LEVATI A UN “GIORNO IN PRETURA”. IERI SERA LA SUA TESTIMONANZA NEL PROCESSO CORONA-GILARDINO

0
10

Nel prologo dello storico programma di Rai Tre la deposizione del responsabile delle relazioni esterne del Parma FC

levati un giorno in pretura(gmajo) – “Mi chiamò Fabrizio, dicendomi che c’erano delle foto di Alberto Gilardino: avevo capito che non erano delle foto di lui che giocava a calcio. Avevo capito che erano delle foto che riguardavano lui a livello personale…”. Comincia così la deposizione di Mirco Levati, responsabile delle relazioni esterne, istituzionali e presidenziali del Parma FC, nel processo a carico di Fabrizio Corona per un presunto tentativo di estorsione per il quale alla fine sarebbe stato assolto, quello ai danni di Alberto Gilardino: ieri sera, sabato 10 marzo, a “Un Giorno in Pretura” storica trasmissione di Rai3 (è la più longeva, regolarmente in onda dal 18 gennaio 1988, a cura di Roberta Petrelluzzi, conduttrice e regista) è andata in onda la terza parte dello speciale dedicato al controverso fotografo. Non a caso il titolo era “L’Innocenza di Corona”: molti, infatti, sono stati i casi di estorsione che gli erano stati contestati, perché, secondo l’accusa, attraverso le foto avrebbe ricattato personaggi dello sport e dello spettacolo, ma non per tutti il Tribunale di Milano ha riconosciuto la sussistenza del reato: è stato appunto il caso del Gila, ma anche di Lapo Elkann e dell’imprenditore Gianluca Vacchi, nessuno dei quali ha fatto appello, tutti trattati nella terza ed ultima puntata della storia processuale di Corona, di “Un giorno in Pretura”, il programma che presenta la presa in diretta dei processi nelle corti di giustizia italiane, senza commenti. Anche in quello di ieri sera ci sono state varie pause durante le quali sono state mostrate foto delle vittime o le prove dei reati imputati, con i didascalici interventi della presentatrice per spiegare al telespettatore i punti più controversi o di difficile comprensione del dibattimento.

ALL’INTERNO IL LINK PER VEDERE LEVATI A UN GIORNO IN PRETURA

Clicca qui per vedere la puntata di sabato 10 marzo di Un giorno in Pretura con la deposizione di Mirco Levati

Articolo precedenteATALANTA-PARMA, TRA I 22 CONVOCATI C’E’ FLOCCARI. E C’E’ PURE MARQUES…
Articolo successivoATALANTA-PARMA, A BERGAMO CON IL MITICO BARONI E ALTRI 6 DEL PETITOT…
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.