BOLOGNA-PARMA 0-0, LA FOTOGALLERY AMATORIALE

1
15

Articolo precedenteBOLOGNA-PARMA 0-0, IL COMMENTO DI ANTONIO MONACO (RADIO RAI)
Articolo successivoDONADONI, SULLA PARTITA E SULL’UMANITA’ DELL’ARBITRO E DI LEONARDI CON MORRONE
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

1 commento

  1. la foto del nostro settore ospiti è desolante…parma paga oltremodo rispetto ad alttre piazze gli effetti sortiti dalla tessera del tifoso…sia in casa che in trasferta le presenze sono in calo(non che siano mai state fatte trasferte oceaniche eccezzion fatta per spareggio salvezza …cittadella per la promozione per citare il recente passato e qualche gara che una volta contava)sarebbe ora che i presidenti delle squadre medio piccole insorgessero contro questo strumento inutile e repressivo per i tifosi e dannoso per le società….quelle come la nostra tanto inter milan juve roma napoli hanno cmq il loro seguito importante in casa e fuori …..pur convinto che le partite si vincono sul campo e non sulle gradinate lo dico senza piaggeria a noi …i Boys farebbero comodo un pò di spinta e morale potrebbero darlo alla squadra..poi i valori sul terreno di gioco sono quelli ma questa è un altra storia
    Filippo1968

Comments are closed.