GIOVINCO A STADIOTARDINI.COM: "DI VITTORIE NON SI FA MAI INDIGESTIONE"

0
8

Prima dell’inizio dell’incontro con i ragazzi dell’ITC Bodoni, nel quadro della campagna "Non fare autogol, gioca d’attacco contro il cancro", assieme ad Elisa Rosignoli di Teleducato abbiamo fatto due chiacchiere con la Formica Atomica…

(gmajo) – Per non saperne affatto di pallone la collega Elisa Rosignoli di Teleducato (peraltro fino a qualche anno fa simpatica presentatrice ai vernissage della squadra crociata, quando veniva osservata una rigorosa par condicio tra le antenne cittadine nella scelta dei conduttori di tali eventi), intervistando stamani Sebastian Giovinco (prima dell’inizio della tappa parmigiana all’ITC Bodoni del tour "Non fare autogol, gioca d’attacco contro il cancro") ha cavato fuori una domanda che, al contrario, denota quanto sia sul pezzo anche su questa materia: “Preferisci il prosciutto parmigiano o il jamon serrano di Barcellona?” Come noto, infatti, il numero 10 crociato sarebbe stato individuato dalla squadra catalana quale vice-Messi: “Per adesso preferisco il Prosciutto di Parma. Poi si vedrà…”, la risposta del minuscolo-maiuscolo. E noi di stadiotardini.com, proseguendo nel filone, visto che il tema di stamani erano i corretti stili di vita e non gli abusi, abbiamo aggiunto: “L’unica cosa di cui non si fa mai indigestione sono le vittorie…”. E “Seba”: “Sì, perché sono molto belle e fanno vivere in maniera diversa la settimana, quindi è bello abituarsi a questo”.

ALL’INTERNO LA TRASCRIZIONE DELLE RISPOSTE DI GIOVINCO

under construction – si prega di cliccare più tardi per la trascrizione

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

GIOVINCO AGLI STUDENTI DELL’ITC BODONI: “I MIEI SACRIFICI SONO STATI RIPAGATI”
 
GIOVINCO A STADIOTARDINI.COM: "DI VITTORIE NON SI FA MAI INDIGESTIONE"
GIOVINCO AL BODONI TESTIMONIAL DEL SESSO PROTETTO (“RAGAZZI, USATE IL PRESERVATIVO”) MA NON SOLO…
Articolo precedenteGIOVINCO AL BODONI TESTIMONIAL DEL SESSO PROTETTO (“RAGAZZI, USATE IL PRESERVATIVO”) MA NON SOLO…
Articolo successivoGIOVINCO AGLI STUDENTI DELL’ITC BODONI: “I MIEI SACRIFICI SONO STATI RIPAGATI”
Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.