MORTE MOROSINI / LO SGOMENTO DEL PARMA PER LA SCOMPARSA DI UN CROCIATO MANCATO. GHIRARDI: “FU PROPRIO LEONARDI A STRAPPARCELO PORTANDOLO A UDINE”

0
10

La comitiva gialloblù ha appreso la notizia appena atterrata a Punta Raisi: senza neppure scendere dall’aereo sono tornati indietro a causa della sospensione del campionato. Il reportage degli inviati di fcparma.com sul volo charter della squadra a Palermo che hanno intervistato presidente, Ad, allenatore e capitano

fc parma com morosini(fcparma.com) – Palermo 14 aprile 2012 – Il Parma apprende la terribile notizia della morte di Piermario Morosini alle 18.50 quando il volo charter con i crociati a bordo atterra all’aeroporto di Punta Raisi e con essa anche la sospensione del campionato. Cosi la squadra gialloblu non sbarca e si prepara subito al rientro all’aeroporto di Parma senza scendere dall’aereo. Lo sgomento e la tristezza sono fortissimi. Particolarmente colpito l’ad del Parma Pietro Leonardi: “Lo avevo comprato io dall’Atalanta per portarlo all’Udinese. Era un ragazzo eccezionale che aveva già dimostrato tanta forza e sensibilità per le tante e grandi difficoltà che la vita gli aveva riservato. Sono letteralmente sconvolto, non meritava una fine cosi tragica e prematura”.

Continua la lettura all’interno

Mister Donadoni non conosceva Morosini ma anche lui vuole esprimere il suo cordoglio alla famiglia: “Ogni giorno muoiono tantissime persone, ma quando questo accade a un ragazzo, a un atleta, la tragedia e’ ancora più insopportabile. Oltretutto sapevo da chi lo ha conosciuto delle sue qualità personali, siamo vicini ai suoi famigliari”. La sospensione del campionato? “Credo che in questo momento se qualcuno critica non dimostra sensibilità”. Anche il capitano del Parma Stefano Morrone commenta il triste evento: “davanti ad una tragedia così grande non si riescono a trovare parole. In questo momento di dolore mi viene in mente solo un pensiero per la famiglia di questo ragazzo che ha perso la vita”. E incredulo e’ anche il presidente Tommaso Ghirardi raggiunto telefonicamente: “Stavo proprio guardando le gare di serie B, ho visto questa drammatica vicenda in diretta. Sono davvero sconvolto. Oltretutto tre anni fa Morosini era stato vicino al Parma e per combinazione lo prese proprio Leonardi a Udine. C’e’ tanto sgomento in questo momento. Vogliamo far sentire la nostra vicinanza, la mia, di tutto il club e della squadra e fare le più sentite condoglianze ai famigliari del ragazzo e al Livorno. E’ veramente un triste giorno”.

Articolo precedenteMORTO SUL CAMPO MOROSINI (LIVORNO)SOSPESI TUTTI I CAMPIONATI IN SEGNO DI LUTTO
Articolo successivoSTART UP E IMPRENDITORIA GIOVANILE IN UN CONVEGNO ORGANIZZATO DA MARCO FERRARI (CDA PARMA FC) – Fotogallery amatoriale
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.