LECCE-PARMA 1-2, DAL CIRCOLO TOSCANINI IL COMMENTO DI ARTEMIO CESARI, VECCHIA GLORIA CROCIATA E ZIO DELL’EX ARBITRO INTERNAZIONALE GRAZIANO

8
7

ALL’INTERNO LA FOTO DEL TESSERINO DI ATLETA DEL PARMA AS DI ARTEMIO CESARI

DSC07661

DSC07663

WWW.STADIOTARDINI.COM

Articolo precedenteLECCE-PARMA 1-2 – L’ESULTANZA AL CIRCOLO TOSCANINI AI GOL DI GIOVINCO E PALETTA (video amatoriali)
Articolo successivoLECCE-PARMA 1-2, LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL CIRCOLO TOSCANINI
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

8 Commenti

  1. dato che sono in "vacanza" a Casal Velino, la partita l'ho sentita alla radio col commento di Enzo Del Vecchio…come ai vecchi tempi. Mi è parso di capire che il Parma ha tenuto abbastanza bene il campo e che il Lecce ha cercato di combinare qualcosa solo nel finale, quando il risultato era ormai compromesso e la vittoria aveva già imboccato la A14 in direzione Parma…oltretutto sembra che il Lecce abbia chiesto uno o due rigori per degli episodi dubbi accaduti nella nostra area. Spero che Cosmi non se ne lamenti così come non si è lamentato del rigore solare che è stato negato ai suoi nell'ultimo turno di campionato prima di questo ("perché l'avversario era forte e quindi era inutile parlare di torti arbitrali). Detto questo, aspetto con "ansia" il commento di GMajo ma anche quello degli altri utenti…giusto per capire se la partita che ho "visto" alla radio corrisponde al reale svolgimento della gara.

    Ora le vittorie consecutive son quattro…la Roma è lontana appena tre punti…e io dico che se allunghiamo la nostra serie fino a sette (il ché vorrebbe dire vincere fino al termine di questo campionato) possiamo anche aspirare ad un posticino in Europa (sono un inguaribile ottimista e sognatore, lo ammetto!). Con l'augurio che la finale di C.Italia liberi un posto Uefa. E ora voglio proprio vedere se i giornali continueranno a parlare del prossimo campionato, del prossimo allenatore e del prossimo mercato anche a dispetto di una squadra che in questo campionato ha ancora traguardi da tagliare e terre da conquistare. Sono nove i punti che restano in palio. Se la squadra resta concentrata ed i giornali non faranno di tutto per parlare di questioni che col campo c'entrano ben poco, lo Scudettino del Gruppone (cit. GMajo) può essere alla nostra portata. Questo campionato è ancora "nostro"…FORZA PARMA!

  2. Salve Majo!!allora sà fèma???vogliamo riconoscere o no i meriti di questo grande allenatore,e lasciare li di tirare fuori i paragoni con Colomba.A questo punto se era vero che ci saremmo salvati anche con Colomba,mi sembra altrettanto innegabile che Donadoni ci stia dando un attimino di più che una semplice salvezza.
    saluti
    Andrea I.

  3. Salve Andrea. Non ho mai misconosciuto i meriti di Roberto Donadoni, e sarei stolto lo facessi, visti gli innegabili risultati raccolti (ancorché a fronte di prove non propriamente ottimali della squadra che allena: mi pare che meglio gioca meno raccoglie, e viceversa). La mia accorata e strenua difesa di Colomba – senza alcun secondo fine di sorta – era avverso un provvedimento a mio avviso irrazionale del proprietario del club – quello della cacciata del tecnico licenziato – il quale, per fortuna dell'intera comunità, anziché pagare il fio per la sua ubris è stato oltremodo premiato con risultati ben oltre le lecite aspettative. Meglio per il Parma e godiamone pure: come non ho difficoltà a riconoscere i meriti a Donadoni, però – cosa che peraltro ho sempre fatto – non posso che ribadire che questo exploit finale, sarà pure figlio della sua indubbia bravura, ma non deriva certo dalla progettualità. Io sarò uno fuori dal mondo o fuori dai tempi, ma ribadisco: provo grande gioia per i risultati sportivi per la squadra della mia città, alla quale ho dedicato la mia intera vita lavorativa e che sto seguendo tuttora con passione, ma anche vincessimo lo scudetto continuerei a ribadire che la scelta di allora di cacciare Colomba non fu una lungimirante decisione del management crociato, bensì un capriccio presidenziale. Il che è diverso dal mettere in discussione il lavoro di Donadoni. Che poi Donadoni stia lavorando al Parma in conseguenza a quella decisione dall'alto dell'Olimpo è un altro discorso.
    Cordialmente Gmajo

  4. Sottolineo che – in realtà – il Lecce ha richiesto un solo rigore che, però, non c'è dato che il tocco di mani di Valiani è assolutamente involontario, prodotto inoltre in un'azione fatta di batti e ribatti.

    Forza Parma…bene così.
    47 punti, tutti assolutamente meritati.

    Francesco.

  5. quoto il sempre ottimo gabriele Majo sul il commento in risposta ad Andrea…la penso esattamente così anch io…infatti godo per i successi che stiamo raccogliendo sul campo,ma non essendo figli di una programmazione seria e competente …non mi fanno godere fino in fondo..perchè posso presagire (sperando di sbagliarmi però…lo spero fortemente)che più in alto arriviamo meno la squadra verrà rinforzata,con il rischio che ci venga venduta la fandonia che bastano uno o due ritocchi per essere maggiormente competitivi…..NO….NO….QUI C è DA SPENDERE PER INVENTARSI UN DOPO GIOVINCO…..perchè creo che il "NOSTRO FANTASISTA a metà"…in linea con le sue giuste ambizioni cercherà giustamente)una piazza con una ribalta internzaionale ai massimi livelli…se po fà bene all europeo ..stà ben rosina!!..speriamo di vendere bene la nostra metà
    ciao a tutti
    Filippo1968

  6. Grazie Gabriele per lo spazio che ha voluto riservare all'intervista a mio padre Artemio Cesari.
    Apprezziamo da sempre i suoi toni garbati e l'attaccamento alla squadra ed alla città
    Con grande ammirazione
    Nicoletta a nome della famiglia Cesari PARMA

  7. Sono io che ringrazio Nicoletta Cesari per le bene parole che mi rivolge, di estremo conforto anche per Wil Coyote dopo le ultime vicende che possono comprometterne l'opera, anche se di solito si rialza sempre dopo esser finito nel canyon. Di solito…
    Per l'intervista è stato un estremo piacere per me farla, dopo che Suo padre mi era venuto incontro, mentre filmavo e scattavo foto al Circolo toscanini, e svelarmi chi era. Quale ex crociato e zio dell'ex arbitro internazionale Graziano gli estremi per sentirlo c'erano tutti.
    Grazie quindi per l'ammirazione che mi ha rivolto, sperando continui a seguirci.
    Un saluto a Nicoletta e a tutta la famiglia Cesari.
    Gmajo

  8. Gent.mo Gabriele
    gli alti e bassi ci sono per tutti
    Importante è non mollare mai e continuare a credere in stessi, soprattutto se la strada da sempre seguita, è basata sull'altruismo, la sincerità e l'onesta!!!
    E questo sia di conforto non solo a lei che legge ma anche a me che scrivo!
    Andiamo avanti con coraggio e convinzione
    Se poi intorno faremo un pò di polvere…eh beh
    la scuoteremo che dice?????
    Ho girato il link di intervista a Graziano su Facebook.
    Mio padre è mitico, non appena può racconta la sua storia perchè davvero da ex Crociato ha nel sangue il Parma si immagini anche ad avere il nipote arbitro con la splendida carriera che ha fatto!!!
    So che ha parlato con tutti, Michelotti, Bozzetti, Bellè….inoltre aveva anche partecipato a Calcio & Calcio qualche anno fa, così come a Teleducato
    E' davvero una vecchia gloria come lei lo ha definito, azzecatissimo, uno degli ultimi rimasti….
    Grazie a Lei Gmajo..noi continueremo a seguirla
    Alla prossima
    Nicoletta Cesari

Comments are closed.