc sono allo studio anche altre novità. Tra gli obiettivi priorità quello di avere quanto prima una newsletter che possa aggiornare quotidianamente tutti i tifosi crociati.

EDICTA E PARMA STADIO

Stagione ai nastri di partenza per il mensile ufficiale dei crociati Parma Stadio, realizzato in collaborazione con Edicta e con il contributo fotografico di Getty Images, giunto al suo secondo anno. Cambia la veste grafica ma non il formato del magazine ufficiale del Parma Fc, che aumenta ancora la sua qualità grafica e gli spazi dedicati ai colori gialloblù. Primo appuntamento della stagione 2011/12 per consultare Parma Stadio sarà il match contro il Chievo, il 18 settembre. In distribuzione gratuita al Tardini durante le partite casalinghe, il magazine si troverà anche in edicola al costo, invariato rispetto allo scorso anno, di 4 euro.

FACEBOOKwww.facebook.com/fcparma

clip_image002La pagina ufficiale del Parma Fc su Facebook, aperta a gennaio del 2011, conta oggi più di 8.000 tifosi iscritti. Tutte le informazioni sui crociati, i video e le possibilità offerte dal Social Network più seguito del mondo (fra cui la possibilità di condividere foto e di rispondere ai sondaggi) sono messe a disposizione degli appassionati e dei nostri tifosi. L’intento futuro è quello di sviluppare in futuro la pagina Facebook anche in inglese.

TWITTERhttp://twitter.com/#!/fcparmacalcio

clip_image004Non poteva mancare il sistema di instant messaging più popolare, dove il Parma comunica tutte le comunicazioni in contemporanea con il portale fcparma.com;

FLICKRhttp://www.flickr.com/photos/parmafc/

clip_image006Grandi novità per la photogallery del Parma Fc che sarà implementata sulla piattaforma mondiale Flickr. In questo modo non ci sarà più un contenitore unico ma differenti cartelle che spazieranno dalle foto delle gare ufficiali fino a quelle delle inizative svolte durante la settimana. Il Parma Fc si avvale della collaborazione dell’agenzia di livello internazionale Getty Images. In Flickr si potranno anche trovare le foto scattate dall’ufficio stampa così come quelle dei tifosi che potranno diventare così patrimonio del Parma Fc per creare un grande database di immagini facilmente consultabile.

MOBILEhttp://test.fcparma.com/index.php/feed/

clip_image008Il Parma sempre con te. Anche sul telefonino sarà possibile seguire i gialloblù, grazie al Feed RSS installato sul nuovo portale fcparma.com. Con un semplice reader ogni tifoso potrà avere immediatamente sul proprio smarthphone tutte le news;

FC PARMA TVhttp://webtv.fcparma.com/

clip_image010La TV del Parma Fc – giunta ormai al secondo anno di vita – è realizzata in collaborazione con STREAM IT, il portale televisivo online più importante d’Italia, con più di 30 milioni di video visualizzati ogni mese. Il Parma parte da una statistica mensile di video visualizzati superiore ai 100.000. Grazie alla collaborazione con Streamit (che collabora fra gli altri con Samsung nell’implementazione della Tv in streaming sui televisori di quarta generazione) FC PARMA TV ha raggiunto nella scorsa stagione 960.000 video visualizzati. Anche quest’anno in palinsesto gli Highlights delle gare ufficiali (da due ore dopo la fine del match), le interviste dopo-partita, le conferenze e le iniziative che vedono impegnati atleti e dirigenti del Parma Fc. Nel segno della continuità anche le dirette per quel che riguarda gare amichevoli della prima squadra e campionato Primavera. Senza dimenticare le partite di maggior prestigio disputate dai ragazzi del settore giovanile. Il palinsesto sarà pubblicato sulla sezione FLASH di fcparma.com

Articolo precedenteFCPARMA.COM CON VISTA DALLA CURVA
Articolo successivoCARO MORRONE, BISOGNA FAR LA FESTA ALLA JUVE E POI FAR FESTA
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

6 Commenti

  1. la solita mania di resyling continui, come se avessero il potere di dar vita ad un morto: ma chi li guarda i siti ufficiali?? al massimo ci si entrra una o due volte, ma poi basta.
    Ma pare proprio che non lo capiscano e continuano a spendere soldi per nulla, ma contenti loro….

  2. Sono solo parzialmente (e direi con una percentuale piuttosto lontana da un equanime 50%) d'accordo con l'estensore del commento anonimo che mi precede. Intanto perché ogni valutazione sarebbe degna di una firma a sostegno, mentre il dispaccio senza nome ha indubbiamente meno credibilità. Al di là di questo: personalmente sono piuttosto nemico dei restyling, in quanto, fin da giovane (e penso sia proprio questo il problema…) uno dei principi massimi che avevo appreso era che la "continuità" viene prima di tutto. Alla radio avevamo non solo sempre la medesima cadenza fissa dei GR, ma anche le trasmissioni musicali e di intrattenimento negli anni venivano programmate sempre alla stessa ora senza quelle rivoluzioni che con raccapriccio avrei notato successivamente quando iniziai a collaborare con Radio Capital. Loro, al contrario di questo principio, proponevano una rivoluzione continua, con programmi spostati dalla mattina alla notte o dalla sera al pomeriggio, e frequenti restyling anche di jingle e stacchetti. Il webmaster di stadiotardini.com mi aveva proposto soluzioni molto fantasiose e spettacolari, rispetto alla linea se vogliamo elementare che proponiamo con estrema semplicità, senza effetti speciali, diciamo così. Questo perché mi interessa il primato dei contenuti, più che della forma. In questo senso sono un po' integralista, e come tutti gli integralisti probabilmente avrò qualche torto e forse qualche ragione. Soprattutto in una città come Parma, dominata, dal punto di vista informativo, dalla "conservatrice" Gazzetta di Parma, proporre soluzioni avveniristiche potrebbe non avere grande fortuna, anche se va riconosciuto che la rivoluzione di Gavazzoli a Tv Parma di qualche anno fa ha avuto successo, nonostante avesse rivoltato come un calzino niente di meno che la Tv un po' ovattata degli industriali che aveva ereditato dal tranquillizzante Gabriele Balestrazzi, ora "pioniere" a gazzettadiparma.it. Se ha funzionato con la Tv può funzionare anche con il web, a maggior ragione puntando su quel tocco di internazionalità garantito dalla traduzione in inglese che torna per la prima volta da dopo i tempi di Calisto. Durante l'Amministrazione Straordinaria feci i salti mortali per riuscire a mantenere in vita il sito ufficiale che stava finendo incagliato in pastoie burocratiche nei vari passaggi di beni tra le varie proprietà succedutesi. Andammo avanti per anni in condizioni più che di fortuna, prima di un restyling – riconosco necessario – proprio l'anno della B, se non ricordo male, complice il contratto scaduto con i precedenti fornitori. L'ultimo restyling di fcparma.com era di due anni fa, anche se lo scorso anno nacque la web tv. Cambiare continuamente non rientra tra i miei canoni un po' "autistici", ma riconosco che talvolta serie un po' di aria nuova. Lei ha ragione quando parla di manie di restyling: nei giorni scorsi assistetti anche alla presentazione del nuovo sito del Brescia (ero là per l'esordio di Rodio) e pure quello era stato rinfrescato dopo appena un anno. Se la forma è buona ben venga, ma io prediligo i contenuti: il profumo dell'arrosto non è male, ma azzannarlo è meglio. E' sui contenuti la vera sfida. Se anche hai il sito più spettacolare del mondo e non comunichi con trasparenza (ad esempio) che non puoi rinnovare l'abbonamento in Curva Sud o nella fila 12 dei distinti, non rendi un gran servizio. Coniugare le due cose è meglio, ma nel caso preferisco una comunicazione anche spartana, ma efficace (segue) gm

  3. (continua dal precedente) E poi il web2.0 è una brutta bestia, specie se si è un pizzico permalosi e qui si tratta di sopportare le critiche feroci e talvolta maleducate di gente che magari dopo una sconfitta si dimentica di aver frequentato Oxford. Ma se ti apri a questo mondo non puoi poi censurare le cose che non ti piacciono.
    Infine non condivido il suo pensiero circa la scarsa fruizione dei siti ufficiali: gli stessi, infatti – e fcparma.com non fa eccezione – hanno numerosi fruitori tra gli sportivi e gli addetti ai lavori. E' evidente che possa mancare quel frizzantino tipico dell'un-official o le fresche indiscrezioni di mercato o altro. Ciò non toglie che siano cliccati: basta dire che pure lei ci va 1-2 volte al giorno… In bocca al lupo al nuovo fcparma.com sperando che persegua nei fatti la scelta "della condivisione totale". Cordialmente Gmajo

  4. off topic (con il post, non con il blog): cosa ne pensate della beffa ai calciatori (come godo!!!) che hanno firmato l'accordo con la Lega nella convinzione (si veda una delle tante interviste Damiano Tommasi) che il contributo di solidarietà fosse stato eliminato dalla manovra e, al contrario, ci si ritrovano dentro mani e piedi??? hihihihi…. (scusate, ma non resisto a non spanciarmi dalle risate!!)

  5. "Se è legge, si paga e non si commenta". Così il ct della Nazionale italiana, Cesare Prandelli, ha commentato il reinserimento nella manovra finanziaria della tassa di solidarietà che sarà pagata anche dai calciatori. Una volta tanto condivido senza riserva alcuna le parole del CT idolatrato da tanti dalle nostre parti.
    Ero negli studi di Bar Sport, il giorno dopo lo sciopero, quando arrivò il flash d'agenzia che informava della esclusione dalla manovra finanziaria del contributo. Lì per lì scherzai in onda: "L'hanno fatto per venire incontro ai calciatori…", guardato un po' allibito da Gallerani. Visto che era stato subito dopo un incontro ad Arcore, invece, poteva quasi quasi essere vero. Tolto questo: la ragione del contendere è molto semplice e ne stavo parlando in quell'arena con Baraldi, pur interrotto da Frigeri (da me felicemente ribattezzato Prof. Sassaroli) il quale asseriva che ormai non interessasse più, essendo decaduto il punto. E la ragione del contendere è questa: nel mondo del calcio le trattative salariali sono condotte con il concetto di netto, cifra che viene posta per iscritto sul contratto (anche se Baraldi dice che vengono scritte entrambe). Cioè il calciatore tratta un netto con il club, che poi si sobbarca tutti gli oneri relativi. Or bene: se i contratti in essere sono così è chiaro che un ulteriore onere dovrebbe essere appannaggio del club, essendo che al calciatore viene garantita la cifra pulita. Ma il legislatore è stato abbastanza chiaro a proposito in questo caso sul "chi paga cosa". Perché solidarietà o meno quando si tratta di mettere mano al portafoglio si è ben poco solidali… Ora, ad accordo Lega-AIC, firmato la questione è tornata fuori. Sarà stata una mossa ad orologeria? Vabbé, smetterò di fare il dietrologo… Cmq sulla faccenda sciopero calciatori invito gli interessati che ancora non lo avessero fatto a leggersi il post pubblicato il 31 agosto da stadiotardini.com al link http://www.stadiotardini.com/2011/08/baraldi-e-i-veri-motivi-dello-sciopero.html in quanto spiega i veri motivi che stavano dietro la questione. Saluti Gmajo

Comments are closed.