DONADONI: “AUGURO A COLOMBA DI TORNARE AD ALLENARE QUANTO PRIMA…”

0
9

Riso amaro – Il tecnico uscente, nel suo commiato, aveva scherzato sul destino che per la seconda volta gli ha messo sulla strada l’ex bandiera milanista

donadono 21 01 2012(gmajo) – Durante la conferenza stampa d’addio di Franco Colomba, di giovedì scorso nella sua casa temporanea al Maria Luigia, da poco lasciata, aveva voluto dire “due parole su Donadoni. E’ la seconda volta che gli lascio una squadra in buona posizione e in buona condizione: quindi ho l’impressione che lui mi stia dietro, alle spalle, e aspetti il momento giusto… Chiaramente sto scherzando, però la prossima volta che accetto una squadra spero che lui stia lavorando, perché altrimenti diventa un vizio e non va bene…”. Ovviamente quella del tecnico uscente era una battuta col sorriso, un po’ amaro, sulle labbra. Come leggerete  nella trascrizione all’interno il suo successore (era già accaduto a Livorno nel gennaio 2005) gli ha risposto oggi, in conferenza stampa, sollecitato da noi di stadiotardini.com (sia pure traditi proprio per quella battuta dalla nostra videocamera amatoriale, che per l’emozione non ha registrato, meno male che abbiamo potuto contare sulla registrazione audio di Jonathan Belletti) con un ulteriore auspicio: “Il mio augurio è che Colomba possa iniziare a riprendere quanto prima a fare quello che sa fare, che è l’allenatore, poi quello che sarà lo vedremo”. Colomba aveva anche sottolineato la cortesia e la professionalità di Donadoni, che gli aveva telefonato dopo il fattaccio, e che il loro rapporto va oltre queste cose: tra l’altro, entrambi, hanno voluto ricordare, un comune amico scomparso, dal passato bolognese, Sergio Buso, e Colomba pure Andrea Pazzagli. “L’esonero – aveva detto Psycolombadi fronte a queste cose passa in secondo piano, perché è una delle cose spiacevoli del mio lavoro, ma a dispetto di tantissime cose piacevoli che ci sono. Quindi non mi interessa: mi spiace per questi amici che non ci sono più…”.

All’interno la odierna risposta di Donadoni a stadiotardini.com

Gabriele Majo (www.stadiotardini.com) – L’altro giorno Colomba, nella sua conferenza d’addio, ha avuto qualche parola anche per lei, con una battuta un po’ amara: si augura, cioè, che la prossima volta che lui prenderà una squadra lei sia impegnato, per via di questi corsi e ricorsi storici

“Beh, era successo una volta in passato, però questo credo rientri nelle battute spiritose che uno può fare, cercando di sdrammatizzare un po’… Però è chiaro che il mio augurio è che Colomba possa iniziare a riprendere quanto prima a fare quello che sa fare, che è l’allenatore, poi quello che sarà lo vedremo. Adesso per me è importante portare avanti e cercare di costruire qualcosa nel progetto Parma e quindi tutte le mie energie sono proiettate in questo senso”

(Roberto Donadoni – conferenza stampa al Centro Sportivo di Collecchio del 21.01.2012 – registrazione audio di Jonathan Belletti, trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

Articolo precedenteIL DERBY INDIANO DI CRESPO E C. LUCARELLI
Articolo successivoSTORIE DI EX – BOJINOV LITIGA PER TIRARE UN RIGORE, MA POI LO SBAGLIA…
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.