PAZZA IDEA DERBY BENEFICO / LA STAMPA REGGIANA ACCOGLIE CON CURIOSITA’ LA PROPOSTA DI STADIOTARDINI.COM

    4
    13

    A Reggio tre quotidiani su quattro pubblicano oggi la notizia dell’ipotetica amichevole Parma-Regia pro alluvionati e il blog l’Informazione.com propone un approfondimento nell’oblò di Davide Bianchini. Le impressioni dei redattori sportivi d’Oltr’Enza al telefono con Gabriele Majo
    informazione reggio particolare(gmajo) – Tv a parte debbo dire che a Parma gli addetti ai lavori mi sono parsi un po’ più freddini rispetto ai colleghi sentiti ieri al telefono dall’altra parte dell’Enza, a proposito della pazza idea di un derby benefico Parma-Reggiana pro alluvionati lanciata da stadiotardini.com. Per una volta dirò il peccato, ma per carità di patria, non svelerò neppure sotto tortura i peccatori. Nemo profeta in patria, lo so bene, ma se qui i maitre à penser  mi hanno preso tutti quanti un po’ per pazzo (“Ma co sit mat? Non riescono neppure a fare un derby Genoa-Sampdoria loro che ci sono in mezzo, cosa vuoi mettere in piedi un derby con le Teste Quadre, mi ha stroncato uno, “Non si può fare per motivi di ordine pubblico. Gli ultras si menano anche se si fa per gli alluvionati” mi ha didascalicamente spiegato un altro, prima di aggiungere: “Al massimo potremmo fare Parma-Carpenedolo, ma l’incasso sarebbe un po’ inferiore”. Sic!) dall’altra sponda mi hanno concesso un po’ più di credito, accogliendo con una certa curiosità la proposta dai miei concittadini definita indecente. Il risultato è che 3 quotidiani su 4 hanno oggi ospitato la notizia e il blog dell’Informazione.com ha pure fatto un approfondimento nell’Oblò di Davide Bianchini.
    Continua all’interno con la rassegna stampa dei quotidiani reggiani e le impressioni raccolte ieri da Gabriele Majo al telefono con i redattori d’Oltr’Enza…

    wainer magnani con prandelli gazzetta di reggio L’unico quotidiano reggiano che stamani non ha ospitato la proposta di stadiotardini.com è la Gazzetta di Reggio: del resto ieri il redattore Wainer Magnani, (nella foto a fianco con Cesare Prandelli), tra i vari colleghi che avevo sentito, era quello che mi era parso di gran lunga il meno possibilista, sia pure essendo molto interessato all’argomento: la conversazione, infatti, era stata lunga e franca, e debbo dire pure impeccabile nelle motivazioni dei suoi dubbi. Nelle due pagine gazzetta di reggio ripresa intervista barillidel giornale dedicate alla Regia si parla della Festa patronale di San Prospero di ieri con i calciatori granata, con una frase del presidente Barilli che la dice lunga sul suo modo (positivo) di intendere il calcio: “Sarò un romantico, ma mi sono emozionato quando ho visto sfilare i ragazzi”. Pur essendo un presidente-tifoso, come ci ha riferito nella nostra intervista, tra l’altro ripresa dalla edizione on line del quotidiano (domani è preannunciato pure un ampio servizio sul cartaceo) ha un’apertura mentale che talora lo porta al Tardini, là dove due mesi fa ha proposto al Ghiro l’idea di calendarizzare il Trofeo dell’Enza, con le due squadre delle due daspo reggiana modenasponde opposte di nuovo avversarie. Ma questo ve l’ho già raccontato prima. Ora debbo riferirvi, invece, delle perplessità di Magnani. Perplessità che hanno una origine ben precisa. Gli incidenti di Reggiana-Modena del 18 agosto scorso, con ben 22 Daspo emessi (19-3 per i Canarini) e altrettante denunce per rissa: “Onestamente non mi sentirei di promuoverla, visto quello che era successo allora, anche se gli scontri sono stati in periferia. Tra l’altro allo stadio andarono pochissime persone. Ormai penso che il Derby sia sentito solo dagli idioti che sfruttano queste occasioni per darsele di santa ragione. E considerate le finalità benefiche dell’iniziativa sarebbe davvero un peccato rovinarla. wainer magnaniPiuttosto, perché non pensi di mettere in piedi un Parma-Reggiana vecchie glorie? Obietto che le stesse teste calde potrebbero mettersi in azione lo stesso: “Secondo me susciterebbe meno l’interesse degli stupidi. Sarebbe una partita dove non conterebbe l’aspetto agonistico e potrebbe essere un’occasione per portare le famiglie allo stadio, anche perché in effetti sarebbe carino rivedere un Parma-Reggiana”. Un alleato, nella mia utopia, è il presidente granata Barilli: “Sì, lui ha questo spirito e ha voluto fortissimamente quel Reggiana-Modena derby che non si giocava da tanto tempo. Purtroppo per lui, però, non ha fatto l’incasso che pensava e in più ci sono stati quegli scontri che ti dicevo”. Scontri, che come raccontavamo nell’articolo a lui dedicato non lo hanno fatto scoraggiare…
    ezio fanticiniEcco, invece, il report della telefonata con Ezio Fanticini, responsabile della redazione sportiva di Reggio Emilia del Resto del Carlino. Anche qui un must quel Reggiana-Modena con rissa: “Io il 18 agosto ero in ferie, ma ho bene in mente quel precedente molto fresco, anche perché quell’appendice di violenza ha avuto il suo culmine con i 19 diffidati modenesi e i 3 reggiani che si erano affrontati a Masone, tra Reggio Emilia e Rubiera. In quella occasione lo spirito del presidente Barilli, che avrebbe voluto stemperare le tensioni di campanile con i vicini modenesi non venne recepito e allo carlinostadio andarono poche persone. Immagino che alla vostra proposta lui sia assolutamente favorevole, avendo difeso la sua idea di Reggiana-Modena, nonostante come sia andata a finire. La vostra idea è senza dubbio originale e la finalità importante, ma è chiaro che sarebbe una occasione d’oro per  i soliti idioti. Io sarei anche favorevole, proprio perché il discorso benefico potrebbe aiutare a superare queste ruggini. In effetti sarebbe bello, come pensa Barilli, che le questioni di campanile venissero vissute con un sorriso. Però mi ricordo bene, per esempio, quei carlino partfamosi rubinetti piovuti in campo dalla Curva Reggiana nell’ultimo anno di serie A. Concludendo direi che l’idea è interessante, ma mi scattano automatiche delle perplessità, perché secondo me è un modo per cercarsi delle rogne…”. Concetti che traspaiono nel breve trafiletto pubblicato a pagina 7 del Carlino Reggio sotto il catenaccio dal titolo “Pazza idea: Un sito di Parma propone un derby benefico tra gialloblù e granata pro-alluvionati di Liguria e Toscana”, in cui si può leggere: “L’idea è originale, ma complicata. Gabriele Majo l’ha lanciata dal sito www.stadiotardini.com . Il direttore del sito propone di organizzare un derby Parma-Reggiana con incasso a favore degli alluvionati di Liguria e Toscana. ‘Un’ottima occasione – dice – per dimostrare la maturità del movimento ultrà’. Il presidente Barilli, contattato da Majo, vedrebbe positivamente l’idea. Ma le ‘controindicazioni’ sono reali, anche alla luce degli incidenti di metà agosto, a Masone, tra tifosi di Reggiana e Modena (pioggia di diffide)”.
    lorenzo chiericiIl più entusiasta tra i colleghi interpellati è stato senza dubbio Lorenzo Chierici del Giornale di Reggio, il quale, nonostante ci fossimo sentiti verso le 18.30, non ha esitato a far ridisegnare le pagine – correndo il rischio di subire degli improperi dai grafici – pur di ricavare uno spazio, sulla spalla destra di pagina 34. Prima di copiarne il contenuto, propongo il verbale della telefonata: Trovo l’idea di stadiotardini.com molto interessante, l’ideale per stemperare quel clima di tensione che c’è sempre stato tra Parma e Reggiana, a livello sportivo soprattutto, perché nella vita di tutti i giorni non lo si avverte. Sono convinto che una amichevole di questo tipo, con scopo benefico, vedrebbe prevalere l’aspetto umanitario anche nei più facinorosi, facendogli sotterrare l’ascia di guerra migliorando i rapporti. In più potrebbe essere l’occasione per far vedere ai tifosi reggiani qualche giocatore di serie A, visto che è un po’ che non ne vedono”. Quando giornalereggio itgli ho fatto presente che i colleghi che lo hanno preceduto sono stati più razionali che romantici, egli non ha esitato ad esclamare: “Se non ci si rimbocca le maniche! Poi è chiaro, bisognerà vedere dove penderà la bilancia. Ma l’idea è originale e certamente positiva”. Ma qualche perplessità, sia pure diversa dalle altre già sentite, ce l’ha pure lui: “Quando si fa una iniziativa con scopo benefico bisogna cercare di tirare su il massimo e voi parmigiani sono 20 anni che pasteggiate a caviale. Non so che  appeal possa avere la Reggiana: secondo me potrebbe non avere una gran presa, conoscendo come siete fatti…”. Al che gli ho detto che anche i più raffinati gourmet  consigliano dopo ottime portate una buona fetta di salame. Il congedo è stato un bene augurante in bocca al lupo. Con la sigla l.c. per l’edizione di stamane del Giornale di Reggio, sotto l’occhiello “Idea di un sito d’oltre Enza” e il titolo Parma-Regia, un’amichevole benefica? Lorenzo Chierici ha scritto così: Gabriele Majo, ex responsabile comunicazioni del Parma, dal suo sito  www.stadiotardini.com  ha lanciato un’idea curiosa, ma nel contempo affascinante: organizzare un’amichevole fra Parma e Reggiana, ovviamente a scopo benefico. Vista la base di solidarietà, un’idea del genere potrebbe anche giornalereggioconvincere le frange più estreme delle reciproche tifoserie, rivali da sempre, a firmare uno storico armistizio, limitandosi al massimo all’invettiva. La parte benefica consisterebbe nella raccolta di 5 euro da ogni spettatore che sarebbero devoluti agli alluvionati liguri. Un’iniziativa del genere, magari condivisa dai tifosi, renderebbe onore a tutto il movimento ultrà. L’ultima volta che si giocò il derby dell’Enza fu poco meno di una quindicina d’anni fa: il 16 Febbraio 1997, giornata di ritorno del campionato di Serie A, stagione 1996-97, finì 0-0 al Giglio. Quella stagione terminò con la retrocessione in B della Reggiana, ultima in classifica, e con l’accesso in Champions da parte dei gialloblù allenati da Ancelotti, che l’anno prima portò la Reggiana in A. L’idea è stata lanciata, chissà che qualcuno non la prenda sul serio…”
    informazione derby emilia ipotesiAlla redazione dell’Informazione di Reggio non abbiamo trovato redattori del calcio, ma Adelmo Tagliavini, che si occupa di basket (del resto c’era da preparare la vigilia di Trenkwalder-Pistoia, con la capolista ospite al PalaBigi stasera alle 20.45), il quale ha ravvisato nel calendario le maggiori difficoltà, addirittura superiori a quelle di ordine pubblico: “Non conosco bene le date, però potrebbe essere difficile trovarne una utile”. In compenso lui ci ha trovato un bello spazio (due colonne sulla spalla destra di pagina 37, con tanto di foto di Giovinco) per titolare su due righe: “Riproporre il derby dell’Enza Parma Reggiana per beneficenza” e nell’occhiello: “Idea – Lo scrive il sito internet www.stadiotardini.com”. Del servizio riportiamo solo l’incipit, perché a seguire si trova la trascrizione di quanto da noi postato ieri: “Quella che viene considerata una gara a rischio, Parma-Reggiana potrebbe essere invece una buona occasione per fare del bene e dimostrare, concretamente, la maturità degli ultrà locali. Lo scrive un sito Internet curato dai colleghi d’oltr’Enza. Basta connettersi sul sito Internet http://www.stadiotardini.com/. Oggi, poi, della stessa casa editrice, ci ha oblò di bianchiniscritto il collega Davide Bianchini, per segnalarci che nel suo Oblò sul blog aziendale ha ripreso e approfondito l’idea. “Torna il derby Reggiana-Parma?” si è chiesto nel titolo e poi ha scritto: Organizzare una partita amichevole Parma-Reggiana (o Reggiana-Parma) per raccogliere fondi per le popolazioni colpite dalle recenti alluvioni. E’ l’idea lanciata dal collega Gabriele Majo e dal suo Stadiotardini.com. Oltr’Enza se ne parla parecchio, anche sulle tv locali. Il presidente del Centro di coordinamento Parma Club Angelo Manfredini e il suo vice Giorgio Iotti si sono detti possibilisti. Majo assicura di aver già contatto i presidenti delle due società, che hanno preso tempo per valutare idea e calendario. E a Reggio cosa si dice? l'informazione totale paginaL’Informazione di Reggio ha rilanciato l’iniziativa. In attesa di capire se, come e quando, è impossibile non affrontare due ragionamenti distinti. Il primo: ben vengano iniziative per raccogliere fondi che possano aiutare chi si trova in difficoltà; il calcio in questo è un collettore di sforzi straordinario. Il secondo: riproporre dopo 15 anni il derby con i crociati rischia di portare in dote notevoli problemi di ordine pubblico. L’unica soluzione sarebbe un patto di non belligeranza e di solidarietà tra le due tifoserie, con il rischio però di non riuscire comunque a domare i pruriti degli animi più caldi. La partita amichevole dell’estate scorsa contro il Modena ha insegnato che la prudenza non è mai troppa. Voi cosa ne pensate?” Poi via al dibattito, con pro e contro. A tutti grazie per l’attenzione e per il contributo. Gabriele Majo

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA PROPOSTA LANCIATA DA GABRIELE MAJO

    Articolo precedentePAZZA IDEA DERBY BENEFICO / IL PRESIDENTE DELLA REGGIANA NE AVEVA GIA’ PARLATO CON GHIRARDI…
    Articolo successivoLA GAZZA E L’ARBITRO TOMMASI. ATTENTI ALLA REAZIONE DI IORI…
    Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

    4 Commenti

    1. in bocca al lupo, Gabriele. Hai un futuro come organizzatore di eventi, complimenti per l'idea

    2. Buondí Majo, ho seguito con attenzione la sua proposta pro derby e devo dire che é un'ottima idea, anche a giudicare dalle diverse reazioni che la stessa ha suscitato. Gli insulti di qualche pseudotifoso, il silenzio dei Boys, la sufficienza dei suoi colleghi della stampa locale, l'interesse di quelli reggiani e il convinto sostegno della Redazione di TV Parma confermano che il sasso da lei gettato non solo ha centrato lo stagno ma ha anche prodotto un'onda che presto darà i suoi frutti. Vorrei commentare ciascuna di tali reazioni: 1) gli insulti dell'anonimo confermano che spesso i neuroni di taluni subiscono cortocircuiti che ne determinano un'alternanza tra inattività e malfunzionamento e ció ha solamente una valenza didattica in ambito psicopatologico; 2) il silenzio dei Boys é espressione di una loro interdizione causata dalla sua proposta: é vero che il derby potrebbe essere un chiaro messaggio rivolto al ministro Cancellieri contro la tessera del tifoso, ma potrebbe diventare anche il definitivo affossamento delle loro istanze qualora si trasformasse in un'ulteriore occasione di scontro tra teste calde; 3) la sufficienza degli addetti alla stampa parmigiana probabilmente é causata dall'invidia di essersi visti soffiare un'ottima idea da un loro diretto concorrente, che si dimostra cosí ancora una volta essere un giornalista di assoluta eccellenza che fa della qualità il contenuto costante dei propri interventi; 4) l'interesse dei giornalisti reggiani probabilmente é causato da un'automatica reazione opposta e contraria a quella dei colleghi parmigiani; 5) il convinto e celere sostegno dei redattori di TV Parma é la conferma di come questa sia l'emittente cittadina di eccellenza, complementare a Stadiotardini.it, che viaggia sulla sua stessa lunghezza d'onda ed entra subito in risonanza con le sue proposte ad alta qualità contenutistica. Tutto questo mi porta a pensare che probabilmente la sua "pazza idea" avrà un positivo seguito e sono fiducioso che le forze positive delle due città sapranno concretizzare la sua idea vincente.
      Un cordiale saluto,
      Parmigiano.

    3. Buon giorno GM,
      come lei sa', sono "parmigiano sino al midollo", e per motivi di opportunita' di lavoro, con la mia famiglia 10 anni fa' ci siamo trasferiti a Reggio Emilia citta'.
      Citta' dove ci lavoro da 12 anni e che mi e' sempre sembrato guardi Parma con rispetto. Non vi alcun motivo di credere che quella piccola parte ( da ambo le parti )di "sportivi" solitamente meno moderati, voglia trasformare in qualcosa di diverso dall'arlia ,una partita a scopo benefico. l'invito e' di deporre l'ascia belligerante e di dimostrare maturita' e civilta'.Aggiungo che non vivo sulla luna , e mi offro come moderatore qualora necessitasse.
      Buona giornata, e sempre forza Parma.
      Enzo Dallai, Parmigiano nel Reggiano…

    4. Ben ritrovati a ED e a Parmigiano. Tra l'altro se ai lunghi silenzi di Enzo Dallai sono abituato, mi ero un po' preoccupato perché era qualche giorno che Parmigiano non postava commenti su stadiotardini.com, ed è sempre un piacere leggere il vostro contributo. La proposta di mediazione di ED è interessante, sempre ammesso si dovesse arrivare all'evento, ipotesi tutt'altro che probabile, visto che diverse delle parti coinvolte non sembrano interessate a superare le varie controindicazioni, che indubbiamente esistono, ma che con un po' di buona volontà si potrebbero superare. Proprio Parmigiano è stato piuttosto chiaro nella sua elencazione per punti. Specifico solo che tra coloro che hanno avallato l'idea non c'è solo Tv Parma, ma anche Teleducato, la quale mi ha dato ospitalità, pur essendo io un volto frequente ospite a gettone della concorrenza, nel proprio TG, in una intervista di Michele Angella. E' vero che quest'ultimo ha utilizzato la definizione "proposta indecente" e palesato qualche perplessità, parlando di fresco per il letto, ma almeno ha giudicato interessante la proposta e l'ha veicolato. Non posso dire altrettanto di alcuni organi di stampa o siti internet che hanno ignorato l'idea, che, a mio avviso, era comunque una notizia, al di là della fattibilità o meno della proposta. Colgo l'occasione per ringraziare parmasera.it che l'altra sera ha ospitato sul proprio sito il mio articolo iniziale con la "folle idea", mentre oggi dovrebbe essere uscito (non ho fatto in tempo ad acquistarla, speriamo ci sia riuscito ED) un articolo nella prima pagina di sport della Gazzetta di Reggio, che il giorno prima non aveva più spazio utile per parlarne. Mi risulta abbiano ripreso l'intervista al Pres. Barilli. Altra precisazione: è vero che il blog si vede anche (e soprattutto) sul dominio stadiotardini.it, ma la testata registrata in tribunale è http://www.stadiotardini.com Cordialmente Gmajo

    Comments are closed.