E FLOCCARI, ORA, VUOLE ANCHE SEGNARE…

0
18

Da buon attaccante non gli basta più essere solo utile alla squadra “con assist e lavoro sporco”, come aveva promesso il giorno della presentazione: ora vuole essere decisivo anche a suon di gol…

(gmajo) – Giovedì 1° settembre 2011 la frase che pronunziò Sergio Floccari nel giorno della sua presentazione che maggiormente mi colpì fu quella che su stadiotardini.com proposi come titolo della fotogallery amatoriale dell’evento: “Voglio essere decisivo. Si, coi gol, ma anche con assist e lavoro sporco”. Durante l’odierna conferenza al Centro Sportivo di Collecchio, il concetto, invece, è stato di fatto capovolto: nel senso che Floccari ci ha fatto capire che, sì, è bello sacrificarsi per gli altri (soprattutto Giovinco…), ma ora quello che gli interessa di più è segnare. Insomma capovolgendo il discorso: “Voglio essere decisivo. Sì, anche con assist e lavoro sporco, ma soprattutto segnando”. Ed è per questo che il nuovo-Floccari non ha alcuna intenzione di salutare Parma nel mercato di gennaio, (pur facendogli piacere l’interesse della Fiorentina) volendo dimostrare appieno il suo valore, dopo un inizio di stagione rovinando da un infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dal campo di gioco…

All’interno la trascrizione integrale delle sue risposte sui temi sopra menzionati

michele angella conferenza floccari 03 01 2012Michele Angella (Teleducato) – Qualche tempo fa il tuo nome era stato abbinato alla Fiorentina per il mercato invernale appena iniziato, ma poi la società è stata molto chiara al riguardo…

“Questo è un periodo in cui è naturale che si leggano molte voci sui giornali. Questo è normale, però direi che la mia posizione è stata chiarita in maniera egregia dalla Società: io sono arrivato e poi ho avuto subito dopo un infortunio, quindi sono rientrato nelle ultime tre partite prima della sosta. Direi che ho ancora tanto lavoro da fare. E’ chiaro che faccia floccari conferenza stampa 03 01 2012piacere essere accostato ad alcune squadre, perché vuol dire che hai ancora gente che ti stima e che apprezza il tuo lavoro, dopo di che, però, la mia situazione l’ha chiarita la Società, quindi vale quello che è stato detto dalla Società”.

Gabriele Majo (www.stadiotardini.com) – Si sono placate le voci circa l’arrivo di un nuovo attaccante al Parma, che abbia nelle sue corde la vocazione a segnare tanti gol. Io mi sono fatto l’idea che ci sia un progetto tecnico del Parma che preveda il sacrificio tuo, o eventualmente di Pellè, per far sì che Giovinco possa essere valorizzato segnando il maggior numero di gol possibile. Tra l’altro abbiamo visto, in questi giorni, le statistiche riassuntive dell’anno solare 2011 con Giovinco che è stato di gran lunga il maggior realizzatore crociato. Come sarà questa seconda parte di stagione? Basterete voi o appunto arriverà qualcuno dal mercato?

floccari presentazione“Queste sono valutazioni che spettano alla Società, però io dal mio punto di vista, per quanto mi riguarda, che devo cercare di mettermi a disposizione di tutti i compagni, chiaramente soprattutto di chi gioca vicino a me. Ma è chiaro che da parte mia c’è anche la voglia di determinare in senso realizzativo, quindi, appunto, fare gol. Quindi io da me aspetto anche questo: sarei ipocrita a dire un’altra cosa. Quindi io da me stesso aspetto la disponibilità verso i compagni, ma pretendo anche in fase conclusiva, realizzativa, di dare il mio contributo. Quindi spero, da qui in avanti, di non aver più problemi e riuscire a sfruttare quelle che sono le mie qualità. Questo è il mio punto di vista: poi non so che tipo di valutazioni farà la Società. Le mie sono queste. Quindi mi aspetto da me stesso e lo pretendo questo tipo di atteggiamento che va anche alla ricerca dei gol: ne ho fatti negli anni passati e spero di continuare a farne”.

(Sergio Floccari, estratto dalla conferenza stampa del 03.01.2011 al Centro Sportivo di Collecchio. Videoregistrazione amatoriale e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

Articolo precedenteGHIRARDI, LA PAUSA DI RIFLESSIONE E’ TERMINATA ED E’ ANCORA AMORE SCONFINATO COI TIFOSI DEL PARMA
Articolo successivoMANARA ALLA CORTE DELL’ABRAMOVICH ITALIANO. QUANDO IL PRIMO DERBY DELLA CISA IN A?
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.