PAZZA IDEA DERBY BENEFICO / CICLOSI: “INIZIATIVA LODEVOLISSIMA”

0
14

Stadiotardini.com ha chiesto al Commissario Straordinario del Comune di Parma un parere sulla proposta lanciata la scorsa settimana di un Parma-Reggiana con incasso pro alluvionati di Liguria e Toscana: “Di fronte a queste finalità sfido la malafede a prendere il sopravvento. In più potrebbe essere un modo per rinsaldare i rapporti di fratellanza”. E poi un suggerimento: “Magari la facciamo a Brescello, oppure al di là del Po…”

(gmajo) – Stadiotardini.com ha approfittato della squisita disponibilità del Commissario Straordinario Mario Ciclosi – che ieri ci ha ricevuto in Municipio allo scopo di spiegare ai cittadini e ai tifosi, per tramite nostro, la filosofia sulla “ordinanza proibizionista” che limita il consumo di alcolici in occasione delle gare interne del Parma FC per chiedergli un autorevole parere (non si trascuri il fatto che egli è un Prefetto) sulla pazza idea derby benefico con la Reggiana da noi lanciata la scorsa settimana al fine di devolvere l’incasso alle popolazioni di Liguria e Lunigiana colpite dall’alluvione. L’apertura del reggente il Municipio è andata al di là delle nostre più rosee previsioni: “Di per sé mi pare una iniziativa lodevolissima, solamente per le finalità. E di fronte a queste finalità io sfido la malafede a prendere il sopravvento. In più potrebbe essere un sistema per rinsaldare i rapporti di fratellanza… Magari la facciamo a Brescello, oppure al di là del Po…”.

All’interno la trascrizione dell’estratto dell’intervista

ECCO LA TRASCRIZIONE, DALLA INTERVISTA ESCLUSIVA DI GABRIELE MAJO AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL COMUNE DI PARMA MARIO CICLOSI, CON IL SUO PARERE FAVOREVOLE ALLA PROPOSTA DI STADIOTARDINI.COM DI UN DERBY BENEFICO PARMA-REGGIANA

Il nostro portale, stadiotardini.com, ha lanciato una proposta che sta facendo discutere, quella, cioè di una riedizione benefica del derby Parma-Reggiana: lei che è stato a Parma sa perfettamente che tra le due tifoserie esiste quella che noi chiamiamo arlìa, e quella è anche una cosa positiva, ma c’è chi ha il timore di possibili incidenti o di altre problematiche di ordine pubblico. Lei cosa ne pensa? Tenga presente che sono 15 anni che non si gioca e l’eventuale incasso andrebbe devoluto alla popolazioni di Liguria e Lunigiana colpite dall’alluvione…

“Di per sé mi pare una iniziativa lodevolissima, solamente per le finalità. E di fronte a queste finalità io sfido la malafede a prendere il sopravvento. In più potrebbe essere un sistema per rinsaldare i rapporti di fratellanza… Magari la facciamo a Brescello, oppure al di là del Po…”

(Mario Ciclosi, Commissario Straordinario del Comune di Parma, 29.11.2011; estratto dalla video intervista esclusiva e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

CLICCA QUI PER VEDERE L’INTERVISTA ESCLUSIVA INTEGRALE (E LEGGERNE LA TRASCRIZIONE) DI GABRIELE MAJO AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL COMUNE DI PARMA MARIO CICLOSI SUL DIVIETO DI CONSUMO DI ALCOL IN ZONA TARDINI

Articolo precedenteCICLOSI SPIEGA A STADIOTARDINI.COM L’ “ORDINANZA PROIBIZIONISTA” (ENTRATA IN VIGORE PROPRIO IERI) CHE HA FIRMATO
Articolo successivoIO, NON FRATELLO DI ROCCO M.
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.