PER UNA SERA PIOVANI NON HA PARLATO DI CALCIO, MA DI SPORT AL FEMMINILE…

0
9

Il popolare giornalista della Gazzetta di Parma ha presentato il volume “Storie di Sport, Storie di Donne” scritto da Giovanni Malagò, già vincitore 2009 di Sport Civiltà. A parlarne insieme all’autore, c’erano l’ex azzurra e olimpionica di Tennis tavolo Alessia Arisi e la sprinter paraolimpica Giusy Versace alla quale è anche dedicato un capitolo del libro

DSC05951E’ stato presentato oggi, giovedì 19 aprile, nella sala Impero dell’Hotel Stendhal il libro “STORIE DI SPORT, STORIE DI DONNE”, scritto da Giovanni Malagò (Presidente del Circolo Canottieri Aniene dal 1997 e membro della Giunta esecutiva del CONI, vincitore nel 2009 del Premio internazionale Sport e Civiltà) presenta 17 ritratti e testimonianze di campionesse olimpiche e par olimpiche. A parlarne insieme all’autore, c’erano l’ex azzurra e olimpionica di Tennis tavolo Alessia Arisi e la sprinter paraolimpica Giusy Versace alla quale è anche dedicato un capitolo del libro. Hanno introdotto la serata – moderata dal giornalista della Gazzetta di Parma Sandro Piovani – Gianni Barbieri, Presidente Comitato Provinciale CONI di Parma e Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati.

Continua la lettura all’interno

DSC05945Il candidato sindaco di Parma Unita, a proposito del volume, ha dichiarato: “Non bisogna dimenticare che lo sport è cultura: la presentazione di questo libro penso che sia una cosa positiva, perché si parla di sport al femminile, e parlare di sport al femminile 30 o 40 anni fa era ancora un qualcosa di eroico, pionieristico, direi… Oggi, lo sport al femminile, è diventato, a livello agonistico, la parte più vincente dello sport italiano, e dall’altra parte lo sport al femminile è diventata pratica, pari opportunità vera, completa, una cosa che dà orgoglio alle donne e rende l’Italia orgogliosa delle sue donne”.

Articolo precedenteITALIA O ARGENTINA? PALETTA NON SVELA L’ENIGMA NAZIONALE…
Articolo successivoLA PRESENTAZIONE DI “STORIE DI DONNE, STORIE DI SPORT” – Fotogallery amatoriale
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.