COLOMBA E L’AVVERTIMENTO A MEZZO STAMPA: “IL PRESIDENTE E’ TRANQUILLO”

0
14

L’allenatore, durante la conferenza odierna, ha affermato di non aver trovato alterato Ghirardi durante la sua telefonata di auguri. Anche se l’antivigilia la Gazzetta di Parma era uscita con un titolo minaccioso: “Colomba attento ha fischiato anche Ghirardi”

(gmajo) – Qualche giorno fa Michele Angella, aveva concluso un suo servizio per il Tg di Teleducato con queste parole: “chissà cosa dirà il presidente Ghirardi a Colomba nella telefonata di auguri? Anzi: chissà proprio se gli telefonerà…” Quella mattina, infatti, sulla Gazzetta di Parma era uscito un chiaro avvertimento per l’allenatore: “Colomba attento, ha fischiato anche Ghirardi” in cui si dava conto ai lettori di un presunto contatto con Delneri. Oggi è stato lo stesso Colomba, appunto sollecitato da Angella, a rivelare che la telefonata di auguri c’è stata. E il pres lo ha trovato “tranquillo”Colomba l’ha presa con una certa filosofia “Cosa posso dire? I titoli non li faccio io, ma il giornale. E il nostro lavoro è sotto gli occhi di tutti”. Specificando che a suo parere – valutate le prestazioni ei risultati, che sono poi quello che contano – il periodo è stato positivo: “anche se non sempre le prestazioni si centrano al 100% e i risultati sono quelli che vorremmo”. Per concludere in maniera democratica: “Ognuno è libero di pensare ed esprimere il proprio parere. Questo è il mio e non voglio obbligare nessuno a pensarla come la penso io”…

All’interno la trascrizione del botta-risposta Angella-Colomba

Michele Angella (Teleducato) – Un’ultima domanda, propri o un flash, nella telefonata di auguri col presidente lei lo ha sentito tranquillo?

“Si, si”

piovani gdp 23 12 2011Michele Angella (Teleducato) – Se un quotidiano devo dire autorevolissimo e sempre bene informato come la Gazzetta di Parma arriva a titolare Colomba stai attento perché adesso fischia anche Ghirardi, magari…

“Cosa posso dire? I titoli non li faccio io, ma li fa il giornale… Ma il nostro lavoro è sotto gli occhi di tutti, per cui chiunque può dire – e prima di tutto pensare – e poi esprimere il proprio parere senza nessun problema. Poi quello che conta per me è sempre un risultato sul campo, è sempre la prestazione… Ripeto: non sempre tutte le prestazioni si centrano al 100% e non sempre i risultati sono quelli che vorremmo. Però io vedo in queste quattro partite dove una volta abbiamo recuperato, una volta siamo stati recuperati, un’altra volta a Cagliari abbiamo sfiorato il risultato, col Palermo, cosa dobbiamo dire della partita col Palermo? Allora io dico che la vedo positiva. Poi ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero perché non voglio obbligare nessuno a pensarla come la penso io. Assolutamente”.

(Franco Colomba, estratto dalla conferenza stampa del 28.12.2011 al Centro Sportivo di Colleccchio – Videoregistrazione amatoriale e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

Articolo precedenteQUI COLLECCHIO, VACANZE FINITE PER IL PARMA – Fotogallery amatoriale
Articolo successivoCOLOMBA SERAFICO SULLE VOCI DI UN CONTATTO DEL PARMA CON DELNERI: “NON MI MERAVIGLIO: FA PARTE DEL NOSTRO LAVORO…”
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.