L’EMPORIUM TRIPLICATO E’ UN SUCCESSO DEL NOSTRO SPORTELLO RECLAMI

0
9

A stadiotardini.com Cayman aveva segnalato le difficoltà dei tifosi non di Tribuna Centrale a far spesa allo store. Per Parma-Palermo il club ha aperto due punti temporanei in zona Curva Nord e Distinti

tripletta emporium(gmajo) – Tempo fa il lettore di stadiotardini.com Cayman postò, tra i nostri commenti, la testimonianza delle difficoltà di alcuni tifosi crociati di fuori Parma, desiderosi di acquistare prodotti all’Emporium, ma non fatti accedere dagli steward poiché non in possesso del biglietto della Tribuna Centrale, bensì di altri settori. Stefano Perrone, delegato alla sicurezza del Parma FC, cui aveva sottoposto la tematica nella nostra rubrica “Sportello Reclami” aveva replicato così: “ “Egli ha ragione nel ritenere la posizione infelice per chi non ha titolo d’accesso alla Tribuna. Purtroppo, però, dobbiamo attenerci alle vigenti disposizioni che prevedono che non ci possa essere libero transito da un settore all’altro. Ed è così fino a deflusso avvenuto. Ma poi quando lo stadio è svuotato arriva il momento della chiusura dell’impianto”. Al che noi gli ricordammo: Tempo fa avevate supplito con dei corner: “Non li abbiamo più attivati in quanto non avevamo riscontrato un adeguato ritorno economico: si tenevano impegnate delle persone magari per vendere solo un capo…”. Nonostante questa controindicazione, tuttavia, ieri la Società Parma FC, tramite il proprio sito internet ufficiale, ha annunziato che “Domenica 4 dicembre, in occasione del match fra Parma e Palermo che si terrà alle 20.45 allo stadio Tardini, oltre all’Emporium sotto la tribuna Ovest saranno aperti due punti vendita, in tribuna Est e in Curva Nord. L’apertura sarà prevista a partire da un’ora prima del match, durante l’intervallo e al termine dell’incontro. Sarà possibile quindi per tutti i tifosi crociati acquistare l’abbigliamento e il merchandising ufficiale del Parma Fc.

Continua la lettura all’interno

perrone rsipondeIn via provvisoria, dunque, magari anche perché è tempo di shopping natalizio,il club supplisce, anche per interesse di cassetto, ad una carenza strutturale dell’Emporium, non raggiungibile da chi non ha biglietto o abbonamento di TCE. Poste le sacrosante ragioni illustrate allora da Perrone, in punta di regolamento, ritengo, tuttavia, che con un po’ di buon senso si possa agevolare, lo stesso, l’accesso allo store ufficiale, per lo meno al termine degli incontri, dal momento che l’operazione non comporta ore e non sono flotte di tifosi quelli che richiedono di accedervi per acquistare i prodotti griffati posti in vendita. Ho avuto modo di sentire il diretto racconto, da parte di alcuni esponenti del CCPC che avevano assistito alla stessa scena di Cayman, e mi è parso assai controproducente l’oltranzista resistenza degli steward che nell’occasione negarono il passaggio di quelle poche unità di candidati acquirenti, rispediti a casa con le cattive e senza spesa.

Articolo precedenteIL MIO NON FRATELLO ROCCO TROVA PROSELITI E CONTRAPPOSITORI ANCHE SU GAZZETTADIPARMA.IT
Articolo successivoSPORTELLO RECLAMI / CROCIATO 68 E LA DATA DELLA FINALE UEFA 98-99 DI MOSCA SBAGLIATA
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.