FLOCCARI, AL TELEFONO CON DEE-JAY, SPERA DI ESSERCI A BERGAMO: “ALL’ATALANTA E’ DOVE HO FATTO MEGLIO”. E INTANTO RILANCIA LA HIT DI “REPLAY NON NE HA”

0
6

Il brano di Don Fiscer, cantato dall’attaccante e una decina di calciatori del Parma, diffuso oggi da Zazzaroni nel suo Dee Jay Football club

image(gmajo) – Poco prima delle 13,30, orario dell’adunata di noi cronisti del Parma al Centro Sportivo di Collecchio per la consueta conferenza stampa prepartita di mister Donadoni, sui 107 MHz di Radio Dee Jay si è potuta ascoltare la voce del redivivo Sergio Floccari, intervenuto in diretta telefonica a Dee Jay Football Club, la trasmissione condotta da Ivan Zazzaroni, il popolare giornalista volto anche di Rai Due, che nei giorni scorsi era stato autore di un pezzo, in cui, mettendosi nei panni del Parma, aveva difeso la nostra società non rispettata dal presidente AIA Nicchi (anche se con la colpevole complicità del giornalista Sky che lo aveva male interrogato). Floccari è stato interpellato sia quale ex di turno – domani il Parma è ospite dell’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo  – che di cantante del brano “Replay non ne ha”, interpretato anche da una decina di suoi compagni e dalla compagnia 3G, per il progetto musicale di Don Roberto Fiscer che mira ad avvicinare i giovani alla fede attraverso il linguaggio della musica.

Continua la lettura all’interno

Sono giorni di gloria per la “hit” di Don Fiscer, per la quale aveva prestato la propria voce per l’intro anche il radiocronista di Radio Rai Tarcisio Mazzeo, protagonista anche del CD inciso l’anno precedente dal Genoa: proprio nella presentazione della gara che aveva visto i crociati opporsi ai rossoblù a Marassi, Mazzeo aveva illustrato le nobili finalità dell’iniziativa all’inizio del proprio radioservizio confezionato in tandem con Giovanni Scaramuzzino. Oggi, appunto, il passaggio sull’altra prestigiosa antenna nazionale, Radio Dee jay. Prima di ascoltare la voce di Floccari cantante, però, grazie anche alla preziosa segnalazione del collega Pietro Razzini di gazzetta.it, che era provvidenzialmente sintonizzato sull’emittente, abbiamo sentito quella del redivivo calciatore, il quale ha riferito ai radioascoltatori quanto ci terrebbe ad andare in campo a Bergamo. “Sono un ex e all’Atalanta è dove ho fatto meglio. Il provino di oggi sarà decisivo”. Donadoni attende l’esito della seduta e poi scioglierà – sentiti i medici – le riserve. “Ho avuto un problema tendineo al braccio, dopo la sublussazione”. Accidente che gli era capitato, come ricorderete, proprio a Genova, durante la già citata partita, caratterizzata dalla singolare maledizione per i goleador crociati, costretti ad uscire – manco fosse un volere di Eupalla – proprio dopo ogni rete segnata. Prima di lui, infatti, era toccato a Gobbi, autore oggi di una posteggiata sprint nel cortile di Collecchio (a bordo con lui c’era Santacroce). Quando abbiamo incrociato Floccari, al momento del suo ingresso in palazzina (si vede che era collegato dalla propria auto e non dal Centro Sportivo come Crespo qualche settimana prima, sempre ospite del medesimo programma, curiosità attraverso il telefonino aziendale in dotazione alla capo ufficio stampa Maria Luisa Rancati) ci ha confermato di sentirsi decisamente meglio, al che noi gli abbiamo rimarcato di averlo sentito particolarmente in forma per radio. Suerte. Gabriele Majo

 

CLICCA QUI PER VEDERE IL BACKSTAGE DELLA REGISTRAZIONE ED  ASCOLTARE “REPLAY NON NE HA” INTERPRETATO DAI CALCIATORI DEL PARMA FC

Articolo precedenteGHIRARDI, INTERVISTATO DALLA GAZZETTA DI PARMA, SI GODE IL SUO BEL GOL DEL BILANCIO IN ATTIVO
Articolo successivoDONADONI: “SCORIE PER IL TRITTICO? IL BARCELLONA NON NE PALESA MAI…”
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.