GENOA-PARMA 0-2 (8’ ST FLOCCARI)–La descrizione di Mazzeo e Scaramuzzino (Radio Rai)

3
9

In contropiede il Parma con l’attaccante, giunto al terzo gol stagionale, punisce di nuovo l’ex Marino. Ma poi il n. 11 è costretto ad uscire per infortunio, ribadendo la stessa “maledizione” toccata al primo marcatore Gobbi. Al suo posto Valiani

www.stadiotardini.com

Articolo precedenteA MARASSI L’ULTIMA PRESENZA DI SCIPIONI CHE LASCIA LO SPORT DELLA “GAZZA” E PASSA IN PROVINCIA
Articolo successivoGENOA-PARMA 1-2 MIRANTE PARA RIGORE A PALACIO, MA RESPINGE SUI PIEDI DEL N.8 CHE ACCORCIA LE DISTANZE AL 33’
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 Commenti

  1. Sono in vacanza a Parigi, dove tra le altre cose ho avuto il piacere di incontrare un tifoso del Parma che frequenta di tanto in tanto anche questo blog, e ho appreso la notizia del vantaggio quando ero al telefono con ,mio padre, nelle vesti di mio personal radiocronista per qualche ,inuto, mentre del raddoppio son venuto a conoscenza grazie a StadioTardini.com … dai Parma, dai!

    p.s. quanto mi duole non poterla guardare live 'sta gara qui!

  2. Ho "assistito" al pareggio via telefono col contributo della radiocronaca di cui sopra; in quel momento mi sarei divorato sia la cornetta che il resto del telefono. Pero' ho subito realizzato che in fondo prima della partita una bella firma per il pari ce l'avrei messa molto volentieri. E non perchè sia un perdente privo di ambizioni, quanto perchè il Genoa arrivava da un periodo no e prima o poi i punti li avrebbe dovuti fare. Certo, a guardare gli sviluppi dell'incontro, le mani uno non puo' non mangiarsele.

    p.s. vorrei rimarcare, una volta ancora, lo stile delle dichiarazioni di Dondadoni;

    p.p.s. stasera c'era il PSG in trasferta a Lione, la gara e' terminata quattro pari, ma in strada, qui a Parigi, non se ne avvertiva la presenza (a differenza di quel che spesso si verifica a certe latitudini dell'Italia) ed in tv credo che se ne parlera' il giusto. Non per essere invidioso dell'erba del vicino che e' sempre piu' verde, ma a me piacerebbe che fossimo un po' come loro.

    Buonanotte, anzi…bon nuit!

Comments are closed.