LEONARDI E JONATHAN LE ULTIME PAROLE FAMOSE…

11
12

A 30 ore dalla clamorosa bocciatura da parte dell’AD (“I giocatori che pensano più di un giorno di venire nelle squadre che io dirigo non sono giocatori per me”), puntualmente arriva l’annuncio del club dell’arrivo dell’esterno in prestito dai nerazzurr (che sarà presentato domani alle 14.30, in sostituzione della preannunciata conferenza di Musacci)

leonardi boccia jonathan e nega caso crespo(gmajo) – Grazie a Pietro Leonardi possiamo risparmiare l’abbonamento alla Settimana Enigmistica: per la vignetta “Le ultime parole famose” sono sufficienti le sue affermazioni. Tipo quella pronunziata ieri mattina alle ore 11 (abbondanti) alla Camera di Commercio di Parma a margine delle premiazioni di “Natale in Vetrina Crociata”, in cui aveva tuonato: “I giocatori che pensano più di un giorno di venire nelle squadre che io dirigo, non sono fcparma com jonathan prestito intergiocatori per me. Perciò Jonathan, con tutta la stima, sta bene all’Inter”. Infatti Jonathan stava così tanto bene all’Inter che domani pomeriggio, alle ore 14.30 a Collecchio, in luogo della preannunziata conferenza stampa di Musacci, verrà presentato ufficialmente ai giornalisti dallo stesso Leonardi. Il dirigente dal rinomato pedigree aveva già fatto qualcosa di più di una mezza marcia indietro nella giornata di oggi ai microfoni di Sky Sport 24, quando aveva affermato (come ripreso dal sito ufficiale): “Jonathan? voglio guardarlo negli occhi per capire meglio la situazione”. Evidentemente avrà visto negli occhi di Cicero Moreira quelli della tigre. Un po’ come Ghirardi in quelli di Di Carlo qualche anno fa…

Continua la lettura all’interno

Fatto sta che domani l’esterno fino ad oggi nerazzurro (da Schianchi definito ieri sera a Calcio & CalcioParcheggiatore della Pinetina”, poiché sarebbe solito posteggiare le auto dei compagni più famosi tipo Milito che secondo il Roseo gli darebbe regolarmente le chiavi ogni volta che arriva al centro di allenamento) sarà presentato ufficialmente ai giornalisti. A proposito di ultime parole famose: ma non si era detto che il Parma non avrebbe mai più preso giocatori in prestito per non valorizzare patrimoni altrui? Ebbene, come certifica l’organo ufficiale del Parma FC, il difensore classe 1986 arriva a titolo temporaneo. Ma al di là di questo dettaglio (del resto anche Amauri un anno fa giunse in prestito e il club ducale si giovò a suon di gol della sua valorizzazione, salvo poi doverlo restituire al mittente, come nei patti) non si capisce come mai per due giorni di fila (la domenica in diretta su Sky dal Tardini, il lunedì a margine di Natale in Vetrina Crociata) Leonardi abbia chiaramente negato l’interesse per il calciatore che domani, invece, sarà presentato. Di solito queste manfrine sono utili per gettare fumo negli occhi di potenziali concorrenti, o per far abbassare il prezzo della merce. E’ il mercato, bellezza… Ma nel caso specifico, trattandosi di prestito secco, non si capisce il motivo del depistaggio. A meno che non ci siano stati cortocircuiti comunicazionali tra le parti: narra la leggenda, infatti, che fosse stato il manager del nuovo arrivato ad avanzare dubbi sulla destinazione Parma. Al che calzerebbe a pennello la replica piccata dell’AD, secondo la migliore tradizione della “Volpe e l’uva”. Comunque ancora poche ore di pazienza, poi Collodi ci aiuterà a scrivere la parola fine su questo controverso trasferimento. Gabriele Majo

 

IL VIDEO AMATORIALE CON LEONARDI CHE CHIUDEVA LA PORTA IN FACCIA A JONATHAN

(Camera di Commercio, Parma, ore 11 del 16.01.2011, a margine delle premiazioni di “Natale in Vetrina Crociata”)

 

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO CON LA TRASCRIZIONE DELLE PAROLE DI LEONARDI

Articolo precedenteCALCIO & CALCIO / ANCHE PER SCHIANCHI E’ BUONA LA PRIMA DI DONADONI
Articolo successivoJONATHAN ARRIVA IN PRESTITO, MA CON DIRITTO DI RISCATTO DELLA META’ DEL CARTELLINO DA PARTE DEI CROCIATI
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

11 Commenti

  1. Questa notizia non mi stupisce…abbiamo capito che la coerenza non è roba nostra…comunque non voglio far polemiche!forza parma!tutti a bologna!ciao

  2. Cia gabriele,mi chiamo luca ti faccio i complimenti per il tuo blog!
    Una precisazione da quello che dice sky il brasiliano è giunto nel ducato in prestito con diritto di riscatto sulla metà e non in prestitoo secco.
    Volevo poi chiederti una cortesia:so che non sei avvezzo al mercato ma domani potresti chiedere lumi a leonardi su questa mega operazione con l'inter che pare abbia coinvolto anche le metà dei giovani crisetig e galbiati+3,5 miliono di euro per il parma in cambio di tutto obi all'inter
    Ciao gabri sei un grande!
    Buona notte

  3. Su sportitalia hanno detto 3,5 mln per la metà di Obi più la comproprietà di crisetig e galimberti (un centrocampista e un difensore, fiori all'occhiello della primavera dell'Inter) e il prestito di jonathan con diritto di riscatto della metà. I due giovani resteranno in nerazzurro fino a giugno. Sembra una buona operazione, no? Non hanno discusso di Nwanko invece. A questo punto dovrebbe arrivare okaka e penso che sarà ceduto Pellè, ma non so quanto sia conveniente. Faccio anche io i complimenti al sig. Majo per tutto il lavoro che fa e la passione che dedica al nostro Parma! Speriamo di andare a Bologna a fare punti, anche se i rossoblù sono in salute…

    Tino

  4. Stavolta Gabriele mi sa che hai pestato una cacca! Infatti, da quanto ho letto sul sito "Tuttomercatoweb" e ascolato da Sky Sport 24, il giocatore passa in gialloblù con la formula del prestito con diritto di riscatto per la metà. E quindi non è soltanto un prestito secco come invece riporti nel tuo articolo.

    ciao. enzo

  5. Buongiorno. Intanto subito un ringraziamento a Luca, che mi pare sia una new entry e a Tino, che ormai è un veterano dei fedelissimi di stadiotardini.com, per i complimenti che hanno postato con il riconoscimento della passione che ci metto. In effetti stare sempre sul pezzo senza staccare mai è un po' logorante, ma fin che il fisico regge non demordo. La notizia di ieri di Jonathan, ad esempio, è stata composta e caricata tra un boccone e l'altro di una cotoletta che avrei preferito gustare meglio. Ma tant'è. Volendo essere tra i primi ad annunziare la lieta novella (gli specialisti di TMW mi hanno dato 3' di distacco, io sono uscito con il flash alle 21.01, loro alle 20.58) quello era lo scotto da pagare. Ma al di là della libido di arrivare al traguardo in zona medaglie con la notizia, pur in un territorio – il mercato – che ho sempre dichiarato non essere la mia specialità, quello che ieri sera mi interessava comunicare tempestivamente era il repentino cambio di idea sul nuovo arrivato (la considerazione del quale non mi pare elevatissima nel "milanese" Andrea Schianchi, anche se lui segue abitualmente il Milan più che l'Inter, avendolo definito "Parcheggiatore della Pinetina) da parte dell'AD Pietro Leonardi, il quale, dinnanzi alla nostra telecamerina e a quella di Tv Parma, rispondendo al collega di Repubblica 32 (Trentadue, in lettere) se ne era uscito con una frase non certo sobria del tipo che non fanno per lui i giocatori che pensano più di 24 ore prima di decidere se approdare o meno in un club da lui diretto. Che ci stesse ripensando lo si era capito quando, pomeriggio-tempo, il sito ufficiale ci proponeva una frase dell'AD pronunziata al microfono di Sky Tg 24: "Jonathan? Voglio vederlo negli occhi". E nel riportarla a mia volta, avevo battuto nel tempo perfino TMW arrivato solo alle 19.01…
    Dunque l'argomento principe era "Leonardi-Jonathan, le ultime parole famose" non tanto la formula del suo approdo, che era un addentellato, caro Enzo, e non il tema portante. Poi può anche darsi che io abbia pestato una cacca come dici tu, riportandomi come fonte lo stesso Tumttomercatoweb, che a propria volta cita Sky Sport 24, dal momento che loro specificano che trattasi di un prestito con diritto di riscatto della metà (la stessa formula con cui approdò a suo tempo Giovinco): però devi sapere (e il discorso vale anche per Luca e Tino) che la regola che seguo tassativamente (e dovrebbero farlo, deontologicamente, anche gli altri) è che per l'ufficialità mi affido agli organi ufficiali. Ebbene: il sito del Parma Calcio ieri sera riportava testualmente: "Il Parma Fc comunica di aver acquisito a titolo temporaneo dall’Inter il difensore classe 1986 Jonathan Cicero Moreira". A titolo temporaneo, tradotto volgarmente, è in prestito: di addentellati, cioè di presunti diritti di riscatto, interi o a metà, non c'è traccia. Poi può darsi che si siano scordati loro di specificarlo, o che non lo abbiano fatto per scelta (che nel caso non capirei): però le mie fonti (ufficiali) questo hanno certificato, al di là delle Bibbie mercatali che gli appassionati leggono. Vedo che sulla Gazzetta di Parma cartacea hanno seguito la mia stessa metodologia di lavoro, dal momento che neppure lì si parla di eventuali diritti di riscatto della metà del giocatore. Insomma: avrò anche pestato una cacca (ufficialmente lo sapremo solo dopo le 14.30 di oggi, all'atto della presentazione, salvo comunicazioni ufficiali precedenti), ma se l'ho fatto sono in buona compagnia. Sperando, al di là della scocciatura di dover lavare le scarpe, che la m. calpestata porti soldi, come dicono che capiti…
    Continua

  6. (prosegue) Di Lorenzo Crisetig, classe 1993, parla oggi, caro Luca, anche la GdP cartacea, definendolo un promettente centrocampista: personalmente non lo conosco e non ho elementi di giudizio, ma se Leonardi avrà deciso di prenderlo avrà i suoi buoni motivi. Intanto, stando al quotidiano citato, rimarrà in nerazzurro fino a fine stagione. Così non viene ad infoltire la rosa da sfoltire. Di Galbiati non ho al momento informazioni precise. Sempre la GdP ci informa che ora Obi (che era in compartecipazione) è tutto nerazzurro.
    Dunque in conclusione ricordo: l'ufficialità spetta agli organi ufficiali. Le chiacchiere a tutti gli altri siti o altre fonti che volete. TMW, come dicevo, nel proporre l'ufficialità dell'operazione Jonathan al Parma, ha specificato: "Da Sky Sport 24, inoltre, si apprende che il giocatore passa in gialloblù con la formula del prestito con diritto di riscatto per la metà". Da Sky Sport 24, non dal Parma FC, o da fcparma.com. Se poi Leonardi lo ha specificato parlando al microfono della satellitare è un altro discorso: ma il dettaglio, nel caso, manca sulla "carta da bollo" che sancisce l'operazione, alias il comunicato stampa…
    Cordialmente Gmajo

  7. Andrò controcorrente ma non mi sembra un'operazione con cui ci siamo rinforzati. Tutt'altro. L'unica cosa che si è rinforzata sono le casse societarie; non certo le ambizioni sportive della società. Tre anni fa non si era forse detto che a Parma non sarebbero più arrivati giocatori in prestito secco?! Amauri l'anno scorso ne è stata la dimostrazione… Non mi si dica poi che c'è programmazione!! Jonathan arriva in prestito e per di più viene in una realtà che fino a ieri ha osteggiato. Mi chiedo: con che spirito potrà venire a Parma?! Per giunta, solo per alcuni mesi?! Abbiamo inoltre perduto la comproproprietà di Obi e ci sono stati rifilati di due giovani promesse che non vedremo mai in prima squadra e che se avranno davvero i piedi buoni (come si è detto) torneranno alla casa madre senza mai vestire la casacca crociata (proprio come Borini). In definitiva, mi sembra che il Parma stia diventando la succursale dell'Inter, che fa e disfa a suo piacimento. In tutto ciò, niente di male ma che almeno lo si dica… Quanto alle restanti operazioni di mercato ed in particolare all'imminente approdo di Okaka non mi pronuncio perché potrei essere molto sgradevole. Dico solo che tanto valeva rimanere che Pellé (che a questo punto verrà ceduto). E sai bene Gabriele cosa penso di Pellé… Davide.

  8. Ciao Davide,
    queste operazioni non sono tanto motivate dal fatto che il Parma sia o meno una succursale dell'Inter, quanto dal reciproco interesse di far crescere il valore (economico) dei calciatori in questione. E se la rosa (da sfoltire) conta tanti nomi è perché il mercato è sempre più "economico-finanziario" che tecnico. E non solo in casa Parma.
    Aver perso la proprietà di Obi, che di qui è mai passato, non credo sia un danno, ma, viceversa, non so quale vantaggio possa derivare al Parma (tecnicamente, dal punto di vista economico-finanziario credo sia capibile) dalla comproprietà di questi giovani del vivaio nerazzurro che sembrano emergenti. Sempre in attesa che sia il nostro, di vivai, a sfornare prodotti da vendere ad alto livello, ma dal panificio, finora di pagnottine appetibili ne sono fuori uscite ben poche (per non dire nulla).
    Su Jonathan non so, a questo punto, se si tratta di prestito secco come abbiamo scritto noi affidandoci alle fonti ufficiali, o se hanno ragione gli esperti che parlando di diritto di riscatto della metà. Il particolare non è di poco conto nella formulazione del giudizio della operazione. Si pensi che, come ricordavo poco fa, lo stesso Giovinco giunse con il prestito con diritto di riscatto della metà, a prezzo prefissato e ovviamente riscatatto dai crociati che erano riusciti (e lì era stato bravo Leonardi) a mettere una cifra di gran lunga inferiore al reale valore della Formica. Sull'opportunità di avere un giocatore "scontento" che dire? Intanto bisogna vedere quanto "scontento" lo sia davvero: le manfrine del calciomercato portano a dire tutto e il contrario di tutto. Non tutti sanno cogliere con intelligenza (come ha fatto Giovinco) il declassamento come possibilità di rilancio.
    Su Okaka e Pellè potrei essere sostanzialmente d'accordo con le tue valutazioni. L'unica cosa che aggiungo è che nel frattempo, essendo cambiato allenatore, è cambiato, ovviamente, il progetto tecnico del Parma anche in attacco. Sicché non credo più che si focalizzi (come prima) tutto su Giovinco con Floccari e Pellè al suo servizio. Ecco perché l' "incedibile" Pellè della gestione Colomba potrebbe finire sul mercato con Donadoni.
    Ciao Gmajo

  9. Gentile sig. Majo, se controlla ora sul sito del Parma, è segnalato anche il diritto di riscatto per metà cartellino.In questi termini per me è una buona operazione dal punto di vista tecnico-economico.
    Saluti

  10. Grazie per la pronta segnalazione, Roger. Prendiamo quindi atto di questa sorta di "errata corrige" delle fonti ufficiali, alle quali noi tradizionalisti preferiamo abbeverarci appunto quando si tratta di sancire l'ufficialità di una operazione. Il dettaglio, come già rimarcato in precedenza, non è da poco per il giudizio complessivo della operazione perfezionata. Grazie anche a tutti coloro che hanno arricchito il dibattito, facendo sì che venisse apportata l'esatta comunicazione dei termini dell'affare in questione.
    Purtroppo in tempi moderni, con la rapidità di comunicazione che caratterizza l'attuale era, spesso l'ufficialità viene sancita tramite interviste o dichiarazioni di dirigenti: io sono all'antica e sono dunque favorevole al sacro crisma dei comunicati, che dovrebbero essere le uniche certezze tra le tante, troppe chiacchiere. Bene, prendiamo atto della variazione del comunicato, dunque, a beneficio dei vari tifosi interessati. Ulteriori dettagli ce li riferiranno nel primo pomeriggio in sala stampa. Cordialmente Gmajo

  11. Condivido il contenuto della tua risposta, caro Gabriele. Sono curioso di vedere all'opera il "parcheggiatore della Pinetina" anche se l'avvio di campionato non è stato dei più promettenti. Al di là delle scelte tecniche e della bravura di Leonardi sul calciomercato, quel che a me dispiace è che non vedo programmazione in questo Parma. Allo stesso modo, pensando al passato glorioso del nostro club, mi spiace molto vedere il Parma divenire una succursale di altri, con cui fino a qualche anno fa ce la giocavamo alla pari. Lo so, sbaglio io perché quegli anni là non tornano più… ma mi da ugualmente fastidio… Davide.

Comments are closed.