PARMA IMITA REGGIO, E GRAZIE ALLO CSI, CON IL MEMORIAL BARBIERI, AVRA’ IL SUO “TORNEO DELLA MONTAGNA”. ALLARGATO, PERO’, A PIANURA E CITTA’…

3
8

Intervista di Gabriele Majo, direttore di stadiotardini.com, a Florio Manghi, presidente CSI, che presenta il Primo torneo dei Comuni della Provincia di Parma, la cui selezione “Top 11” giocherà in estate un’amichevole a Levico contro il Parma: “Nel reggiano il campanile è molto sentito: questo ha fatto sì che anche i piccoli centri della montagna si dotassero di campi stupendi con una impiantistica invidiabile da un qualsiasi centro sportivo: l’auspicio è che anche il nostro Torneo spinga i Comuni partecipanti a far qualcosa in più per i propri impianti sportivi”

TUTTI I VIDEO AMATORIALI DELLA CONFERENZA STAMPA ODIERNA AL TARDINI

(gmajo) – Tra le (poche) cose che Parma invidia a Reggio Emilia c’è senza dubbio il riuscitissimo e sentitissimo “Torneo della Montagna”: CSI è andato a riempire questo clamoroso buco dando vita al “Primo Torneo dei Comuni della Provincia di Parma – Memorial Piergiorgio Barbieri, che vedrà sfidarsi squadre formate esclusivamente dai residenti di ogni singolo comune (un po’ come l’Athletic Bilbao, noto per la sua politica di tesseramento di soli giocatori baschi, anche se sarà consentito un esiguo e delimitato numero di “esterni”) non solo della fascia pedemontana, ma anche della pianura. Il capoluogo è stato diviso in quattro, spartiacque il Lungoparma e l’asse della Via Emilia. Il Memorial Barbieri – che avrà anche finalità benefiche, in quanto aiuterà concretamente la realizzazione del Giardino Riabilitativo dell’Ospedale di Parma – è stato presentato stamani allo stadio Tardini, in quanto anche il Parma F.C. collabora al progetto: la Top 11 del Barbieri, infatti, in estate affronterà a Levico, durante la preparazione, la squadra crociata.

ALL’INTERNO LA TRASCRIZIONE DELL’INTERVISTA DI MAJO A MANGHI, I VIDEO DELLA CONFERENZA E LA SCHEDA DEL “TORNEO BARBIERI”

LA TRASCRIZIONE DELL’INTERVISTA DI GABRIELE MAJO A FLORIO MANGHI

 

Con il Memorial Barbieri – del Centro Sportivo Italiano, in collaborazione con il Parma Calcio – avete preso esempio un po’ da Reggio Emilia e un po’ da Bilbao

“E’ un torneo molto ambizioso, rivolto a tutte le squadre della Provincia di Parma, che vuole mettere in risalto il campanile. Una selezione dei migliori, poi, avrà l’opportunità di affrontare il Parma, durante la preparazione estiva a Levico Terme. Non abbiamo ancora le date perché i calendari devono ancora essere stilati, però l’ambizione è quella di far giocare questi ragazzi a Levico, per coronare questa collaborazione con il Parma Calcio”.

 

Una collaborazione che potrebbe anche essere approfondita in futuro dopo questo primo passo…

“Certo: il mio obiettivo sarebbe proprio quello di avere con il Parma Calcio una collaborazione per far conoscere di più il nostro ente di promozione sportiva, che educa attraverso lo sport ed è la maniera migliore per far conoscere i ragazzi al Parma Calcio e il Parma Calcio ai nostri ragazzi, per poterli portare allo stadio in un clima sereno ed educativo, non come quello di Genova, che per loro potrebbe essere molto deleterio. Il nostro auspicio è che loro possano trovare un mondo pulito come può essere il Parma Calcio”.

 

All’inizio dicevo che avete preso esempio da Reggio Emilia perché lì c’è una realtà come il Torneo della Montagna che mancava nel nostro territorio: ma ora, finalmente, grazie a voi, è arrivata…

“Soltanto che Reggio Emilia ha avuto la fortuna di partire molti anni fa, quando ancora non c’era niente e quindi il loro Torneo della Montagna ha preso piede e funzionalità. Il fatto che fosse molto sentito il campanile ha fatto sì che anche i piccoli centri della montagna si dotassero di campi stupendi con una impiantistica invidiabile da un qualsiasi centro sportivo. L’auspicio, dunque, è che il nostro Torneo possa  far sì che su questa onda i Comuni partecipanti facciano qualcosa in più per i propri impianti sportivi”.

 

IL VIDEO AMATORIALE DELLA 1^ PARTE DELLA CONFERENZA STAMPA

 

IL VIDEO AMATORIALE DELLA 2^ PARTE DELLA CONFERENZA STAMPA

 

DSC07131DSC07132DSC07134

Articolo precedentePALERMO-PARMA 1-2 DAL PICCOLO SCHERMO E LA TOMBOLATA DEL CIRCOLO TOSCANINI – Fotogallery amatoriale
Articolo successivoL’OPINIONE DI MAJO DOPO PALERMO-PARMA 1-2 : “COMPLIMENTI A DONADONI PER IL TRIS. MA COLOMBA – SARO’ DE COCCIO – PER ME NON ANDAVA CACCIATO”
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 Commenti

  1. Iniziativa molto bella. Ho avuto occasione di seguire il Torneo della Montagna (che, aggiungo, esiste e piace anche nel modenese) e l'ho sempre apprezzato, si respira passione. Tra l'altro lo si organizzò anche nel parmense nell'estate 2006, ma non attecchì; per la cronaca, vinse la squadra di Langhirano sia tra i "grandi" sia tra gli Juniores.

    Mattia

Comments are closed.