LEONARDI E LA DATA DEL POSSIBILE RECUPERO: “SPERIAMO CHE SENTANO ANCHE IL NOSTRO PARERE, NEL RISPETTO DEI NOSTRI TIFOSI”

4
7

“Ci  siamo rimessi alle decisioni delle autorità competenti. La scelta di non giocare non è stata presa né da noi né dagli avversari né dalla quaterna arbitrale ma dal Gos per motivi di sicurezza. Solo ed esclusivamente per motivi di sicurezza. Alla fine si è deciso il rinvio indipendentemente dalle condizioni del campo. Io invece ho colto una volontà di non giocare a prescindere. A due ore e mezza dalla gara mi è stata presentata subito come questione prioritaria quella del campo ed è stato allora che ho espresso il mio disaccordo. Perché quella delle condizioni del terreno di gioco sarebbe stata eventualmente una valutazione da fare in un secondo momento”

Articolo precedentePARMA-JUVE RINVIATA – E’ UFFICIALE LA DECISIONE DEL GOS – IL VIDEO CON PERRONE CHE SPIEGA IL PERCHE’
Articolo successivoRABBIA CONTE SU SKY: "SITUAZIONE PREVEDIBILE, SBAGLIATO DIRE IN TV CHE E’ STATA LA JUVE A NON VOLER GIOCARE. COSI’ SI AIZZANO I TIFOSI"
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

4 Commenti

  1. Tanto di cappello alle parole di questo uomo,grande dirigente e attaccamento alla piazza,anche se a volte un Po presuntuoso,uno tra i migliori in italia.alessio Montecatini

  2. Si interviene solo quando c'è parma-juventus…invece un parma-palermo con visibilità=a zero va tutto bene…..CHE TIRI FUORI UN PO I COGLIONI LA SOCIETA' CAZZO

  3. E' inutile che Leonardi si lamenta. A Torino ha nevicato prima, durante e dopo la partita. La differenza sta' nel fatto che lo stadio della Juventus e' moderno, coperto, confortevole E CON IL TERRENO DI GIOCO RISCALDATO!!. Allo stadio nuovo o ristrutturato ci penserei da subito…da domani..infatti! Le argomentazioni del cacio cavallo non si possono neanche piu' acoltare.

Comments are closed.