E MERCOLEDI GIOVINCO TORNA A MARASSI. VESTITO D’AZZURRO…

4
9

giovinco da azzurrissimonapoli blogspot comPrima convocazione con la Nazionale Maggiore anche per l’attaccante Fabio Borini, riscoperto da Leonardi e per metà ancora del Parma…

(Ufficio Stampa Parma FC)Sebastian Giovinco è stato convocato con la Nazionale italiana per il match amichevole che gli azzurri disputeranno mercoledì 29 febbraio al Marassi di Genova contro gli Stati Uniti. Per la formica atomica si tratta di una conferma nelle scelte di Cesare Prandelli, che sta disegnando la formazione dell’Italia per i prossimi campionati Europei.


All’interno la lista completa dei 23 convocati azzurri per l’amichevole con gli USA:

Questa la lista completa dei 23 convocati azzurri per l’amichevole con gli USA:

Portieri: Buffon (Juventus), De Sanctis (Napoli), Sirigu (Paris St. Germain), Viviano (Palermo).

Difensori: Abate (Milan), Astori (Cagliari), Balzaretti (Palermo), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Criscito (Zenit San Pietroburgo), Maggio (Napoli), Ogbonna (Torino).

Centrocampisti: De Rossi (Roma), Marchisio (Juventus), Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Paris St. Germain), Nocerino (Milan), Pirlo (Juventus).

Attaccanti: Borini (Roma), Giovinco (Parma), Matri (Juventus), Pazzini (Inter).

Articolo precedenteL’OPINIONE DI MAJO DOPO GENOA-PARMA 2-2: “ROMEO AIUTA IL PARMA A CONFERMARE LA PROPRIA VOCAZIONE CROCEROSSINA”
Articolo successivoMA I DISAGI SONO COLPA DELLA PARTITA O DI CHI E’ TROPPO ZELANTE IN SERVIZIO?
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

4 Commenti

  1. Quando se ne andra Giovinco chi resterà nell'attacco del Parma? Tutti gli altri sono giocatori in prestito con diritto di riscatto e nessuno sta dando garanzie di un valido affidamento per il futuro. Benché stimato da molti per la sua abnegazione e per il suo lavoro "sporco" Floccari mi ha deluso moltissimo: se fosse per me non lo riscatterei, anche perché attualmente ha un ingaggio faraonico che, a mio parere, ha dimostrato di non meritare. Tanto valeva allora tenersi Pellé e rispedire al mittente Floccari: il bilancio societario ne avrebbe risentito in meglio. Ormai é sotto gli occhi di tutti che il progetto del Ghileo é quello di valorizzare giovani di belle speranze per massimizzarne il ricavo all'atto della vendita e di ció non ci si deve scandalizzare né stracciare le vesti: siamo tutti maggiorenni e vaccinati per resistere allo spettacolo di questi speculatori al potere, del resto ciò fa parte delle regole del loro gioco imprenditoriale e chi ha investito parecchi milioni di euro in tale avventura ha il diritto di sperare in un bilancio in attivo, purché -si badi bene-questa impostazione non venga portata all'esasperazione. Una squadra composta solo da onesti mestieranti, da baldanzosi giovani di belle speranze alla ricerca di un palcoscenico per mettersi in mostra e da qualche autentico campione parcheggiato in attesa di ben altri lidi non puó certamente durare nella massima serie più di qualche stagione arrancando fino all'ultima giornata di campionato per un posto al sole in compagnia della maggioranza delle squadre impegnate nella lotta per non retrocedere. Un buon allenatore può dare il suo contributo, che è indispensabile ma non sufficiente: ne è la prova la sostituzione di Colomba per Donadoni che non ha portato a quel cambio di risultati tanto auspicato, al di lá di una prevedibile reazione iniziale tanto entusiastica quanto fugace. Per un progetto valido che garantisca la duratura permanenza nella massima serie é necessario incastonare l'impianto della squadra con pochi ma ottimi giocatori di assoluto affidamento che siano punti fermi delle rispettive Nazionali, tanto per intenderci. Non é un caso dunque che tra i titolari del Parma solo Giovinco sia uno di questi: é troppo poco, anche perché lui del Parma é solo il presente. L'operazione Borini dunque rischia di essere stata una grande occasione persa: si poteva tenerlo stretto e su di lui impostare l'attacco del futuro, si badi bene, a costo zero. Sarebbe stato un ottimo investimento considerando che già da tempo il bilancio era stato risanato; si é voluto invece a tutti i costi monetizzare ma si é indebolita così la squadra. Un principio lecito e condivisibile é stato estremizzato e ora il risultato è quello di una classifica che si é fatta pericolosamente corta e di un margine dalla zona retrocessione terribilmente esiguo. Se a ció si aggiunge che il Parma non ha di certo tra le sue armi la tenacia mentale nel gestire i momenti di tensione possiamo dire che il film che ci attende da qui alla fine del campionato sarà un puro thriller. È ora che il Ghileo capiscano che nel calcio il guadagno economico arriva in tempi lunghi e soprattutto dopo che si é creata una squadra con un'ossatura di campioni: la loro giovane età li ha portati troppo spesso a farsi prendere dalla frenesia del rapido guadagno, col risultato di campionati stentati fatti di un gioco mediocre e mai convincente. Il prossimo calciomercato, qualora dovessimo ancora una volta salvarci, dovrà a tutti i costi servire per portare a Parma a titolo definitivo giocatori indiscutibili, di provata personalità ma soprattutto disposti a diventare parte integrante di un progetto che, dopo tanti suoni di tromba, deve ancora iniziare.

  2. saluto parmigiano
    sono tornato a leggere il tuo commento grazie all invito che hai postato sul forum della G.d.P….un plauso sincero !!….ti quoto in pieno.
    p.s.:un saluto anche all ottimo gabriele che sono certo risponderà con altrettanto valide motivazioni….rimango quindi piacevolmente spettatore su questa tematica che battezzerei " il BoriNpianto.."
    Filippo1968

  3. Ciao Filippo, grazie mille! Come hai ben capito ho usato la tecnica del doppio nick per autovotarmi, visto che Majo ha tolto le stelline… A parte gli scherzi spero che anche altri amici della GdP come te approdino su Stadiotardini coi loro contributi: sono infatti convinto che in tanti lo leggano ma solo alcuni decidano di commentare. Quanto all'affare Borini spero tanto che fra qualche mese non dobbiamo pentircene amaramente, da una parte visti i punti macinati e la grinta messa in campo da Lecce & C nel rush finale di campionato e dall'altra considerata la cronica paura di vincere dimostrata dal Parma. Ho visto che sei intervenuto anche sul dibattito dello stile di Donadoni e sulle mancate proteste del Parma contro i torti arbitrali: sono perfettamente d'accordo con te. A presto!

  4. ciao "parmigianoreggiano" nelle vesti di "parmigiano" ormai è da un pò di tempo che sono approdato su stadiotardini.com e devo dire che mi ci sono trovato bene da subito sia per le tematiche che per i toni usati ma…sai una cosa?? ….spesso mi trovo a non poter scrivere commenti perchè sono quasi sempre d'accordo con i commenti di Gabriele di Majo!!!!…e allora metto solo che lo quoto .
    ciao a presto
    Filippo1968

Comments are closed.