COLOMBA E IL GIOVINCO OPERAIO: “COME ETO’O E ROONEY…”

    0
    11

    Nel Parma “compagnia di mutuo soccorso” voluto da Franco Colomba per il San Paolo, la Formica Atomica si è sacrificata tirando fuori dalla dispensa il salame e non il culatello come contro il Genoa: “Questo è stato importante – ha detto l’allenatore in conferenza stampa rispondendo a stadiotardini.com – perché anche grandi campioni lo hanno fatto, penso ad Eto’o due anni fa, o Rooney e lo stesso Cavani spesso rientra. Quando ho visto il nostro Floccari rientrare per respingere quella palla nell’area piccola, mi sono detto: recepiscono. E quando un calciatore recepisce quello che gli viene detto se anche una volta non fa una giocata non mi importa. E poi alla fine Giovinco ha anche trovato il modo di fare una giocata importante lasciando pure lui il segno in questa partita. L’importante è fare qualcosa per la squadra…”

    Articolo precedenteGARGANO SU TWITTER OFFENDE IL PARMA
    Articolo successivoL’EMPORIUM, TRA LE PROMOZIONI E GIOVINCO…
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.