FLOCCARI E IL FANTASMA DI AMAURI CHE CONTINUA AD ALEGGIARE…

0
14

“Sono quelle cose che fanno parte del calcio, però io il dualismo indiretto con lui non l’ho mai vissuto, non fa proprio parte della mia indole: cerco solo di sfruttare quelle che sono le mie qualità e di metterle a disposizione del Parma”

(gmajo) – Ieri la Gazzetta di Parma era uscita in prima pagina con il titolo, da me “stroncato” come bestemmia nell’opinione dopo Parma-Lazio, “Floccari trascinatore. E’ il nuovo Amauri”, accompagnato dal sondaggio “Considerate Floccari il nuovo Amauri?”, di cui ieri sera a Bar Sport avrebbero dato l’esito finale che poco si è discostato da quello parziale da me indicato al momento della composizione (85% no, 15% sì). Ma lui, Floccari, che ne pensa di questo Amauri che è da quest’estate che ne sente parlare? Gli dà fastidio questo dualismo indiretto con il fantasma che continua ad aleggiare? Sono stati i quesiti che gli ho posto per stadiotardini.com che hanno chiuso la conferenza stampa odierna dell’attaccante, di cui qui sotto trovate il video amatoriale della seconda parte…

ALL’INTERNO LA TRASCRIZIONE DELLA RISPOSTA DI FLOCCARI A MAJO SUL TEMA AMAURI

Gabriele Majo (www.stadiotardini.com) – Partendo dalla premessa che Amauri, da queste parti, l’anno scorso era l’idolo delle folle, ieri la Gazzetta di Parma ha scritto che Floccari sta diventando un trascinatore, appunto come lo era Amauri. Questi paragoni danno fastidio? Piacciono? Anche perché è da questa estate che aleggia il suo fantasma e si è venuto a creare una sorta di dualismo indiretto tra voi due…

“Sono quelle cose che fanno parte del calcio, ma io non ci faccio caso più di tanto, sono sincero. Amauri è un grandissimo giocatore che ho sempre stimato. Io, poi, dal primo minuto ho detto ‘sono io’ cerco di mettere le mie qualità a disposizione della squadra, cercando di fare un buon lavoro con tutti per riuscire a centrare i nostri obiettivi. Adesso speriamo di consolidare la nostra posizione, anzi, se possibile riuscire a fare qualche passo in avanti, però il dualismo non l’ho mai vissuto; non fa proprio parte della mia persona, quindi cerco di sfruttare quelle che sono le mie qualità, di metterle a disposizione del Parma, sperando che a fine anno possiamo essere tutti quanti soddisfatti”.

 

(Sergio Floccari, estratto dalla conferenza stampa del 03.04.2012 al Centro Sportivo di Collecchio – Video registrazione amatoriale e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

L’OPINIONE DI MAJO DOPO PARMA-LAZIO 3-1 (E LE SFIDE DEL GIORNO DOPO): “UNA RONDINE NON FA PRIMAVERA, MA ORMAI L’INCUBO RETROCESSIONE APPARTIENE PIU’ AD ALTRI CHE NON AI CROCIATI”


LA RONDINE FLOCCARI VUOL FAR PRIMAVERA: “OTTO GIORNATE IN CUI DARE IL MEGLIO DI ME”

 

FLOCCARI AZZURRO IN CASA PARMA? LA FOTOGALLERY AMATORIALE DELLA VISITA PASQUALE DEL CT A COLLECCHIO

 

PRANDELLI, IN VISITA PASQUALE A COLLECCHIO, DRIBBLA I GIORNALISTI, MA PER CASSANO “E’ FELICISSIMO”. BOCCA CUCITA SU GIOVINCO E FLOCCARI – I VIDEO AMATORIALI DI WWW.STADIOTARDINI.COM

Articolo precedenteLA RONDINE FLOCCARI VUOL FAR PRIMAVERA: “OTTO GIORNATE IN CUI DARE IL MEGLIO DI ME”
Articolo successivoTERAPIA DEL SORRISO / IL PLIN E LA VACANZA PASQUALE
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.