DONADONI: “SE PAGHERA’ LA NOSTRA LINEA ELEGANTE CON GLI ARBITRI? SONO NAUSEATO DA QUESTI DISCORSI. NON VOGLIO PASSARE PER PERBENISTA, MA IL MIO MODO DI PENSARE E’ DI ESSERE CORRETTI E ONESTI IL PIU’ POSSIBILE”

2
13

ALL’INTERNO LA TRASCRIZIONE INTEGRALE DELLA RISPOSTA A GALLERANI

Michele Gallerani (Sky) – Pagherà, secondo te, ad andare alla fine del campionato, questo vostro modo di essere eleganti, perché ho letto il twit di un giornalista nei giorni scorsi, che diceva: se Donadoni non dirà nulla nemmeno oggi, dopo quello che è successo dopo Parma-Napoli, è veramente un signore…

“Ma io sono veramente stanco. Sono veramente stanco… Certe volte ci troviamo di fronte agli stessi discorsi… Pagherà? Ma io credo che se comportarsi come è lecito e normale che uno si comporti, cercando di essere corretto ed onesto possibile, deve risultare controproducente allora bisogna stravolgere tutto il mondo, tutta quella che è la logica… Alle volte sento fare discorsi ci conviene fare i polemici, quelli che attaccano… Sono veramente nauseato e stufo di queste cose qui: io non voglio passare per il perbenista, né per quello che vuole insegnare qualcosa a qualcuno. Questo è il mio modo di pensare e di ragionare. Fine. E mi piace che la squadra che alleno ragioni in questo modo e cerchi di fare quello che è giusto fare sul campo. Poi ognuno di noi, ripeto, fa le sue valutazioni: io sono criticato in funzione di quello che faccio e lo stesso vale per tutte le componenti. Questo mi sembra più che legittimo, ma senza voler screditare nessuno. Sbaglio io, sbagliano i giocatori, sbagliano gli arbitri e quindi è bello vedere, da parte di ognuno di noi, un po’ di autocritica. Basta, fine del discorso. Senza nessun tono polemico. Perché non mi interessa fare nessuna polemica, altrimenti direi quello che vorrei dire nel momento in cui ne ho l’opportunità, ma non ne vedo la necessità”.

Articolo precedenteDONADONI SPIEGA IL SUO “QUESTA NON ERA SFORTUNA” E DA’ UN’OCCHIATA ALLA CLASSIFICA…
Articolo successivoPARMA-NAPOLI? SORRIDIAMOCI SU…
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

2 Commenti

  1. Majo, dica la verità: prima dell'intervista si è mascherato da Donadoni ed è andato al suo posto a rilasciare queste dichiarazioni!

  2. grande stile,da vero uomo di sport………ma….sono convinto che non rende quest attegiamento……si potrebbe fare così lui continua per la sua strada allena la squadra e la mette in campo….và in sal astamp aparla della partita e solo di quello senza commentare l operato dell arbitro,per le critiche,e le accuse, lasci dire fare e parlare al duo"ghileo"…..che aimhè !!….nonè così buono a lamentarsi come si dovrebbe nei modi e nei tempi giusti …..ma per quest anno finiamola cosi …e dall anno prossimo ci vorrà una figura addetta alla comunicazione che tutlei l immagine e gli interessi sportivi del parma
    filippo1968

Comments are closed.