CRESPO TESTIMONIAL DELL’AIL CHE DA DOMANI FINO ALL’11 DICEMBRE E’ NELLE PIAZZE ITALIANE CON LE STELLE DI NATALE

0
11

Con una offerta minima di 12 euro si può avere la pianta natalizia e diventare sostenitori dell’Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma – Il video amatoriale con l’appello del Prof. Rizzoli

crespo rizzoli(Ufficio Stampa Parma FC) – Torna l’appuntamento con la solidarietà per rendere le leucemie, i linfomi e il mieloma sempre più guaribili: nei giorni 8, 9, 10 e 11 dicembre si svolgerà la tradizionale iniziativa dell’AIL che da ventidue edizioni fa appello alla solidarietà di tutti. L’AIL offrirà, grazie all’impegno di migliaia di volontari, in 3800 piazze italiane, oltre 800.000 Stelle di Natale a chi verserà un contributo minimo associativo di Euro 12, diventando così “Sostenitore” dell’Associazione. Solo le “Stelle dell’AIL” sono caratterizzate dal “logo” dell’Associazione. Anche l’Ail di Parma ovviamente aderisce alla campagna e il presidente della sezione locale, prof. Vittorio Rizzoli, in collaborazione con il Parma Fc, ha lanciato il proprio appello dal centro sportivo di Collecchio per sensibilizzare tutti gli sportivi e i parmigiani.

Continua all’interno anche con il video amatoriale con l’appello del prof. Vittorio Rizzoli per il sostegno alla ricerca fondamentale dopo i recenti tagli

“L’Ail di Parma è nata 16 anni fa e conta ormai quasi 10 mila volontari che con grande impegno e dedizione contribuiscono a fare di ogni nostra iniziativa un successo. Colgo l’occasione per ringraziarli con affetto. Come ringrazio il Parma. Lo scorso anno fu Galloppa il nostro testimonial, quest’anno è Hernan Crespo. Proprio perché intendiamo ripetere i successi passati, anche ora, nonostante il periodo di grande crisi a livello nazionale, siamo a chiedere a tutti i parmigiani di non far venire meno la generosità già dimostrata nelle scorse iniziative. Soprattutto adesso che il momento economico è particolarmente difficile abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile. Parma ha un centro di ematologia che non ha nulla a che invidiare alle principali strutture europee. Per mantenere questi standard e magari migliorarli abbiamo bisogno di sostenere lo studio e la ricerca, di offrire soggiorni all’estero ai nostri professionisti perché possano aggiornarsi sulle nuove tecnologie. Come abbiamo bisogno di sostenere i malati che necessitano di cure anche al di fuori della struttura ospedaliera e di farmaci costosi. Per questo mi rivolgo ai tutti i parmigiani che ci sono sempre stati vicini. Dall’8 all’11 dicembre saremo a Parma, sotto i portici di Via Mazzini e in Piazzale della Steccata con i nostri volontari, oltre che nelle piazze dei paesi di tutta la provincia, e con le nostre stelle di Natale che quest’anno sono ancora più belle. In questo momento il 70% degli ammalati che curiamo guarisce. Vogliamo guarire anche il restante 30% e permettere a coloro che lottano contro leucemie e linfomi di potersi curare in Italia. Facciamo allora uno sforzo tutti insieme – ha concluso il professor Rizzoli – per ripetere quanto di buono è già stato fatto con le precedenti campagne”.

Articolo precedentePELLE’: “IN GERMANIA O IN INGHILTERRA, PER IL MIO MODO DI GIOCARE, AVREI AVUTO PIU’ APPLAUSI CHE FISCHI”
Articolo successivoBAR SPORT / IO, PER UNA VOLTA URLATORE IN UN’ARENA BISCARDIANA…
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.