GARGANO SU TWITTER OFFENDE IL PARMA

    17
    14

    Dopo la sconfitta del San Paolo sul proprio profilo personale ufficiale sul social network ha vergato un inequivocabile “Parma me…”
    gargano parma me(gmajo) – “Parma me…” Nel senso di Parma “io” ? Ah no. Forse il centrocampista del Napoli e della Nazionale uruguayana intendeva sottendere con quei puntini un “Parma merda” che non ha avuto il coraggio di scrivere fino in fondo. Se abbiamo in questi giorni apprezzato l’indubbia sportività del club Parma Partenopea, che con grande fair play ha accettato il verdetto del San Paolo, purtroppo non possiamo fare altrettanto – e la cosa è davvero grave – con il calciatore professionista Walter Gargano, il quale, il 15 ottobre, dopo la sconfitta nell’anticipo, sul suo profilo personale ufficiale sul social network Twitter, ha vergato queste parole: “Grazie a tutti per il tifo di oggi e sempre, dispiace perdere così… parma me…” Dunque siamo noi ad aver tradotto male in “Parma merda”, o sportivamente stava ammettendo che il Parma (almeno la maiuscola poteva concederla) aveva giocato me…glio? Me…glio intenderla così. Ma almeno chieder scusa sarebbe doveroso…

    Articolo precedenteLA CHICCA DI BAR SPORT / ALESSANDRO BRAGA VORREBBE ESSERE COME PIETRO LEONARDI
    Articolo successivoCOLOMBA E IL GIOVINCO OPERAIO: “COME ETO’O E ROONEY…”
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

    17 Commenti

    1. Saluti sig. Majo.E' meglio che Gargano si sciacqui la bocca prima di parlare del Parma.
      Sportivo come quell'arrogante tifosotto napuletano presente ieri sera a Bar Sport.
      Spero vivamente che il Bayer stasera li faccia "neri" entrambi come li abbiamo fatti neri noi.

    2. No comment… Fossi nella società pretenderei le scuse ufficiali da questa banda di sottosviluppati!! Davide

    3. Sarò onesto, caro Roger, l'espressione pluri-usata di "sciacquarsi la bocca" mi piace fino lì, specie quando a nostra volta non ci andiamo per il sottile nell'offendere la tifoseria altrui. Certo gli sfottò tra i tifosi ci stanno, né io sono una educanda che si schernisce e si strappa le vesti. Ma è incommensurabile paragonare la performance televisiva di ieri sera di Apicella a Bar sport con la gravità dell'espressione di un calciatore professionista quale è il signor Gargano che pubblicamente (il medesimo esercita una pubblica professione, e il suo profilo su Twitter non è certo privato, ma anzi ufficiale) offende gli avversari contro cui ha giocato con quell'espressione "parma me…" in cui i puntini di sospensione sono stati da me interpretati con un "rda" finale. Sarò io a chiedergli scusa per averlo ingiustamente calunniato nel minuto in cui lui scriverà pubblicamente che dietro quei tre puntini ci stava un parma meglio, cioè l'ammissione di una sconfitta. Per me è inammissibile che un calciatore professionista scriva queste cose. Gli sfottò fra tifosi, fin che rimangono tali, fanno solo colore. Detto questo non condivido neppure l'auspicio che li facciano neri, un po' per il luogo comune che pure loro (volenti o nolenti) sono italiani, un po' perché nel minuto in cui fossero loro a regolare i tedeschi la vittoria del Parma assumerebbe ancor più valore.
      Colgo l'occasione per ringraziare anche Luca, autore del primo commento.
      Cordialmente Gmajo

    4. Saluti Davide, quando è arrivato il Suo messaggio stavo ancora scrivendo la risposta precedente, sicché approfondisco qui. Direi che le scuse non "si pretendono", ma sono più che doverose e il Napoli farebbe bene a farle al Parma, senza che i nostri le sollecitino. E' vero che loro non hanno una responsabilità diretta sull'operato sul web di un loro tesserato, ma per lo meno oggettiva. Non vorrei parlare di omesso controllo perché dubito che un povero Cristo debba mettersi lì a spulciare tutte le diavolerie (FB Twitter siti ufficiali) a disposizione dei giocatori per un contatto diretto col pubblico, ma almeno insegnassero un po' l'educazione. Questi profili sono visibili a tutti: cavoli, non si può star controllati solo davanti ai microfoni parlando il calcese nelle interviste ufficiali. Una etichetta va mantenuta anche nel dialogo con i propri tifosi, senza scendere ad offendere la squadra avversaria. Cordialmente Gmajo

    5. Gentile sig. Majo, da parte mia nessuna offesa ai tifosi avversari.La mia è solo una presa di posizione verso un calciatore irrispettoso nei confronti prima di tutto degli avversari e poi di una società gloriosa come il Parma(gargano invece chi è???), e nei confronti di una persona che, guardandola in tv, mi è sembrata arrogante e saccente in casa altrui, Tutto quì.
      Non penso di avere offeso nessuno.
      Saluti

    6. grazie gabriele per avermi difeso cmq sono NAPOLETANO e non napuletano….
      tu mi conosci e sai che sono una persona pacifica e con nessun preconcetto verso nessuno….
      NON credo che gargano voleva offendere qualcuno ma è piu' probabile che intendeva merda per aver perso un occassione di fare una buona gara cmq quante volte si offende napoli specie dalla padania!!!!!!!!
      ribadisco che meritavate di vincere ma non avete umiliato nessuno anzi forse avete dato una sveglia hai giocatori che devono essere piu umili ed impegnarsi anche con le provinciali

    7. Risaluti Roger (R), io sono partito dalla sua frase dello "sciacquarsi la bocca" per postulare un discorso generale (sul web vedo che sono in diversi, infatti, ad utilizzarla, quando magari definiscono "napulecani" i tifosi azzurri: costoro potrebbero parimenti replicare che i nostri dovrebbero sciacquarsi la bocca prima di parlare di loro) e non particolare su di Lei. Poi che Apicella possa esserle sembrato arrogante ci può anche stare, perché in effetti quella sensazione obiettivamente potevamo averla avuta in tanti, tuttavia non mi pare che abbia fatto niente di grave o detto alcunché di offensivo. La cosa grave, invece, è appunto quella commessa da Gargano, calciatore professionista, che pubblicamente si è permesso di offendere la squadra, la tifoseria e direi pure la città avversaria. Lui è un professionista, ribadisco, e non potrebbe permetterselo, mentre Apicella a Bar Sport non mi pare abbia offeso nessuno, solo fatto un po' lo sbruffone, ma ci può stare… Saluti Gmajo

    8. Ciao Apicella (ma sei parente con il cantautore preferito del Presidente del Consiglio?), stavolta, per par condicio, difendo Roger: secondo me lui non voleva scrivere "napuletano", ma appunto "napoletano", ma sulla tastiera "u" e "o" sono abbastanza vicine… Non so se come tesi difensiva possa andare, ma la Tua, a proposito di Gargano, secondo me fa un po' acqua… Non credo, infatti, che il suo fosse un "mannaggia Parma". Ma una offesa vera e propria che, quale calciatore professionista, non avrebbe dovuto pronunziare. Sul fatto poi che in Padania spesso si esageri con gli sfottò (sfocidando nelle offese) contro i Napoletani è pure vero: tuttavia questo non giustifica che un calciatore professionista su Twitter offenda (sia pure con i puntini) la squadra avversaria… Ciao Gmajo

    9. All'anonimo delle 16.14…Se davvero gargano intendeva scrivere quello che dice non avrebbe dovuto scrivere parma davanti.
      E c'è gente che giustifica gargano??…
      Inqualificabili.
      Saluti

    10. Se davvero ha ragione il sig. Gargano (a proposito ma chi è sto qua?!) io una soluzione l'avrei anche… Chi crede che Parma sia merda può sempre far su fagotto e andare. Non credo che nessun parmigiano si strapperà le vesti se qualche napoletano deciderà di tornarsene al caldo sole del Vesuvio! Sono anche pronto a dare il mio personalissimo contributo per il viaggio di sola andata! Detto questo, per me Gargano vale zero ed il suo giudizio conta meno di niente! Davide

    11. Gentile dott. Majo,il mio post non ha niente a che vedere con questo articolo,voglio solo farle i complimenti per il sito e per le opinioni che dà quando interviene a Bar Sport.io sono un tifoso del Parma da Potenza e seguo il programma in streaming!volevo chiederLe se ha un account su Facebook così da poterLa seguire anche sul social network.
      Cordiali saluti

      Daniele

    12. Gentile Daniele da Potenza, grazie per il gradimento espresso al sottoscritto sia per il sito che per le performance televisive a bar sport (dove, peraltro, riconosco di fare un po' fatica ad inserirmi nell'arena perché, per indole, non mi piace interrompere i ragionamenti altrui e ho un po' di idiosincrasia per i cosiddetti tempi televisivi, piacendomi argomentare a dovere le mie considerazioni). Per scelta puramente ideologica non ho un profilo personale su facebook, sicché il canale principale per seguirmi rimane http://www.stadiotardini.com . Grazie ancora, cordialmente Gmajo

    13. buongiornio a tutti
      sicuramente arriveranno scuse ufficiali dal napoli e dal calciatore che dirà…..ero nervoso per la partita ….ho scritto a caldo….stimo e rispetto parma per la sua storia che è cmq fatta di trofei internazionali ecc ecc ( a caldo…un amichevole va bè…..bisognerà anche far finta di crederci altrimenti non andiamo più a casa qui)……basterà lasciarlo là dov è……e caso chiuso!……peccato perchè sembrava un operazione in dirittura d arrivo e il giocatore non è nemmeno poi così male……certo un commento sosì su un social network denota una mancanza d intelligenza davvero notevole….voglio dire,ha un procuratore bastava dirgli io A PARMA NON VOGLIO ANDARE…..invece chissà che cosa gli dice il cervello a certi giocatori….bho!
      buon ferragosto majo!

    14. L’insulto di Gargano non è di questi giorni, è del campionato 2011/12; all’epoca non arrivò nessunissima scusa. Ora immagino che il giocatore e la società faranno finta di nulla, ma come tifoso mi fa vomitare vedere Gargano con la maglia del Parma.

    Comments are closed.