ANGELLA E IL GHIRO BIFRONTE SU COLOMBA

0
14

Nel Tg di Teleducato il conduttore di Calcio & Calcio passa al setaccio le contraddittorie dichiarazioni del Pres sul suo allenatore. E gli chiede: “Visto che sapeva chi è perché lo ha confermato?” E poi: “C’è sintonia con Leonardi?”

(Michele Angella, dal Tg di Teleducato) – 21 novembre 2011: “Colomba sta facendo un lavoro straordinario: per me è un tecnico sottovalutato”. Parole di Tommaso Ghirardi dopo la vittoria del Parma contro l’Udinese. A poco più di un mese di distanza la considerazione del presidente gialloblù nei confronti del tecnico appare però radicalmente cambiata a tal punto da far sapere a qualche amico e collaboratore fidato di essere molto arrabbiato per le ultime prestazioni fornite dalla squadra. E lo stesso Ghirardi mercoledì aveva abbandonato lo stadio scuro in volto appena finita la partita contro il Catania. Insomma: la panchina di Colomba che fino a qualche settimana fa era più che mai salda adesso sembra iniziare a traballare. E qualche quesito sorge spontaneo.

Continua la lettura all’interno

Domanda n.1: Ma se l’obiettivo del Parma è solo la salvezza, perché essere così arrabbiato, dato che la classifica è al momento più che rassicurante?

Domanda n.2: Se da Colomba si pretendeva chissà cosa, perché confermarlo la scorsa estate? Non conosceva il massimo dirigente le caratteristiche di questo tecnico, uno che in carriera aveva sempre allenato squadre di provincia o in situazioni di ripiego, mica il Milan o il Real Madrid?

Domanda n.3: Esiste una frattura tra il presidente Ghirardi e l’amministratore delegato Leonardi, dato che quest’ultimo dice che la squadra è questa e va accettata così com’è e non bisogna arrabbiarsi?

Si preannuncia, dunque, un Natale, oltre che di riflessione piuttosto turbolento in casa gialloblù: chissà cosa dirà il presidente Ghirardi a Colomba nella telefonata di auguri? Anzi: chissà proprio se gli telefonerà…

Michele Angella (dal Tg di Teleducato delle 12.30 del 23.12.2011)

Articolo precedenteNESSUN GOLPE “TECNICO” AL PARMA. LEONARDI CI HA SPIEGATO LA RIUNIONE DI IERI SENZA COLOMBA
Articolo successivoBONI: "PARMIGIANI, MARINO AL GENOA VI STUPIRA’. FRA POCHE SETTIMANE VI MORDERETE LE MANI…"
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.