L’ODISSEA DEI 25 BOYS “SENZA TESSERA” A CESENA: MILITELLO HA MANDATO UN SUO BREVE COMMENTO A STADIOTARDINI.COM

2
10

Il curatore di “Striscia lo Striscione” di Canale 5, da sempre assai sensibile al tema, ha letto con attenzione il nostro lungo reportage della scorsa settimana e l’ha chiosato così: “Il grande sforzo che il nostro paese sta compiendo per cercare di rialzarsi e rimettersi in moto spero spazzi via questa assurda pantomima, questa guerra di nervi continua, questa tragicomica mancanza di buon senso”

boys a cesena inchiesta majo(gmajo) – Il nostro reportage sull’azione dimostrativa dei 25 Boys “obiettori della Tessera” – riusciti ad entrare al Manuzzi di Cesena pur senza la card di fidelizzazione inventata dall’ex Ministro Maroni dopo che l’Osservatorio aveva contraddetto se stesso vietando preventivamente la “trasferta in sicurezza” di 120 “stesserati” controllati organizzata dai due club, secondo i dettami della Determina n. 24 del 19.07.2012, emanata dal medesimo organismo, e “benedetta” dal GOS di Cesena, che aveva concesso il nulla osta è stato letto da Cristiano Militello – curatore di Striscia lo Striscione di Canale 5 nonché attento osservatore di tutte le tematiche concernenti la Tessera del Tifoso – cui stadiotardini.com l’aveva inviato per conoscenza tramite posta elettronica, del resto come il video amatoriale e la trascrizione della intera conferenza stampa di Stefano Perrone, delegato alla sicurezza del Parma FC, relativa, appunto, all’ennesimo veto imposto dall’organismo centrale, smentendo i propri organi periferici, sulla possibilità di far andare in trasferta a Cesena i non fidelizzati, sebbene accompagnati da steward della società. Dopo essersi sciroppato la nostra inchiesta lunga 20.000 caratteri (complimenti per la pazienza) Militello ci ha indirizzato poche ma significative righe di commento che trovate all’interno.

Continua la lettura

cristiano militello a stadiotardini comUno dovrebbe fare questo esercizio: PRIMA leggere l’ odissea (*) dei 25 Boys a Cesena e subito DOPO queste 3 righe:

la grande fuga dagli stadi italiani adesso è certificata dai numeri: in tutti i campionati professionisti ci sono il 4,4% di spettatori in meno (-2,4% in Serie A, -3,2% in Serie B, -11% in Prima divisione, -19,9% in Seconda divisione). Spalti sempre più vuoti significano anche meno introiti, e infatti tutto il calcio italiano non ha incassato 22,4 milioni (-8,2%)

dopodiché tentare di darsi una spiegazione razionale di come sia possibile mantenere in vita un’aberrazione giuridica, economica e logica quale la tessera del tifoso. Il grande sforzo che il nostro paese sta compiendo per cercare di rialzarsi e rimettersi in moto, a tutti i livelli, spero spazzi via questa assurda pantomima, questa guerra di nervi continua, questa tragicomica mancanza di buon senso. Ormai è quasi una questione di civiltà.

Cristiano Militello

(*) Odissea sia per ciò che han dovuto fare i Boys per entrare sia per… la lunghezza del racconto!

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI


I BOYS: “ABBIAMO LE MANI LEGATE, SIAMO COSTRETTI AD AGIRE COME LADRI SENZA POTER SEGUIRE LIBERAMENTE LA NOSTRA SQUADRA”. MA, AGENDO COSI’, IN 25 A CESENA SONO RIUSCITI AD ENTRARE. E STADIOTARDINI.COM HA CERCATO DI CAPIRE COME…

AI NO TESSERA VIETATA ANCHE LA TRASFERTA DI CESENA. PERRONE: "DECISIONE DEGLI ORGANI CENTRALI CHE NON ASCOLTANO QUELLI PERIFERICI"

MILITELLO (STRISCIA LA NOTIZIA): “SPERO CHE IL MINISTRO CANCELLIERI ACCOLGA LA PROPOSTA DEI BOYS PER L’ABOLIZIONE DELLA TESSERA DEL TIFOSO”

IL SOSTEGNO DI MILITELLO ALLA PROPOSTA DEI BOYS RILANCIATO DAL TG DI TV PARMA

IN ATTESA DI PARMA-UDINESE ALL’ESTERNO DEL TARDINI CON MILITELLO DI STRISCIA – Fotogallery amatoriale

Articolo precedenteBISANTIS, BEATO TRA LE DONNE (E LA FIORENTINA TREMA…)
Articolo successivoL’OPINIONE DI MAJO DOPO PARMA-LAZIO 3-1 (E LE SFIDE DEL GIORNO DOPO): “UNA RONDINE NON FA PRIMAVERA, MA ORMAI L’INCUBO RETROCESSIONE APPARTIENE PIU’ AD ALTRI CHE NON AI CROCIATI”
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

2 Commenti

  1. No, lo prendi tu su da me, perché col tuo commento dimostri di esserlo. Nadaro !
    Gmajo

Comments are closed.