LE WEB NOVITA’ DEI SITI OFFICIAL E UN-OFFICIAL SUL PARMA CALCIO

3
12

Mentre domattina fcparma.com svelerà il suo nuovo look dopo l’ultimo restyling in una conferenza stampa con Galloppa, Valiani e Gobbi, noi di stadiotardini.com ora siamo anche stadiotardini.it

stadiotardini com vignetta majo(gmajo) – Che la nostra ambizione fosse quella di poter diventare nel tempo un sito un-official dedicato al Parma FC non era certo un segreto, avendolo reso manifesto nell’editoriale di insediamento, allorquando i precedenti gestori di www.stadiotardini.com ci affidarono questa creatura. Il percorso, lungo ed impegnativo, è iniziato con il mantenimento della formula del blog, cioè un diario crociato, che il sottoscritto ha tenuto per gran parte della scorsa stagione e che continuerà a tenere anche nella presente, procedendo nel lento cammino verso la meta, cioè la trasformazione in un portale non ufficiale specializzato sul Parma Calcio di cui credo già si siano visti abbondanti prodromi. Una tappa fondamentale è la registrazione quale testata giornalistica presso il Tribunale di Parma di www.stadiotardini.com : nei giorni scorsi, essendo in possesso dei requisiti previsti dalla Legge, abbiamo provveduto ad inoltrare istanza alla Cancelleria, che non ha ravvisato ostacoli di sorta, per cui a breve seguirà il relativo decreto con la firma del Presidente del Tribunale. Contestualmente abbiamo provveduto a creare un nuovo dominio, www.stadiotardini.it, che, in prospettiva, è destinato a diventare l’indirizzo primario dei nostri contenuti: oggi, invece, è una sorta di ripetitore del fratello maggiore, lo storico “.com” . Ma è bene che i nostri navigatori conoscano e fruiscano di questo nuovo indirizzo. Ma le novità sul web non riguardano solo noi corsari un-official, bensì anche gli “ufficiali” che domani, secondo un comunicato inviato agli organi di stampa della mailing list del club, presenteranno il nuovo fcparma.com

Continua all’interno

fcparmaEcco l’annuncio ufficiale: “Mercoledì 7 settembre alle ore 10.45 presso la sala stampa dello stadio Tardini, sarà ufficialmente presentato il nuovo Fcparma.com realizzato in collaborazione con le società Elygiro e Jacleroi. La versione aggiornata del portale internet del Parma, con diverse novità e possibilità di interazione, sarà on line proprio in mattinata. Interverranno alla presentazione i centrocampisti Daniele Galloppa e Francesco Valiani insieme al difensore gialloblù nuovo fcparma comMassimo Gobbi”. La società Elygiro, come stadiotardini.com aveva già rivelato il 18 agosto scorso – quando diede comunicazione del “siluramento” di Boni da Radio Bruno con il clamoroso ritorno di Carlo Chiesa è la struttura esternalizzata che si occupa di comunicazione per il club, a supporto dell’ufficio stampa sorretto da Maria Luisa Rancati, ed ha come intestatario il padre di Mario Robusti (facente funzioni di ufficio stampa, oltre che operatore e giornalista della giovanni robustiweb tv del club e lo scorso anno pure  radiocronista in trasferta di Radio Bruno) Giovanni (nella foto a fianco nel Bar Vip del Tardini, durante la presentazione del ritiro di Levico del 14.06.2011)  il   spesso visto al lavoro nelle stanze di Viale Partigiani d’Italia . Wikipedia riporta che Giovanni Robusti (Piadena, 27 dicembre 1951) è un imprenditore, sindacalista e politico italiano. Nel 1994 fu eletto senatore per il Polo della libertà in quota Lega Nord nel collegio uninominale di Suzzara, risultando il vincitore col 34,5% dei voti. Nel 1996 fu candidato alla Camera per la circoscrizione Lombardia 3 nella quota proporzionale, senza venire eletto. Divenne successivamente portavoce nazionale dei Cobas del latte. Fu tra i fondatori del movimento agricolo "Terra", che nel 1999 partecipò alle elezioni provinciali di Cremona e Trento stipulando un patto federativo nel Blocco padano. In quell’anno fu anche candidato al Parlamento europeo, raccogliendo oltre 27.000 preferenze nella lista della Lega mario robusti parma brescia 29 08 2010Nord nella circoscrizione nordoccidentale. Alle elezioni politiche del 2001 fu candidato al Senato come indipendente nella lista Italia dei valori di Antonio Di Pietro, da cui prese le distanze dopo l’insuccesso elettorale. Nel 2004 fu candidato per la seconda volta alle elezioni europee con la Lega Nord, raccogliendo un numero di preferenze inferiore a quello della volta precedente (quasi 12.000 contro oltre 27.000) sufficienti tuttavia a subentrare, nel maggio 2008, ad Umberto Bossi, nel frattempo eletto al Parlamento nazionale. È iscritto, da indipendente, al gruppo dell‘Unione per robusti presentazione levico al tardinil’Europa delle Nazioni. Giovanni Robusti nella sua attività di senatore sollevò lo scandalo FEDIT e lo scandalo AIMA. Nel primo caso, con un esposto alla polizia giudiziaria che prese il nome di "teorema Robusti" portò alle dimissioni i vertici del tribunale fallimentare di Roma. L’iniziativa di Robusti fece scoppiare uno scandalo da 2.000 miliardi di lire, fatti di finanziamenti e vendite fallimentari palesemente sottocosto. Dalle indagini sull‘Aima invece nacque una commissione governativa d’inchiesta che cercò di fare luce sui traffici di prodotti agroalimentari che fece scomparire centinaia di miliardi di lire di finanziamenti europei. Da questo settore nacque la successiva protesta dei Cobas Latte di Milano. Robusti infatti, con altri esponenti del mondo agricolo, portò in sciopero gli allevatori del nord Italia a Linate”.

jacleroi 1La parmigiana JacLeRoi (ha sede in Borgo Retto) immaginiamo possa avere curato la nuova immagine creativa di fcparma.com. Sul proprio sito web si auto descrivono così: “Spesso ci chiedono chi sia JacLeRoi: la risposta non è mai la stessa. Immagina un cumulo di pensieri persi dentro una bottiglia e affidati al mare. Un uomo o una donna che parla tutte le lingue, ma soprattutto sa jacleroi2comprenderle, potrebbe estrapolarli e raccontare una storia mai udita prima. Parlarne a qualcuno, poi a molti, renderla sempre più grande, sempre più bella. JacLeRoi racconta storie come non avete mai osato immaginarle. Basta avere il coraggio di immaginare. Funziona, spesso”. Lo slogan è comunicare a 361° grado, che significa andare oltre e, quando serve, saper tornare indietro. jacleroi3Ripensare la forma e la sostanza della comunicazione, inventare il nuovo. Un approccio complesso prevede che le proprietà di un brand non possano essere spiegate esclusivamente tramite le sue componenti. Perché comunicare non è un fatto di gradi, panoramiche o cerchi che quadrano e si chiudono, ma è trovare il giusto equilibrio tra razionalità e fantasia, mondo reale e mondo jacleroi4delle idee. E perché, a volte, uno più uno fa tre. JacLeRoi, moderno eroe senza cartello, si trova costretto a lottare, suo malgrado, contro enormi mulini a vento. La sua visionaria ostinazione lo spinge a leggere la realtà con occhi diversi. Scambia i mulini con giganti dalle braccia rotanti, i tempi moderni con la jlrmalasorte, le avversità con mitologici draghi fumanti. Forse perché le idee devono saper trasformare la realtà, proprio come le pale di un mulino trasformano l’energia. O forse per questo ostinato vento che continua a soffiare”. Come referenze vanta tra le altre quelle delle Fiere di Parma (incluso Cibus etc.), Assolatte, Barilla, Medel, Dallara, Comune di Parma, Provincia di Parma, Fondazione Collegio Europeo di Parma, Parmacotto.

Articolo precedenteCALCIO & CALCIO IN ONDA NONOSTANTE LA CRISI DI TELEDUCATO
Articolo successivoCHE CI FACEVA PENOCCHIO AL CENTRO SPORTIVO DEL BRESCIA?
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 Commenti

  1. Sempre informatissimo sig.Majo.
    Ne approfitto per farle una domanda: chi sarà il radiocronista in trasferta per Radio Bruno?.L'anno scorso seguivo spessissimo le radiocronache e per quanto il sig.Robusti si sforzasse di fare una radiocronaca concreta, senza le spettacolarizzazioni di Boni, si sentiva che non era il suo pane; Chiesa(meno male che è tornato lui…) è un'altra cosa.
    Se sa qualcosa in proposito ci informi!!

    Saluti e grazie per il bel lavoro!!

  2. Buongiorno Roger e grazie per i complimenti per il nostro lavoro, per noi sempre una impagabile soddisfazione. Per quanto concerne la sua domanda Le rispondo dopo essermi documentato direttamente alla fonte, cioè l'editore Gianni Prandi, dal momento che Carlo Chiesa, durante l'intervista che gli avevamo fatto sabato scorso era stato un po' evasivo sull'argomento. Allora: Carlo rimane la prima scelta anche per le trasferte, purché ci sia totale compatibilità con gli impegni Tv. Juventus-Parma sarà dunque a suo appannaggio così come ogni anticipo del sabato o ogni gara vicina (tipo Bologna) e sarà supportato come seconda voce da Roberto Bottarelli, il quale si è aggiunto alla pattuglia dei tre agenti pubblicitari Multiradio, per vendere spazi commerciali: "Hanno fatto bene in tre, in quattro faranno ancora meglio", ha chiosato l'editore di Radio Bruno, a proposito dei suoi procacciatori. Le trasferte che Carlo Chiesa non riuscirà a coprire saranno garantite da Mario Robusti, il quale a propria volta sarà spalleggiato da Bottarelli, il quale si sta dando un gran daffare anche per NuovaRete, che si ipotizza possa essere ribattezzata Parma 110, dal numero del canale digitale di ricezione. Cordialmente Gmajo

Comments are closed.