PARMA, SUPERATA QUOTA 1.000 PUNTI IN SERIE A

0
12

Nella classifica perpetua, secondo le statistiche di FootStats.it, dopo la vittoria sull’Udinese, i Crociati vantano 1.002 punti, di cui 644 al Tardini e 358 in trasferta

1002(gmajo) – Se non bisogna mai dimenticare la data di compleanno di una persona cara, non si possono certo trascurare, della propria squadra di calcio del cuore, le ricorrenze più importanti. E diventare millenari, nel senso di oltre mille punti conquistati nella massima serie, non è certo un evento trascurabile nella storia di un club. E’ un dato statistico importante, ben di più di certe altre futili curiosità. E così grazie a FootStats, una nuova realtà editoriale – fondata da Stefano Del Corona e Stefano Romagnoli, con la preziosa collaborazione tecnica di Letizia Vitale – che ha alle spalle un fornito archivio sul calcio italiano, che non si limita ad utilizzare, come fanno certi concorrenti, asetticamente i numeri, ma li analizza e li interpreta, siamo riusciti a sapere che, dopo il successo sull’Udinese di domenica (2-0), i Crociati hanno svalicato quota 1.000 punti in serie A, raccogliendone, dopo 715 gare disputate, un totale di 1.002, di cui 644 al Tardini e 358 in trasferta.

Continua  la lettura all’interno

FootStatsSono 21 le stagioni che vedono il Parma iscritto alla Serie A. I 1.002 punti sono frutto di 283 vittorie (non solo quelle da 3 punti, ma anche quelle da 2 delle prime stagioni) e 210 pareggi; le reti messe a segno sono 944 contro le 847 incassate. Il primo punto incassato fu alla seconda giornata del torneo 1990/91 Lazio-Parma 0-0. Il primo gol, invece venne segnato la settimana precedente, nell’esordio assoluto, su calcio di rigore  da Alessandro Melli, nella gara vinta 1-2 dalla Juventus. La prima vittoria, invece, fu al Tardini, alla terza giornata, contro il Napoli 1-0 (rete di Marco Osio, che sul sito Parmasera.it da ieri tiene una rubrica di commento dal titolo La parola al Sindaco). Superato il prestigioso traguardo di quota 1.000 è giusto rendere omaggio al Parma Calcio.

Articolo precedenteIL SOSTEGNO DI MILITELLO ALLA PROPOSTA DEI BOYS RILANCIATO DAL TG DI TV PARMA
Articolo successivoGHIRARDI E’ IL NUOVO CHE AVANZA (ANCHE CON UN FILIN DE PANZA)
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.