GHIRARDI, CON NICCHI E’ UNA DELUSIONE INFINITA…

6
10

Il Pres ha ribadito i suoi sentimenti in diretta su Sky Sport 1: “Il capo degli arbitri non ha capito nulla delle mie rimostranze. Lui si è scusato col Milan: non pretendevo facesse altrettanto con noi, ma almeno che sottolineasse la nostra linea del non lamento”

ghirardi sky[2](Antonio Gaito per Tuttomercatoweb.com) – Il Presidente del Parma, Tommaso Ghirardi, è intervenuto nel corso di "E’ sempre calciomercato" su Sky Sport 1 replicando alle dichiarazioni di Nicchi, presidente dell’Associazione italiana arbitri: "Nicchi non ha capito nulla di quello che io ho detto dopo la gara con il Napoli. Io ribadisco che ho piena fiducia nel settore arbitrale e la linea del mio club è di non parlare degli arbitri come abbiamo fatto a Genova e ieri col Napoli, anche se non era facile ed ho dovuto imporre il silenzio stampa. Da parte sua mi aspettavo almeno una presa di posizione su una società come la nostra che non si lamenta, seguendo anche la linea mediatica di Luis Enrique.

Continua la lettura all’interno

Sono rimasto molto male, in una settimana dove si sono fatti tanti errori e lui si è scusato con il Milan, io non chiedo le scuse ma almeno che venisse sottolineata la linea di una società come la nostra. Mi fa male sentire lui che dice sono problemi nostri".

Articolo precedenteCALATHOPOULOS SCENDE IN CAMPO AL FIANCO DEL GHIRO: “NICCHI FORTE CON I DEBOLI”
Articolo successivoE IL COORDINAMENTO ORGANIZZA LA PANOLADA…
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

6 Commenti

  1. Diciamo che SE io fossi al posto del Ghiro, visto questo andazzo rassegnerei immediatamente le dimisssioni dall'incarico di Pres del Parma e contestualmente metterei in vendita la società. Non si faccia confusione: ho tolto le vesti del tifoso e ho cercato di indossare quelle del presidente, che nel calcio, facendo bene in qualche caso e male nell'altro, ha immesso una quantità mostruosa di soldi. E dato che si tratta di soldi autentici, autentico dovrebbe essere anche il risultato maturato sul campo e non macchiato dalle nefandezze di una classe arbitrale che in tanti si ostinano a definire nè incapace, nè in malafede (e io, allora, vorrei sapere come classificare gli arbitri nostrani!). In assenza di questo requisito, eviterei di continuare a buttar via soldi in un calcio incapace di offrire spettacoli sì degni di questo nome ma anche "condizionati" dalla giusta applicazione delle regole. E se proprio non volessi cederla, mi attiverei insieme alle altre piccole del nostro calcio per cercare soluzioni che garantiscano anche ai club più deboli gli stessi trattamenti che i vertici arbitrali riservano alle grandi. Insomma, qualcosa si dovrà pur fare. Altrimenti, citando una canzone di Frankie hi-nrg, gli ultimi resteranno gli ultimi se i primi saranno irraggiungibili.

  2. Stamani sulla Gazzetta di Parma ho trovato un resoconto più completo dell'intervento di ieri sera di Ghirardi, che qui ricopio rimarcando soprattutto un passaggio direi molto importante, saltato, purtroppo, nel resoconto di TMW che avevo rinvenuto nottetempo e che avevo subito riproposto su stadiotardini.com: "Aspettarsi una parola non è aspettarsi un rigore". Se ci fosse stato questo sarebbe stato il titolo migliore per il post.
    Di seguito l'estratto dalla Gazzetta di Parma (cartacea) con la trascrizione dell'intervento di Ghirardi:

    «Come commento la risposta di Nicchi alle mie dichiarazioni? Semplice, ribadendole, aggiungendo poi che mi auguro non siano state capite. Ho detto che mi aspettavo, visto
    quello che era stato il nostro comportamento
    dopo la partita di Marassi, pubblicamente una parola di solidarietà, come successo per altri. Aspettarsi una parola non è aspettarsi un rigore. Questa parola da Nicchi non è arrivata e
    da qui la mia delusione. Ci tengo a rimarcare ancora una volta che quella del Parma era ed è rimasta una voce fuori dal coro. Siamo gli unici che continuano a difendere l’operato degli arbitri. Come a Genova, io nemmeno ieri ho espresso delusione per gli errori subiti contro il Napoli e anche in questo senso, affinché nessuno dei miei giocatori o della mia società fosse frainteso, ho deciso di imporre il silenzio stampa. Più di così francamente non saprei cosa fare. Spero di essere stato sufficientemente chiaro. Il mio pensiero e la
    linea della mia società per quel che riguarda il tema arbitrale non sono cambiati».

  3. vista su sky la risposta di nicchi secondo assume un valore meno insultante, pur rimanendo la risposta di un personaggio squallido e servo , un dinosauro che ha fatto tornare indietro la classe arbitrale di 20 anni.

    la domanda che il giornalista gli ha fatto era completamente fuorviante : gli ha chiesto cosa risponde a ghirardi che si lamenta per gli errori arbitrali? non gli ha detto che si aspettava un apprezzamento alla linea di difesa degli arbitri.

    sono due cose completamente diverse…..

    e visto che parliamo di dinosauri potrebbe far arrivare questo messaggio ai vertici di tv parma?
    CI SIAMO ROTTI DI SENTIRE QUEL SIMPATICONE DI BELLE RIPETERE DA 50 ANNI LE STESSE COSE ESIBENDO UN AUTOREVOLEZZA CHE NON HA. BASTA HAI ROTTO I COGLIONI . ABBIAMO CAPITO CHE SEI FIGLIO DI UN ARBITRO , BASTA!!!

    Non è possibile , è riuscito nell impresa di farmi concordare per una volta con l altro dinosauro orlandini, non pensavo fosse possibile….

    capisco la fratellanza , ma non ci sono massoni piu giovani e che soprattutto dicano cose sensate?

    scusi lo sfogo

    saluti
    ale

  4. La domanda sarà stata anche fuorviante, ma il compito di Nicchi, uno dei tanti, è anche quello di tener le antenne in ottima posizione per raccogliere i pareri delle società su cui aleggia il lavoro dei suoi sottoposti (gli arbitri). Dubito fortemente che Nicchi non fosse a conoscenza dell'esatto contenuto delle dichiarazioni di Ghirardi e che quindi fosse passibile di "inganno" da parte del giornalista che gli ha posto quella domanda.

  5. hai ragione ma se parlassi di una persona normale…
    probabilmente non ne avra avuto il tempo , sara stato tutta la settimana al telefono con galliani per scusarsi

    ale

  6. buongiorno
    indipendentemente dalla linea da tenere nei confronti della classe arbitrale….(io cmq sono allineato con parmigiano)…faccio notare che sulla gazzetta dello sport il maggior quotidiano sportivo del paese…la dichiarazione di nicchi sulla quale noi "diretti interessati" stiamo dibattendo da ieri …è riportata in poche colonne (firmate tra l altro Sandro Piovani)all interno dopo le notizie relative a milan inter ….e VA Bè ….MA ANCHE DOPO LO ZENITH S. PIETROBURGO..!!!!!capisco gli interessi geopoloitici di questa testata …ma aldilà della linea di condotta da tenere da parte del parma e dei suoi tifosi a riguardo….i media stanno sottovalutando la gravità dell esternzaione (infelice e strafottente)di nicchi….un esternazione che getta dubbi, e scredita notevolmente l a.i.a …e con sè tutto il sistema calcio….che a fatica sta provando ad uscire dai veleni del recente passato…..la cosa come sospettavo sta passando "in cavalleria"….
    saluti.
    filippo 1968

Comments are closed.