COSMI, ZAMPARINI E IL PANETTONE…

0
16

Il rocambolesco 3-3 finale fa perdere due punti, ma non il buon umore a Serse che va a casa con un Pandoro Battistero, che vedendolo posizionato sul tavolo in sala stampa pensava fosse per lui…

cosmi lascia sala stampa tardini(gmajo) – Potenza del marketing crociato. Al fianco del microfono in sala stampa al Tardini è stato posizionato dagli uomini G SPORT un pandoro della Battistero, con cui è in corso una collaborazione di carattere commerciale. Serse si accomoda in poltrona e prima di iniziare ad analizzare una gara alla termine del quale non può che essere deluso per il risultato finale (“Il Lecce ultimamente ha segnato gol a raffica, ma ha portato a casa solo un punto, e questo la dice tutta su come questa squadra è andata fino adesso”), chiede se il pandoro è per lui. No, no. Quello deve stare lì per essere inquadrato, si premurano a dirgli gli incaricati di sala, in nome della pubblicità subliminale. Finita la conferenza è proprio un addetto ad allungargliene uno: “Ma allora era per me… D’accordo che è un pandoro, ma almeno quest’anno, senza Zamparini, il panettone o riesco a mangiarlo”, ha scherzato Cosmi lasciando il Tardini. Con un pandoro o un panettone in più, ma con due punti in meno rispetto a quelli che stava per strappare nell’ultima tappa della Via Emilia, terra in questa stagione piuttosto generosa per i salentini…

Articolo precedentePARMA-LECCE 3-3, IL COMMENTO DI FORMA DA TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO
Articolo successivoDOPO PARMA-LECCE 3-3 / CROCIATI, STANOTTE SI DORME IN RITIRO
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.