CROCIATI, ULTIME ORE DI VACANZA. E DOMANI PARLA COLOMBA

0
10

Il sito ufficiale, che era stato più vago immediatamente dopo la gara col Catania, ha ratificato che domani sarà l’allenatore ad incontrare i giornalisti alla ripresa. Dunque nessun golpe natalizio…

COLOMBA PANDORO(gmajo) – Domani Franco Colomba incontrerà i giornalisti prima dell’allenamento pomeridiano (ore 14.30 al Centro Sportivo di Collecchio). Di per sé la notizia potrebbe essere anche banale, dal momento che tocca sempre al mister inaugurare gli appuntamenti con la stampa della ripresa, ma stavolta la notizia, ratificata oggi dal sito ufficiale della società con una ribattuta poco prima delle 11.30 di stamani, ha un sapore differente. Intanto perché nelle immediate ore dopo Parma-Catania l’annunzio della ripresa dei lavori, sul portale web crociato, era stato preciso circa data ed orari (le 15 del 28 dicembre 2011), ma non si era sbilanciato in dettagli circa il protagonista del question time. Situazione questa che, sommata ai mal di pancia presidenziali comunicati urbi et orbi da Sandro Piovani sulla Gazzetta di Parma l’antivigilia, potevano rendere per lo meno possibile – anche se non probabile, e dunque per nulla certo – un ipotetico ribaltone alla guida tecnica. Dunque Colomba, che sicuramente ha ingurgitato il panettone, dovrebbe poter tranquillamente fare altrettanto con il Cenone (di San Silvestro), e così ogni pasto via via fino all’Epifania che tutte le feste si porta via.

Continua la lettura all’interno

calciomercato com lofquistAllontanata la pericolosa tentazione di fare indigestione di Colomba fuori stagione il GhiLeo potrà concentrarsi dunque sul mercato con quell’impellente bisogna di smistare altrove i vari pacchi in esubero nel retrobottega dello spogliatoio, lasciando al confermato de facto Colomba un numero sufficiente, ma non esagerato, di calciatori. A tal proposito la rosa oltre ai soliti 30 potrebbe vedere presto aggregato anche il 31°, David Löfquist, 25enne centrocampista mancino svedese, classe ‘86, parametro zero, ultima esperienza al Mjällby (che ha chiuso l’Allsvenskan, cioè il massimo campionato svedese, al 10° posto) ed assistito dall’agente Martin Klette. L’amico e collega Luca Talotta, che il 24 novembre scorso, quando i due vennero a Parma a chiudere l’operazione, su calciomercato.com non aveva esitato a definirla un “colpo” del Parma, lo aveva descritto così: “Veloce e potente, fisicamente ricorda quasi Ibrahimovic anche se agisce in una zona diversa del campo”. Vedremo appunto se tali referenze corrisponderanno al vero o se si tratterrà di un’altra scommessa leonardiana (o preitiana) non propriamente finite tutte in gloria. Gabriele Majo

Articolo precedenteQUANDO IL GHIRO PREFERI’ GLI OCCHI DELLA TIGRE DI DI CARLO AGLI OCCHIALI DI DELNERI
Articolo successivoTRA GLI INGREDIENTI DEL BRESCIA ALLA PARMIGIANA SPUNTA PURE ZAGLIO
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.